Come funziona lo Spread

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una parola che negli ultimi anni ha allarmato non poco l'economia italiana è Spread, ma che cos'è? È una parola inglese utilizzata nel linguaggio finanziario italiano, per indicare la differenza di rendimento tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi. Più precisamente è la differenza tra il prezzo che chiede il venditore e la somma che il compratore è disposto a pagare. Detta in parole povere, uno Stato con poca credibilità e instabilità politica-finanziaria offre meno garanzie al mercato, quindi i compratori sono meno propensi all'acquisto e se lo fanno tenderanno al ribasso. In altri termini è, un parametro per stabilire la stabilità economica di un Paese. È una logica di mercato capace di tenere in pugno molti Stati tra cui l'Italia. Nella guida vedremo come funziona lo Spread e perché influenza tanto l'economia di uno Stato.

26

Come si stabilisce lo Spread

Lo Stato italiano per finanziarsi emette i cosiddetti Titoli di Stato tra cui BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) e BTP (Buoni del Tesoro Pluriennali). Questi Titoli vengono emessi sul mercato azionario come Obbligazioni Governative. Solitamente quando ad emetterli sono Paesi sviluppati, sono considerati a basso rischio di insolvenza. Le condizioni basilari per calcolare lo Spread sono, la valuta e la scadenza. Infatti una maggiore durata, rappresenta un maggiore rischio per gli investitori, per questo lo Spread viene misurato sui BOT decennali. Il motivo per cui vengono presi come riferimento i Bund tedeschi risiede nel fatto che la Germania è considerato il più grande mercato della zona Euro; questa Nazione viene di conseguenza percepita come il Paese più sicuro.

36

Come funziona lo Spread

Cosa determina le fluttuazioni dell'indice dello Spread? Sono i movimenti di acquisto e vendita sul mercato dei Titoli, a determinarne la variazione. Quando molti operatori economici decidono di vendere le obbligazioni di uno Stato, il prezzo delle stesse diminuisce innalzando il tasso di rendimento. Al contrario, quando avvengono pochi movimenti, quindi gli investitori attendono la naturale scadenza dei Titoli, lo Spread rimane stabile o diminuisce. Spesso ad incidere su queste operazioni sono le vicende politiche-economiche di un Governo.

Continua la lettura
46

Come si comportano gli interessi

Il tasso di interesse, che deve ripagare uno Stato sulle obbligazioni emesse, è più alto quando c'è il pericolo di insolvenza. In questo modo lo Stato si indebita ulteriormente piazzando difficilmente altri Titoli. Ciò che il cittadino avverte maggiormente è la percentuale di Spread proposta dalle banche al momento della sottoscrizione di un mutuo. Aumentando lo Spread aumentano i tassi applicati al mutuo. Inoltre i maggiori costi di finanziamento da parte della banca, ricadono sui clienti sotto forma di un maggior costo per i servizi.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non è consigliabile stipulare un mutuo quando lo Spread è in ascesa

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come funziona l'Affiliate Marketing

Oggi il web offre tantissime opportunità di business, grazie ad alcune operazioni di mercato che si possono fare standosene comodamente seduti in poltrona e con un semplice click. Infatti, ad esempio c'è il cosiddetto Affiliate Marketing che se ben...
Aziende e Imprese

Il Fundraising: cos'è e come funziona

Il fundraising nasce in Europa ma, sin da subito, si sviluppa negli Stati Uniti grazie, soprattutto, all'azione di Henry Rosso. Quest'ultimo è conosciuto per essere il fondatore della prima scuola al mondo di fundraising ed ha descritto questo tipo di...
Aziende e Imprese

Cos'è e come funziona il recupero crediti

Nella società odierna siamo abituati a mantenere un tenore di vita piuttosto alto, permettendoci lussi a volta al di fuori delle nostre reali possibilità economiche; può anche capitare di investire in beni materiali quando si gode di una buona situazione...
Aziende e Imprese

Come funziona il debito pubblico

Sintesi semplificata e accessibile per comprendere e poter spiegare a tutti la definizione di debito pubblico, per analizzare come funziona nella fattispecie rapportata alla situazione economica dello Stato italiano.Innanzitutto, per inquadrare gli aspetti...
Aziende e Imprese

Come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata

Nell'ambito dei contratti di lavoro di tipo occasionale, esiste il "contratto a chiamata". Denominato anche "contratto a intermittenza" oppure "job on call". Si tratta di un tipo di contratto di lavoro di introduzione piuttosto recente. Si disciplina...
Aziende e Imprese

Come funziona un gruppo di acquisto solidale

Se un gruppo di consumatori decide di comprare un prodotto le quantità crescono e di conseguenza il potere di acquisto aumenta. In questo modo si ha la possibilità di pagare un prezzo inferiore e di poter usufruire di conseguenza di un risparmio economico...
Aziende e Imprese

Trading di opzioni binarie: cos'è e come funziona

Probabilmente molti di voi avranno sentito parlare del cosiddetto "trading binario" nell'ambito della borsa, ma cos'è effettivamente? E, soprattutto, come funziona? In questa breve e semplice guida, andremo alla scoperta del trading di opzioni binarie:...
Aziende e Imprese

Lavoro occasionale: come funziona

Ormai da parecchio tempo, la crisi economica ha decimato notevolmente le opportunità di riuscire a trovare un'attività lavorativa stabile. Di conseguenza, anche un lavoro occasionale potrebbe costituire uno spiraglio di luce insperato. Il mestiere occasionale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.