Come funziona la cessione del quinto dopo un licenziamento

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La cessione del quinto è una forma di prestito che viene utilizzata dai lavoratori o dai pensionati. Si tratta di un valido strumento finanziario per affrontare momenti particolari, imprevisti o spese urgenti. La cessione del quinto è un prestito con tasso fisso e può essere richiesto per diversi motivi: per acquisto di un auto, per ristrutturazione casa, per pagare un viaggio anche per saldare un debito. Il lavoratore, oppure il pensionato, non ha alcun obbligo di motivare la domanda della cessione del quinto. Vediamo come funziona la cessione del quinto in caso di licenziamento.

26

Cessione del quinto nel caso di licenziamento.

Quando viene stipulato una cessione del quinto, il lavoratore deve necessariamente autorizzare il vincolo del suo TFR (cioè il compenso maturato per "Trattamento di fine rapporto") a favore dell'istituto di credito che ha erogato il prestito in questione. Per tutelare chi eroga il finanziamento, oltre al vincolo del TFR, vi sono anche delle polizze assicurative. Perciò in caso di licenziamento il debito viene in qualsiasi caso saldato.

36

Diversi casi che si possono verificare in caso di licenziamento.

In caso di licenziamento si possono verificare 2 casi: il debito è maggiore del TFR maturato, oppure il debito è inferiore al TFR del lavoratore. Nel primo caso il dipendente resterà nello status debitore nei confronti dell'istituto di credito e sarà chiamato ad estinguere il debito con un bonifico. Nel secondo caso interviene la società assicurativa che effettuerà un pignoramento sulla busta paga, liberando il lavoratore licenziato dalla condizione di debitore nei confronti dell'istituto di credito.

Continua la lettura
46

Cosa accade a seguito di un licenziamento quando si ha la cessione del quinto dello stipendio.

Con la cessione del quinto nasce una specie di meccanismo a catena tra i vari soggetti interessati, che sono l?istituti di credito cha ha erogato il prestito, la società di assicurazioni che interviene in caso di insolvenza, l?aziende e lavoratori. Quando il lavoratore licenziato ha una cessione del quinto sul suo stipendio si crea una situazione molto particolare e delicata. I motivi del licenziamento possono essere diversi e anche non strettamente collegati alla situazione del lavoratore, come nel caso di fallimento dell'azienda. Quando il lavoratore ha in atto un una cessione del quinto, è compito dell?azienda stessa interessarsi a trattenere in busta paga l?importo del debito contratto dal lavoratore allo scopo di coprire il debito con l?istituto di credito.

56

Quando è l'azienda ha decidere il licenziamento va a costituire la passività in bilancio.

Quando il licenziamento è invece motivato da una giusta causa e quindi viene generato per volontà dell?azienda, allora la società di assicurazione potrebbe non corrispondere nessun indennizzo all?istituto di credito che ha erogato il prestito e quindi il credito va a costituire la passività sul bilancio dell'azienda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona la cessione del credito IVA

La cessione del credito IVA è una specifica direttiva proposta dal Ministero delle Finanze, che prevede la possibilità da parte di un soggetto lavoratore di trasferire il suo credito ad un altro individuo secondo delle modalità ben precise. In genere,...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
Finanza Personale

Come estinguere un finanziamento prima della scadenza

Quando si stipula un contratto di finanziamento con una banca o un’agenzia preposta a ciò, è importante sapere che è possibile anche chiedere l’estinzione anticipata in qualsiasi momento e non necessariamente rispettando la data di scadenza. Questa...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Andorra

Il sistema fiscale vigente in Andorra è il frutto di recenti modifiche e riforme compiute al fine di modernizzarsi come gli altri paesi europei per stipulare accordi internazionali. Infatti, il sistema veniva basato su un'imposizione diretta e una indiretta...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Albania

Il sistema fiscale albanese è costituito da un insieme di leggi, regolamenti, direttive ed accordi con altri paesi (soprattutto con l'Italia), in cui si riflettono le varie tipologie di tasse che vengono applicate. Allo stesso modo vengono stabilite...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale alle Bahamas

Reputato un paradiso fiscale per via delle sue tasse particolarmente basse, l'arcipelago delle isole Bahamas, ancor oggi appartenente al Commowealth, è sede dei capitali di un numero imprecisato di ricconi che non desiderano devolvere al fisco del paese...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Cile

Il sistema fiscale in Cile ha subito diverse modifiche nell'ultimo ventennio, a seguito del passaggio dalla dittatura della giunta militare al regime democratico. Ad oggi la nazione sudamericana vanta una pressione fiscale media, che non penalizza particolarmente...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Corea del Sud

Tutt'oggi la Corea del Sud, può essere considerata tra le economie emergenti, con promettenti possibilità di sviluppo nel medio e lungo termine. Tuttavia la Corea del Sud rimane un mercato poco conosciuto dalle aziende italiane, che potrebbero trovare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.