Come gestire bene i conflitti in un reparto di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Ogni gruppo è composto da diverse tipologie di persone, che potrebbero differenziarsi per il loro modo di ragionare, approcciarsi, relazionarsi, scherzare ecc.Ragion per cui in alcune circostanze quando si sta in stretto contatto con individui molto diversi da noi, potrebbero sorgere inevitabilmente delle divergenze o dei veri e propri conflitti. In campo lavorativo tali tensioni potrebbero aumentare a dismisura a causa: dello stress, delle rivalità, delle pressioni dirigenziali e della stanchezza. Se purtroppo ti trovi in una situazione simile a quella riportata, troverai utile questa guida in quanto ti fornirò validi consigli ed indicazioni, per gestire ed appianare bene i conflitti in un reparto di lavoro. Ecco come fare!

24

Innanzitutto è fondamentale il tempo. Se il contrasto si è verificato di recente ed è stato molto duro, lascia trascorrere un consistente lasso di tempo prima di "riaffrontare" come nel passo due la questione. Infatti rispondere di getto non sempre risulta essere la soluzione più vantaggiosa, visto che si potrebbe perdere la calma o la serenità, aspetto indispensabile come abbiamo visto nel primo passaggio di questa guida per gestire bene i conflitti in un reparto di lavoro.

34

Continuando, potrai rivolgerti ad una terza persona, che essendo neutra ed esente dalla situazione potrebbe fornirti un'ulteriore opinione sull'accaduto. Possibilmente se il conflitto è strettamente legato al campo lavorativo, porta alla conoscenza del fatto il tuo supervisore che grazie alla sua esperienza valuterà il modo migliore per gestire il conflitto.

Continua la lettura
44

Se la situazione non si è conclusa in maniera positiva tra te ed il tuo collega a motivo di passate o recenti divergenze, abbi la forza ma soprattutto la maturità di riaprire l'argomento con l'intento di appianare definitivamente i contrasti. Oltre tutto se la cosa non è eccessivamente importante sarebbe "stupido" rovinare la quiete lavorativa o la vostra reputazione, perciò se ne vale veramente la pena e il tuo collega è una la persona ragionevole con cui si può intavolare un discorso, tieni sempre in considerazione questa opzione. Come ultima cosa non perdere la pazienza. Rimanendo calmo potrai tenere sotto controllo la situazione, spiegare in maniera pacifica e dettagliata la tua opinione ed evitare di adottare un linguaggio scurrile. Inoltre tale condizione psico-fisica ti consentirà di: ascoltare il tuo interlocutore, valutare la motivazione o le motivazioni che lo hanno spinto ad esporre il suo concetto, analizzare i pro e i contro, ed arrivare così ad una conclusione ma soprattutto ad una soluzione adeguata e pacifica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come risolvere i conflitti sul luogo di lavoro

Hai litigato con il tuo collega di lavoro e non sai come risolvere il problema? Non ti preoccupare è normale che nel luogo di lavoro si creino delle piccole incomprensioni che sfociano poi in veri e propri conflitti. Queste situazioni possono peggiorare...
Lavoro e Carriera

Come evitare di litigare in ufficio

Nel nostro attuale sistema economico, il luogo di lavoro più frequentato non risulta più essere la fabbrica bensì è diventato l'ufficio. Proprio in ufficio si innescano delle ben precise dinamiche relazionali, soggette anch'esse a leggi simili ad...
Lavoro e Carriera

5 motivi per lavorare in un team internazionale

La globalizzazione lavorativa fa si che si interagisca con diverse persone da tutto il mondo. Gli strumenti multimediali (Internet e i vari social) ci permettono di instaurare scambi culturali molto importanti soprattutto nell'ambito lavorativo.È importante...
Lavoro e Carriera

Come inserire in un reparto ospedaliero un infermiere neoassunto

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter inserire in un reparto ospedaliero, un infermiere neoassunto. Dobbiamo sapere che le assunzioni di nuovi infermieri laureati ed anche il loro inserimento lavorativo presso le diverse Unità Operative...
Lavoro e Carriera

Come gestire un collega arrogante

In tutti gli ambienti di lavoro, soprattutto quelli in cui più persone sono costrette a condividere lo stesso spazio, è possibile assistere alla nascita di veri a propri conflitti, il più delle volte causati da sentimenti negativi come la presunzione...
Lavoro e Carriera

Come diventare peacekeeper

Il peacekeeper? Cos'è? Il Peacekeeper è quel professionista appartenente alla società civile, che affianca forze militari impegnate in operazioni di mantenimento della pace o interventi umanitari in zone afflitte da conflitti militari. Questa figura...
Finanza Personale

5 motivi per bloccare un conto corrente cointestato

Come vedremo di seguito, esistono indubbiamente dei vantaggi e degli svantaggi nella scelta di aprire un conto corrente cointestato. Ci sono una serie di motivi in particolare, che potrebbero spingere uno dei cointestatari a bloccare un conto corrente...
Aziende e Imprese

10 cose da fare per costituire una associazione di volontariato

Avviare un'associazione di volontariato potrebbe essere un'idea molto valida per fare qualcosa di utile per sé stessi e gli altri. Il settore del no profit rappresenta infatti una risorsa importante per svolgere tutte quelle attività di sostegno alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.