Come funziona la cessione del credito IVA

Tramite: O2O 13/03/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

La cessione del credito IVA è una specifica direttiva proposta dal Ministero delle Finanze, che prevede la possibilità da parte di un soggetto lavoratore di trasferire il suo credito ad un altro individuo secondo delle modalità ben precise. In genere, è preferita da coloro che hanno bisogno di un certa liquidità per autofinanziare la loro attività artigianale o aziendale. In riferimento a ciò, vediamo nel dettaglio come funziona la cessione del credito IVA.

26

Trasferire il credito a terzi

Il concetto di cessione del credito seppur debba seguire un iter burocratico predefinito, non è affatto difficile da comprendere nè tantomeno da mettere in pratica. Infatti, un soggetto lavoratore quindi con regolare possesso di una partita IVA è obbligato al rispetto degli oneri fiscali nel caso della cessione del credito in cui viene indicato come cedente, e che può quindi trasferirlo a terzi ovvero a dei cessionari.

36

Evidenziare la cessione nel quadro VR della dichiariazione IVA

Questa tipologia di contratto è in pratica un?intesa tra i due, e non richiede alcun consenso da parte del debitore a cui il credito viene ceduto. Tale possibilità è dettata dal fatto che è indifferente se l?importo vada ad uno o ad un?altra persona, purché alla fine venga effettivamente pagato. Tuttavia va sottolineato che il cedente deve conoscere il soggetto che effettua il pagamento. Per questo motivo il regolamento prevede che il debitore venga adeguatamente informato. Una volta espletata la pratica, il cedente dovrà effettuare lui il pagamento al cessionario, ed in tal caso è importante sapere che quest?ultimo per evitare di pagare due volte non deve esimersi dall?obbligo di effettuare il versamento. La cessione del credito IVA a terzi, va opportunamente evidenziata nel quadro VR della dichiarazione Iva annuale, e per avere valore deve essere certificata in due diversi modi, ovvero attraverso una scrittura privata comunque autenticata da un notaio oppure con un atto pubblico.

Continua la lettura
46

Inviare copia al notaio dell'ufficio IVA

Il cedente del credito IVA deve tra l?altro inviare la copia di uno dei due certificati al notaio dell?ufficio Iva territoriale in modo che possa autenticarla. Inoltre va precisato che per la cessione da parte di un soggetto a terzi, ci sono alcune delimitazioni; infatti, riguarda soltanto i crediti che risultano effettivamente elencati nel suddetto quadro VR del modello Iva, mentre quelli dei primi tre trimestri non si possono cedere, salvo che non siano stati inseriti nella dichiarazione annuale da effettuare entro il 30 aprile.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona la cessione del quinto dopo un licenziamento

La cessione del quinto è una forma di prestito che viene utilizzata dai lavoratori o dai pensionati. Si tratta di un valido strumento finanziario per affrontare momenti particolari, imprevisti o spese urgenti. La cessione del quinto è un prestito con...
Finanza Personale

Carta di credito: come funziona l'addebito

I possessori di carta di credito ormai conoscono pienamente le funzionalità ad essa correlate, ma non sempre conoscono l'esatto funzionamento di queste funzioni. È ormai prassi pagare e richiedere addebiti su conti bancari e carte di credito. Questi...
Finanza Personale

Come ottenere un prestito con la cessione del quinto per arredare casa

Negli ultimi anni si sta sviluppando, sempre di più, il fenomeno “crisi”. Per questo motivo, le famiglie di un tempo sono sempre più difficili da trovare. Infatti in questi ultimi anni si possono trovare famiglie composte dai due genitori con un...
Finanza Personale

Come chiudere una partita IVA dormiente

Chi possiede una regolare attività commerciale detiene anche la partita IVA. Più nel dettaglio si tratta di una sequenza di cifre. Tale numero si associa come identificativo ad un soggetto che eserciti delle attività. In questo caso si tratta appunto...
Finanza Personale

Come Calcolare Importo della Merce senza IVA

Quando si apre un'attività commerciale, la cosa più importante da sapere è quanto si spenderà per la merce che dovrà essere poi venduta. Purtroppo l'IVA è arrivata ad una percentuale molto alta e questo fa si che i prezzi lievitino parecchi. Per...
Finanza Personale

Come compilare la dichiarazione IVA

Tra gli argomenti più ostici e meno facili da capire ed interpretare c'è sicuramente quello che riguardo il sistema tributario, in merito a ciò infatti abbiamo pensato di realizzare questa guida per spiegare come compilare la dichiarazione Iva. Essa...
Finanza Personale

Carta di credito e carta di debito: differenze

Le carte di credito e quelle di debito ci permettono di avere accesso ai nostri risparmi, senza dover portare in giro soldi contanti. Questa grande innovazione ci aiuta a gestire al meglio le nostre risorse economiche e si possono utilizzare praticamente...
Finanza Personale

Come scorporare l'iva

Quando si possiede una qualsiasi azienda, è necessario affrontare tante problematiche nel migliore dei modi. Esempi di problemi riguardano il fatturato insufficiente, l'assunzione di lavoratori competenti, il sostenimento di notevoli costi ed il pagamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.