Come funziona la pensione di accompagnamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pensione di accompagnamento è un particolarissimo sostegno di tipo economico che viene erogato dall'INPS alle persone con una invalidità pari al 100% che hanno difficoltà a muoversi autonomamente o che hanno bisogno di cure continue. Se ci troviamo in questa situazione e abbiamo bisogno di richiedere questa pensione, per prima cosa dovremo capire quali sono tutti i requisiti da rispettare e quale iter burocratico seguire per riuscire ad ottenerla. Se non abbiamo mai eseguito questo tipo di pratiche, potremo provare a ricercare su internet delle guide che ci mostrino i vari passaggi da eseguire per riuscire ad ottenere questa pensione in maniera molto semplice e rapida. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come funziona la pensione di accompagnamento.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Requisiti per la richiesta della pensione di accompagnamento

A partire dall'anno 2013, il Ministero ha stabilito in Corte di Cassazione che la somma per l'assegno di accompagnamento ammonta a 499,27 euro. Per avere diritto a tale agevolazione, occorre essere in possesso di determinati requisiti: il certificato della ASL che dichiari lo stato di invalidità, accertata tramite una visita da parte della Commissione competente e la relativa certificazione della necessità di usufruire di ausili quotidiani (ad esempio una sedia a rotelle o mezzi salvavita). L'accompagnamento non può essere cumulato con altri sussidi economici in atto e non è reversibile. Sarà compito del consulente Inps consigliare eventualmente il soggetto o chi ne fa le veci dell'opzione migliore e adatta alle proprie esigenze.

45

Persone che possono richiedere la pensione di accompagnamento

Possono fare domanda di indennità di accompagnamento anche i minori con difficoltà di deambulazione e che necessitano di assistenza continuativa, i ciechi assoluti, coloro che stanno effettuando cicli di chemioterapia o altri trattamenti medici in regime di day hospital e che non possono accedere autonomamente alle strutture sanitarie; gli epilettici (sia con le cosiddette crisi di assenza che con attacchi saltuari), i soggetti affetti da sindrome di Down, e gli anziani con il morbo di Alzheimer. Inoltre, rientrano nei beneficiari anche tutti i soggetti che, anche se in grado di svolgere in tutto o in parte i principali compiti quotidiani come alimentarsi, vestirsi e lavarsi, richiedono comunque un supporto elargito da persone terze perché affetti da patologie della sfera intellettiva, cognitiva e comportamentale che, possono minare la loro integrità psicofisica.

Continua la lettura
55

Controlli da parte dell'ASL

Dopo che si è ottenuto l'assegno, l'Azienda Sanitaria Locale ha diritto di effettuare regolari controlli per verificare che la somma in questione sia effettivamente spesa per l'ambito sanitario ed assistenziale. In caso contrario, la contravvenzione porta alla sospensione immediata dell'assegno e regolare denuncia alle Autorità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come chiedere l'assegno di accompagnamento per invalidità civile

L’assegno di accompagnamento per invalidità civile è una indennità economica, erogata a domanda dall'Inps, a favore dei soggetti con menomazioni. Una commissione verificherà che il soggetto non possa camminare nè svolgere le azioni quotidiane senza...
Previdenza e Pensioni

Pensione ed assegno di inabilità: differenze

La pensione è un traguardo molto ambito da chi ha maturato molti anni di duro lavoro e che, con l'età avanzata, vuole godersi la propria famiglia e il proprio tempo libero. Infatti, la pensione non è altro che un vitalizio che tramite il datore viene...
Finanza Personale

Come richiedere la pensione di inabilità

La pensione di inabilità è un sussidio che spetta al lavoratore dipendente o autonomo affetto da infermità fisica o mentale. Tale sussidio è garantito dalla legge 222 del 12 giugno 1984 entrata in vigore il primo luglio dello stesso anno. Il grado...
Previdenza e Pensioni

Le tipologie di pensione previste dall'INPS

Districarsi tra le tipologie di pensione previste dall'INPS non è impresa facile.Se abbiamo bisogno di informazioni ci sono varie strade: telefonare ad un numero verde che è gratuito ma che richiede sempre tempi biblici prima di fornire una risposta...
Lavoro e Carriera

Come fare domanda di assegno ordinario di invalidità

L'inps: l'istituto nazionale di previdenza sociale, concede la pensione di invalidità civile ai lavoratori dipendenti, agli autonomi e a quanti siano iscritti ad alcuni fondi pensionistici sostitutivi ed integrativi dell'assicurazione generale obbligatoria....
Previdenza e Pensioni

Come chiedere la ricostituzione della pensione

In questo tutorial vedremo come chiedere la ricostituzione della pensione. Il fatto di arrivare all'età della pensione con gli anni esatti di contributi, è un traguardo che tantissime persone sperano di arrivare, però una volta che si è tagliato,...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione di invalidità

Esistono diversi modi per richiedere la pensione di invalidità, sia recarsi presso l'ufficio di competenza oppure richiederla direttamente online. Molte volte, però, per non incorrere in errori di trascrizione della domanda, si preferisce, rivolgersi...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di reversibilità

La reversibilità è una prestazione previdenziale, che spetta ai familiari della persona che durante la vita era già titolare di pensione. Quest'ultima potrà essere richiesta se il deceduto prendeva già una pensione di disabilità o anzianità se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.