Come gestire i crediti insoluti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se gestite una società finanziaria oppure siete l'amministratore di un condominio ed intendete recuperare dei crediti insoluti di uno o più persone, potete ottimizzare il risultato sfruttando alcuni mezzi legali a vostra disposizione. Tuttavia è importante sottolineare che la prassi talvolta può rivelarsi lunga e dispendiosa, sia in termini economici che di tempo da dedicare alla vertenza. In riferimento a ciò, ecco una guida in cui ci sono alcuni utili consigli su come gestire i crediti insoluti.

26

Occorrente

  • Raccomandata
36

Inviare una richiesta bonaria al debitore

In presenza di un credito insoluto da gestire, la prima operazione da fare è di inviare una richiesta bonaria al debitore che può avvenire in primis via telefono, in cui invitate la persona a far fronte a tale pendenza richiedendo un colloquio diretto nel vostro ufficio. In secondo luogo potete procedere con l’invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno citando esplicitamente l'importo dovuto, e il tempo a disposizione che in genere non è superiore ai 15 giorni.

46

Affidare la pratica ad un legale

Se entro il suddetto termine non ricevete alcun riscontro dal debitore in merito al credito insoluto è necessario agire per le vie legali. In questo caso basta affidare la pratica ad un legale e per la precisione ad un avvocato civilista che provvederà a sua volta ad inviare un nuovo avviso (a mezzo raccomandata o Pec), invitandolo al pagamento del credito insoluto entro 15 giorni previo messa in mora. Quest'ultima in sostanza è l’anticamera del decreto ingiuntivo, a cui il debitore deve far fronte entro e non oltre 40 giorni come previsto dalle normative vigenti. Trascorso tale tempo se il debitore non provvede ad espletare i sui obblighi, in automatico l’avvocato gira la pratica al Giudice di Pace territoriale che a sua volta provvederà previo convocazione nella sua sede di competenza a stabilire tempi e termini del suddetto pagamento del credito insoluto.

Continua la lettura
56

Attendere la decisione del debitore

Se tuttavia il debitore non ottempera a quanto intimato dal Giudice di Pace e soprattutto non si presenta nella data stabilita, allora l'alto ufficiale può condannarlo in contumacia. A questo punto, bisogna attendere la decisione del debitore che deve stabilire se pagare la somma dovuta o lasciare andare avanti la pratica che può risultargli fatale. Infatti, il Giudice di Pace su invito del legale nominato può procedere con il pignoramento dei beni mobili o immobili a seconda delle cifra dovuta. Tuttavia va sottolineato che è possibile anche ricorrere al pignoramento del quinto dello stipendio o della pensione purché non sia quella sociale o di invalidità.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Cos'è e come funziona il recupero crediti

Nella società odierna siamo abituati a mantenere un tenore di vita piuttosto alto, permettendoci lussi a volta al di fuori delle nostre reali possibilità economiche; può anche capitare di investire in beni materiali quando si gode di una buona situazione...
Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di rotazione dei crediti e dei debiti

L'analisi per indici si occupa di calcolare quozienti o rapporti tra valori e grandezze di natura diversa. Si distingue a seconda dell'aspetto della gestione che viene esaminato. L'analisi finanziaria, in particolare, va a esaminare quella che è l'attitudine...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare il fondo svalutazione crediti

La partita doppia e la contabilizzazione delle voci sono da sempre un elemento molto ostico. Per contabilizzare alcune movimentazioni è infatti richiesta una buona conoscenza di economia aziendale e magari anche qualche infarinatura di ragioneria. La...
Aziende e Imprese

Come gestire contabilmente il contratto di factoring

Un contratto di factoring è un'accordo che permette ad un'impresa di smobilizzare i propri crediti commerciali a favore di una società preposta alla riscossione e gestione degli stessi crediti, detta "factor". A quest'ultima, vengono corrisposte commissioni...
Aziende e Imprese

Come si utilizzano i fondi dei rischi e oneri

La vita di un'azienda è caratterizzata da eventi che non possono essere previsti e che impattano sull'andamento economico. Inoltre l'esercizio annuale può chiudersi con una perdita quando i costi sono superiori ai ricavi. In questi casi l'azienda per...
Aziende e Imprese

Come gestire lo scadenziario aziendale

Normalmente, un'azienda ha una molteplicità notevole di impegni temporali da gestire e da onorare. Per poter gestire al meglio lo scadenziario aziendale è necessario seguire un metodo efficace, che normalmente si avvale della tecnologia informatica...
Aziende e Imprese

Management: come gestire il tempo e ottimizzarlo

Un buon management è dato da un insieme di aspetti che comprendono la gestione di un'impresa, la sua organizzazione, le capacità operative dei reparti da un punto di vista individuale e nelle reciproche relazioni, fino ai risultati produttivi. In molti...
Aziende e Imprese

Come gestire più progetti di lavoro

Nella quotidianità può capitare di avere tanti impegni lavorativi. I vari progetti che portiamo avanti, le idee e le procedure che portiamo a compimento a volte si accavallano tra loro. In qesto caso incontriamo qualche piccola difficoltà nel riuscire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.