Come gestire bene un portafoglio clienti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In un mercato economico bisogna prestare attenzione a diversi fattori i quali consentono di sviluppare al meglio le proprie risorse. Chi fa economia aziendale sa che vi sono degli aspetti che è fondamentale curare e sopratutto non sottovalutare se si vuole mantenere al passo con l'economia, non solo del paese ma anche a livello mondiale. È importante infatti mantenere sempre un buon contatto con quelli che sono i migliori clienti, che hanno la possibilità di investire dei buoni capitali nei fatturati che vengono proposti e per far questo bisogna saper gestire bene un portafoglio clienti. Non è un'operazione complessa in quanto si deve semplicemente mantenere un buono stato della clientela migliore sfilando i nomi con i corrispettivi dati finanziari. Vediamo quindi nella guida come gestire un portafoglio clienti.

26

Occorrente

  • Lista clienti.
  • Capacità d'analisi.
36

In un mercato quasi saturo nella fornitura di beni e servizi, conquistare nuova clientela è un compito assai arduo sia per le aziende consolidate, sia per le nuove. Per questa ragione un portafoglio clienti diventa patrimonio irrinunciabile di qualsiasi azienda che non voglia soccombere alla concorrenza spietata. È dunque importante che la direzione aziendale sia cosciente non solo della composizione del proprio fatturato, ma anche della struttura e tipologia della clientela. Il consiglio quindi è quello di suddividere i propri clienti acquisiti in base alla tipologia del mercato in cui operano, come - per esempio - dettaglianti o grossisti.

46

Dopo aver suddiviso il portafoglio in diversi segmenti, possiamo capire quale sia la frequenza ottimale di visite al cliente da effettuare di mese in mese, valutando caso per caso. Ma per comprendere a fondo le caratteristiche del parco clienti, e interpretare i risultati dell'operato aziendale nei confronti degli avventori, è necessario "stratificare" il fatturato.

Continua la lettura
56

Per farlo è buona norma seguirne l'andamento, affidandone la gestione a personale esperto in materia. Possono aiutare in tal senso gli indicatori chiave di prestazione, cioè degli indici che controllano l'andamento dei processi aziendali. Solitamente, è compito di un analista determinarli. In base al potenziale del cliente e alla sua tipologia, è essenziale valutare l'entità degli investimenti nei servizi di logistica, rispettando sempre e comunque le tempistiche prestabilite per consegnare gli ordini come richiesto. Come abbiamo visto, per ogni categoria deve essere valutata una diversa strategia di marketing, effettuando investimenti qualitativamente e quantitativamente adeguati al tipo di cliente.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come gestire un database clienti con excel

La guida che prenderemo in esame si porrà come obiettivo quello di spiegarvi in pochi passi come poter riuscire a gestire un database clienti attraverso l'utilizzo del programma excel. Possiamo immediatamente incominciare ad argomentare su questa tematica....
Lavoro e Carriera

Come creare una rete di clienti

Il cliente è forse la più importante tra le risorse di una azienda. Creare una buona rete di clienti è uno dei principali fattori di successo e richiede un impegno serio e costante al fine di raggiungere non solo nuovi utenti, ma anche di fidelizzarli...
Lavoro e Carriera

Come diventare un Private Banker

Il Private Banker è una figura professionale atta a relazionarsi con i clienti. La funzione principale è quella di gestire il loro portafoglio, e acquisirne degli altri nuovi utilizzando i referral all'interno della loro rete. Un private banker tra...
Lavoro e Carriera

Consigli per gestire la segreteria di un ufficio

Un libero professionista ha spesso molti impegni da rispettare e una ricca agenda di lavoro da gestire. Per questo molti liberi professionisti scelgono di dedicare, nel proprio studio, un piccolo o uno spazio apposito per la segreteria. Se anche voi avete...
Lavoro e Carriera

Come gestire gli appuntamenti di lavoro

L'organizzazione è tutto nella vita, a maggior ragione nell'ambito lavorativo. L'agenda fornisce un prezioso aiuto in questo, se utilizzata naturalmente nel modo giusto. Altrettanto importanti sono le doti personali quali l'elasticità, la memoria infallibile,...
Lavoro e Carriera

Come gestire il front office

In ogni luogo di lavoro vi sono diverse figure che operano per soddisfare i bisogni di un cliente. All'interno di ogni azienda, piccola o grande che sia, si distinguono gli operatori che si occupano del back office e quindi della parte amministrativa...
Lavoro e Carriera

Come gestire un ufficio commerciale

L'ufficio commerciale all'interno di un' azienda assume un ruolo sempre più importante e in crescita. Subentra nell'organizzazione aziendale a supporto, o in sostituzione, di quella che era la figura del venditore, il quale si relazionava personalmente...
Lavoro e Carriera

Come gestire la corrispondenza erroneamente consegnataci

Molte volte sicuramente ti capita di trovare al di sopra delle cassette della posta o addirittura all'interno della tua, la corrispondenza che non ti appartiene e in molti casi non riguarda nemmeno glia altri condomini. Quando avviene ciò, per un doveroso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.