Come gestire il rischio di credito

Tramite: O2O 20/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il rischio di credito o di insolvenza non è altro che la possibilità di perdita totale oppure parziale dei prestiti di capitali ed i relativi interessi. Generalmente la banca si tutela contro questa componente di rischio attuando preventivamente un'oculata e prudente valutazione di affidabilità dei clienti. La banca stipula tipologie contrattuali di prestiti assistiti da garanzie reali e personali. Infatti, vengono precostituiti, mediante congrui accantonamenti annuali, degli appositi fondi rischi sui crediti. In questo modo si possono addebitare in seguito eventuali perdite. L'obiettivo di questa breve guida è quello di dare alcuni utili consigli su come gestire il rischio di credito.

26

Occorrente

  • Obbligazioni
  • Titoli
36

Rating di credito

È un parametro sintetico che viene utilizzato per valutare l'affidabilità del debitore e di conseguenza la capacità di rimborso del capitale. Ad emettere il giudizio sono le agenzie di rating che tramite il loro lavoro permettono di stilare una speciale classificata legata al soggetto esaminato. Con l'aiuto del rating un investitore indeciso se acquistare delle obbligazioni societarie può tranquillamente valutare le capacità dell'emittente di pagare alla scadenza l'ammontare. Quando il voto è ottimo maggiore è l'appetibilità dell'investimento.

46

Credit Default Swap

I Credit Defualt Swa (CDS) sono un'assicurazione finanziaria in caso di fallimento. Essi sono uno strumento finanziario abbastanza recente. Con il passar del tempo le compagnie assicurative sono diventati i maggiori venditori di protezione creditizia. Infatti, i Credit Default Awap proteggono in caso di default, ma anche quando si verifica un ritardo nel pagamento. La peculiarità di questo titolo è quella che permette agli investitori di cedere il rischio delle perdite nel caso di fallimento del soggetto emittente delle obbligazioni. Allo stesso tempo però non si ha un trasferimento di proprietà delle stesse obbligazioni.

Continua la lettura
56

Modalità di gestione

Gli investitori che intendono tutelarsi dal rischio di credito possono anche ricorrere alla diversificazione del proprio portafoglio. Essi infatti possono scegliere di investire su titoli rischiosi e contemporaneamente acquistare altri titoli che hanno una minore esposizione al rischio. Una valida alternativa utilizzata sia dagli investitori che dalle banche per gestire in modo efficiente il rischio di credito sono senza dubbio particolari strumenti derivati detti credit derivates. Comunque è importante sapere che il rischio di credito non si può annullare. Esso può essere solo trasferito.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Carta di credito e carta di debito: differenze

Le carte di credito e quelle di debito ci permettono di avere accesso ai nostri risparmi, senza dover portare in giro soldi contanti. Questa grande innovazione ci aiuta a gestire al meglio le nostre risorse economiche e si possono utilizzare praticamente...
Finanza Personale

Come calcolare il rischio di un portafoglio costituito da due titoli

Quando si investe del denaro in obbligazioni e azioni è di fondamentale importanza essere a conoscenza del fatto che non si ha alcuna certezza su quello che sarà il rendimento finale. Il campo dell'economia è davvero molto vasto e nessuno, nonostante...
Finanza Personale

Carta di credito: come contestare una transazione

La carta di credito: uno strumento tanto pratico, quanto pericoloso! Una moneta elettronica, un utilissimo strumento di pagamento. Ma anche un'arma a doppio taglio che ci espone alle truffe altrui. In realtà, la carta di credito non è altro che una...
Finanza Personale

Come funziona la cessione del credito IVA

La cessione del credito IVA è una specifica direttiva proposta dal Ministero delle Finanze, che prevede la possibilità da parte di un soggetto lavoratore di trasferire il suo credito ad un altro individuo secondo delle modalità ben precise. In genere,...
Finanza Personale

Carta di credito: come funziona l'addebito

I possessori di carta di credito ormai conoscono pienamente le funzionalità ad essa correlate, ma non sempre conoscono l'esatto funzionamento di queste funzioni. È ormai prassi pagare e richiedere addebiti su conti bancari e carte di credito. Questi...
Finanza Personale

Come controllare la validità di una carta di credito

Nei Paesi maggiormente ricchi, la maggioranza delle persone ha mediamente due o tre carte di credito dentro il portafoglio. Moltiplicando questo dato per il numero di consumatori americani, si potrà evincere che il numero delle carte di credito in circolazione...
Finanza Personale

Come contestare un addebito su carta di credito prepagata

I titolari di carte di credito prepagate possono presentare controversie alle emittenti per una serie di motivi, tra cui anche per aver notato degli addebiti non autorizzati a loro carico. Qualunque sia la ragione, è necessario mantenere sempre la pazienza...
Finanza Personale

Come addebitare i pagamenti su carta di credito

La carta di credito è uno degli strumenti più utilizzati, ad oggi, nel mondo delle transazioni. Qualsiasi acquisto può essere completato con l'utilizzo di una di queste carte, fornite su richiesta dagli istituti bancari. Nel momento in cui avviene...