Come funziona un rid bancario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, spiegherò come funziona esattamente un rid bancario. Quando si parla di rid, si intende per la precisione un Rapporto Interbancario Diretto, il quale non è altro che un servizio di incasso crediti offerto dalle banche direttamente a tutti coloro che siano titolari di un conto corrente. In particolare, il rid consiste nell'addebito automatico sul conto di tutti i pagamenti, per esempio le rate del mutuo, le bollette domestiche, le tasse e qualsiasi altro tipo di utenza. Il rid può essere utilizzato sia per i pagamenti periodici che per le singole operazioni.

25

I principali requisiti del rid

Andando ora a parlare di quelli che sono i principali requisiti del rid, va detto che innanzitutto quest'ultimo deve basarsi sul fatto che il correntista autorizza la banca ad effettuare tutti gli addebiti sul proprio conto corrente e gli stessi provengono da tutti i soggetti creditori. Il rid per essere valido inoltre deve recare anche la firma del correntista, altrimenti tutte le operazioni risulteranno nulle. È fondamentale notare che, nel caso in cui si verifichi la mancanza di addebiti per un periodo di 36 mesi, ovvero tre anni, questo tipo di mandato decade in modo automatico. Inoltre, a partire dal 2014, è stato introdotto il SEPA, ossia il Single Euro Payments Area, il quale ha le stesse identiche funzionalità del rid, ma la differenza sta nel fatto che la zona di incasso è decisamente più ampia. Infatti, proprio in merito a quest'ultima, c'è da dire che comprende ben 33 paesi di tutto il continente europeo, fra questi figurano anche la Svizzera ed inoltre il Principato di Monaco. Il rid inoltre è utile per le aziende. Le aziende di tutte le dimensioni possono risparmiare tempo e denaro, rendendo i depositi online con immagini a distanza di deposito (RID). Utilizzando la più recente tecnologia di imaging, è possibile acquisire i controlli ricevuti dai clienti elettronicamente. È sufficiente trasmettere i depositi di controllo on-line in soli tre clic con il mouse. L'applicazione RID leggerà la quantità di ogni controllo e concilierà l'importo del deposito prima che la transazione sia presentata.

35

Il modulo di richiesta e di revoca

Per poter usufruire del servizio di incassi offerto dalla banca sarà necessario compilare un apposito modulo. Lo stesso dovrà indicare i dati identificativi dell'azienda creditrice, quelli del correntista richiedente, il nome della banca e della relativa agenzia, infine il codice IBAN. Il rid, per poter essere valido e quindi idoneo ad autorizzare la banca ad effettuare gli addebiti, deve essere firmato in ciascuna parte dal richiedente ed inoltre deve riportare il numero, la data di emissione, la scadenza e alla modulistica dovrà essere allegato anche un documento di identità. Al mandato dovrà anche essere allegata una copia del rid. In caso di domiciliazione delle bollette domestiche, il modulo compilato in tutte le sue parti potrà essere restituito al gestore che provvederà a contattare successivamente la banca. In tutti gli altri casi deve essere consegnato personalmente dal correntista. Il modulo di revoca si può presentare in qualsiasi momento alla banca che provvederà a sospendere i pagamenti.

Continua la lettura
45

Gli addebiti non autorizzati e le contestazioni

C'è da tenere presente che la presenza del rid e soprattutto della delega alla banca ad effettuare i prelievi utili a saldare i conti del cliente, non solleva quest'ultimo dalla responsabilità di verificare che le somme addebitate siano corrette e di avvertire in tempo utile la banca nel bloccare eventuali pagamenti non dovuti verso un creditore. In caso di mancanza di autorizzazione all'addebito, il cliente dovrà presentare un'apposita richiesta di rimborso per tutte le somme non dovute entro e non oltre 13 mesi dalla data dell'operazione. Nel caso in cui ci sia la contestazione di addebiti autorizzati, la domanda di rimborso dovrà essere effettuata entro e non oltre le otto settimane dalla data dell'operazione.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Fido bancario: cos'è e come funziona

Il fido bancario rappresenta uno strumento di credito che gli istituti bancari concedono ai propri clienti per consentirgli di possedere uno scoperto, oppure del denaro disponibile, che successivamente dovranno rimborsare non appena avranno un rientro...
Banche e Conti Correnti

Come ottenere un fido bancario

Quando un'azienda o semplicemente un privato ha una liquidità di denaro insufficiente rispetto alle reali esigenze, può rivolgersi a una banca chiedendo di poter usufruire di una speciale forma di finanziamento, il fido bancario. Per poter richiedere...
Banche e Conti Correnti

Le differenze tra assegno bancario e circolare

L'assegno è uno strumento finanziario di pagamento. Spesso si sente parlare di assegni bancari e circolari, ma probabilmente molti non ne conoscono la differenza: tecnicamente si tratta di due modi di pagamento differenti.In questa guida tenteremo di...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto bancario aziendale

Aprire un conto bancario aziendale costituisce un'operazione necessaria nel caso in cui siate titolari di una ditta, di un'azienda o di un esercizio commerciale, ma comunque è un'operazione abbastanza semplice da realizzare. Avrai bisogno di alcuni documenti...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il rating bancario

Il rating bancario rappresenta un tipico strumento che consente di controllare, in maniera costante, il livello dei titoli obbligazionari e gli eventuali rischi a carico delle imprese. Generalmente il valore di questo parametro viene espresso in lettere....
Banche e Conti Correnti

Come accreditare la pensione su conto corrente bancario

Quello della pensione è un periodo atteso da moltissimi lavoratori che, dopo una vita di lavoro e fatiche finalmente possono godersi il meritato riposo. Una volta giunti alla pensione si pone il problema di come accreditare i propria soldi sul conto,...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay da conto corrente bancario

Le carte Postepay sono delle carte emesse da Poste Italiane sulle quali è possibile caricare somme di denaro ed adempiere così in modo semplice e diretto a transazioni, pagamenti e operazioni varie, ivi comprese le ricariche telefoniche. Questo tipo...
Banche e Conti Correnti

Tutto sull'assegno circolare e bancario

Nel caso in cui vi siano da affrontare delle spese di grosse quantità economiche il metodo più sicuro è sicuramente l'assegno. Questo è un documento fornito dalla banca in cui si è aperto il conto che consente di pagare grosse somme di denaro: così...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.