Come gestire il proprio stipendio

Di: J. F.
Tramite: O2O 16/02/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa bella guida, che abbiamo pensato di proporvi, vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori, a capire come e cosa dover fare, per poter gestire nella maniera migliore, il proprio stipendio, in modo da non sprecarlo, ma riuscire anche a mettere qualcosa da parte ed utilizzarle per realizzare ben altro, per noi e per la nostra famiglia!
Se vi chiedessero a quanto ammonterebbe il vostro stipendio ideale, sicuramente molti di voi annuncerebbero cifre esorbitanti perché pare che il proprio stipendio non basti mai. Talvolta infatti il costo della vita è molto alto mentre il valore dello stipendio non solo non aumenta ma purtroppo spesso si riduce sempre di più. In questa guida conoscerete qualche regola per gestire al meglio il proprio stipendio.

27

Occorrente

  • Calcolatrice
  • Carte e penna
  • Busta paga
37

Il primo passo verso un corretto uso del vostro stipendio è quello di fare una lista delle spese fisse: ad esempio l'affitto o il mutuo, la rata di una macchina, ma anche il budget preventivato per le spese alimentari e così via. Tirate un totale fisso e sappiate che ogni mese quella cifra costituirà un'uscita fissa ed inderogabile. Alle spese fisse aggiungete quelle variabili che ovviamente cambiano mese per mese come può essere ad esempio il costo di riparazione di una gomma dell'auto che si è bucata. Se poi volete essere previdenti, potete "rateizzare" quelle spese che sono annuali o semestrali distribuendole mese per mese. Ad esempio il costo dell'assicurazione auto ammortizzato mensilmente sarà molto meno oneroso. Sulla restante parte dello stipendio, a seconda delle cifre che rimangono, dovrete ancora lavorare per riuscire ad utilizzarle nel migliore dei modi.

47

Per il momento avete decurtato il vostro stipendio sottraendo le numerose spese mensili, sia quelle fisse che quelle variabili. Ciò che ne rimane potrebbe essere una cifra molto bassa e in tal caso sarebbe consigliabile per voi trovare il modo di ridurre parte delle spese, là dove possibile. Se, tolte le spese, state pensando che adesso potrete utilizzare ciò che resta come volete sappiate che non è questo il modo migliore di gestire il proprio stipendio. Della restante parte dovete calcolare una percentuale a scelta, almeno un 10% è consigliato, che adibirete al risparmio. Quella somma cioè la metterete da parte sul vostro conto oppure su un libretto di risparmio e la utilizzerete poi per fare un acquisto importante oppure in caso di emergenza.

Continua la lettura
57

Adesso potete finalmente utilizzare ciò che resta per divertirvi, fare shopping, organizzare vacanze e chi più ne ha, più ne metta. Considerate però che è meglio rinunciare ad un piccolo acquisto oggi, per farne uno importante e migliore fra un anno. Quindi se divertirsi e svagarsi è importante, anche risparmiare è fondamentale per avere le spalle coperte e migliorare il proprio stile di vita anno dopo anno.
Ed ecco che seguendo questi semplici passi, anche voi potrete finalmente gestire al meglio il proprio stipendio, per poterlo utilizzare al meglio e poter realizzare anche altre cose!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciate sempre una parte importante del vostro stipendio da parte, a spenderla farete sempre in tempo successivamente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come chiedere l'accredito dello stipendio sul conto Bancoposta

La società Poste Italiane, come tanti altri istituti di credito, offre la possibilità ai suoi clienti di chiedere gratuitamente l'accredito del proprio stipendio (ma anche la propria pensione) comodamente sul Conto BancoPosta di proprietà: nella seguente...
Finanza Personale

Come calcolare lo stipendio netto di uno stage

Sei appena entrato nel mondo del lavoro, ti hanno proposto uno stage ma sono stati poco chiari sulle tue future entrate. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su come calcolare gli stipendi degli stage al netto e le loro relative tassazioni,...
Finanza Personale

Come gestire i risparmi

Al giorno d'oggi gestire i propri risparmi è diventata una missione molto difficile; risparmiare e soprattutto gestire in modo oculato il proprio denaro è di importanza vitale, non solo per affrontare con sicurezza il presente e migliorare la propria...
Finanza Personale

Come gestire la contabilità

Se abbiamo un esercizio commerciale o un negozio, è importante gestire la contabilità in modo corretto, per non incorrere in sanzioni amministrative e per regolarci in modo adeguato man mano che ci sono delle scadenze che bisogna rispettare. Nel...
Finanza Personale

Come gestire il rischio di cambio

L'economia finanziaria è un terreno ostico, soprattutto per coloro che hanno poca dimestichezza con la terminologia e le pratiche inerenti alla branca in questione. Tra gli argomenti più dibattuti in assoluto in economia finanziaria vi è quello del...
Finanza Personale

Come gestire le fatture

Oggigiorno, tutte le imprese che esercitano un'attività commerciale acquistando beni o servizi primari, devono necessariamente emettere delle fatture. Alla chiusura dei conti da contabilizzare, potrebbero venire a galla della incongruenze, causate dai...
Finanza Personale

Come gestire la Postepay online

La comodità di una carta prepagata, come la Postepay è ormai risaputa. È possibile prelevare denaro, pagare gli acquisti presso tutti gli esercenti commerciali, ed effettuare acquisti su Internet. La sua gestione è altrettanto semplice, in quanto...
Finanza Personale

Come gestire il rischio di credito

Il rischio di credito o di insolvenza non è altro che la possibilità di perdita totale oppure parziale dei prestiti di capitali ed i relativi interessi. Generalmente la banca si tutela contro questa componente di rischio attuando preventivamente un'oculata...