Come funziona la pensione di accompagnamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pensione di accompagnamento è un particolarissimo sostegno di tipo economico che viene erogato dall'INPS alle persone con una invalidità pari al 100% che hanno difficoltà a muoversi autonomamente o che hanno bisogno di cure continue. Se ci troviamo in questa situazione e abbiamo bisogno di richiedere questa pensione, per prima cosa dovremo capire quali sono tutti i requisiti da rispettare e quale iter burocratico seguire per riuscire ad ottenerla. Se non abbiamo mai eseguito questo tipo di pratiche, potremo provare a ricercare su internet delle guide che ci mostrino i vari passaggi da eseguire per riuscire ad ottenere questa pensione in maniera molto semplice e rapida. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come funziona la pensione di accompagnamento.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Requisiti per la richiesta della pensione di accompagnamento

A partire dall'anno 2013, il Ministero ha stabilito in Corte di Cassazione che la somma per l'assegno di accompagnamento ammonta a 499,27 euro. Per avere diritto a tale agevolazione, occorre essere in possesso di determinati requisiti: il certificato della ASL che dichiari lo stato di invalidità, accertata tramite una visita da parte della Commissione competente e la relativa certificazione della necessità di usufruire di ausili quotidiani (ad esempio una sedia a rotelle o mezzi salvavita). L'accompagnamento non può essere cumulato con altri sussidi economici in atto e non è reversibile. Sarà compito del consulente Inps consigliare eventualmente il soggetto o chi ne fa le veci dell'opzione migliore e adatta alle proprie esigenze.

45

Persone che possono richiedere la pensione di accompagnamento

Possono fare domanda di indennità di accompagnamento anche i minori con difficoltà di deambulazione e che necessitano di assistenza continuativa, i ciechi assoluti, coloro che stanno effettuando cicli di chemioterapia o altri trattamenti medici in regime di day hospital e che non possono accedere autonomamente alle strutture sanitarie; gli epilettici (sia con le cosiddette crisi di assenza che con attacchi saltuari), i soggetti affetti da sindrome di Down, e gli anziani con il morbo di Alzheimer. Inoltre, rientrano nei beneficiari anche tutti i soggetti che, anche se in grado di svolgere in tutto o in parte i principali compiti quotidiani come alimentarsi, vestirsi e lavarsi, richiedono comunque un supporto elargito da persone terze perché affetti da patologie della sfera intellettiva, cognitiva e comportamentale che, possono minare la loro integrità psicofisica.

Continua la lettura
55

Controlli da parte dell'ASL

Dopo che si è ottenuto l'assegno, l'Azienda Sanitaria Locale ha diritto di effettuare regolari controlli per verificare che la somma in questione sia effettivamente spesa per l'ambito sanitario ed assistenziale. In caso contrario, la contravvenzione porta alla sospensione immediata dell'assegno e regolare denuncia alle Autorità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Indennità di accompagnamento: i criteri secondo INPS

Cos'è l’indennità di accompagnamento? Chi ha titolo per farne richiesta e quali criteri vengono adottati dall'INPS per vagliare le domande e garantire il sussidio agli aventi diritto? Proprio a queste domande troverete risposta nella guida a seguire....
Previdenza e Pensioni

Come crearsi una pensione integrativa

A causa della crisi, dell'alto tasso di disoccupazione e della probabilità sempre inferiore di andare in pensione, molte persone hanno deciso di crearsi una pensione integrativa. Ma cos'è? È semplicemente una pensione che aumenta le possibilità di...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'accompagnamento

L'assegno di accompagnamento per invalidità è un beneficio conferito ai disabili che hanno bisogno di un (accompagnatore) che li aiuti nelle operazioni quotidiane. Per ottenerlo, è necessario presentare domanda all'INPS. In questa guida, saranno illustrati...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il contributo di accompagnamento

Il contributo di accompagnamento consiste in un versamento economico, a favore di soggetti non autosufficienti. Possono ottenerlo tutte quelle persone mutilate o totalmente invalide, incapaci di vivere autonomamente. Si tratta di un’erogazione che esula...
Previdenza e Pensioni

Come aprire un fondo pensione

L'esigenza di costruirsi una pensione integrativa è una delle sfide che si devono, oggi, affrontare. Molti italiani vogliono avere sicurezza economica nel futuro, e pensano che la pensione erogata dal solo INPS non sarà sufficiente a fare fronte a...
Previdenza e Pensioni

Come si ottiene la pensione per le casalinghe

Molti pensano che la pensione sia un contributo che spetta soltanto a coloro che hanno lavorano una vita intera, accumulando una determinata somma di contributi. Tuttavia, a partire dal 1° gennaio 1997, grazie all'istituzione del fondo casalinghe, è...
Previdenza e Pensioni

Come fare il rinvio della pensione

Con la riforma Fornero il mondo delle pensioni è stato del tutto rivoluzionato e la tanto attesa pensione è ormai un miraggio per molti italiani. Le regole sono tante e sembrano cambiare giorno per giorno, non si capisce bene il criterio adottato e...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione Inps

Dal primo maggio 2015 il sito dell'INPS ha introdotto uno strumento interessante per tutti coloro che vogliono sapere quando avverrà il proprio pensionamento e soprattutto a quanto ammonterà la pensione che riceveranno. Per effettuare questo calcolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.