Come funziona l'Inps

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo tutorial vi spieghiamo che cosa è l'INPS e come funziona. Tale ente è la sigla dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, che nello specifico è l'ente previdenziale relativo al sistema pensionistico in Italia. Tutti i lavoratori dipendenti, che sono assunti in regolar modo, cioè con un tipo di contratto qualsiasi, dovranno essere iscritti a tale ente obbligatoriamente. Tutti coloro perciò che sono dipendenti pubblici oppure privati, quando hanno firmato un contratto di lavoro, saranno iscritti all'INPS in modo automatico. In seguito, vi spiegheremo in pochi passi anche come sarà composto, ed al tempo stesso in passi semplici vi indicheremo come funziona l'INPS in modo parecchio dettagliato. Buona lettura!

25

L'INPS non eroga soltanto la pensione

L’Istituto nazionale di previdenza sociale, diversamente da come tutti possono pensare, non eroga solo le pensioni alle persone che hanno raggiunto il diritto, sia per coloro che hanno raggiunto il minimo di 25 anni di contributi versati, sia per anzianità. In questo abbiamo inteso lavoratori, artigiani e commercianti. L’Istituto nazionale di previdenza sociale infatti, eroga anche altri tipi di pagamenti, e cioè per tutte le persone che rientrano nel piano chiamato "welfare" che significa "lo stato sociale".

35

L'INPS eroga anche assegni per prestazioni

L'INPS eroga anche assegni per prestazioni che vengono calcolate e distribuite al lavoratore, a seconda lo status lavorativo, oltre alle pensioni e agli assegni sociali. Chi non ha lavoro oppure per motivi di salute è costretto ad assentarsi, l’ente eroga un’indennità a sostegno del reddito, come per esempio quella che viene riconosciuta durante il periodo di maternità, l’assistenza sanitaria, l’indennità di disoccupazione, la cassa integrazione, la mobilità ed il Tfr che è il trattamento di fine rapporto. L’Inps riesce ad ottemperare ai suoi obblighi verso gli iscritti grazie ad un prelievo contributivo al mese oppure ogni tre mesi sia dai lavoratori dipendenti ma anche da quelli autonomi.

Continua la lettura
45

Tutti i lavoratori devo versare i contributi

Un lavoratore occasionale che lavora o fa un servizio iniziando da un minimo di un giorno, ha diritto per legge al versamento dei contributi, ed anche in tal caso, i giorni o i mesi di lavoro vengono conteggiati ai fini dell’erogazione della pensione, essendo poi cumulabili con altri contributi avuti nelle attività lavorative precedenti. I lavoratori dipendenti, che hanno un contratto a tempo sia indeterminato che determinato, sono obbligati a versare i contributi direttamente mediante la busta paga e, e questo capita a cura del datore di lavoro. L'importo ammontare viene stabilito in proporzione allo stipendio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come fare l'estratto dei pagamenti ricevuti dall'INPS

Da qualche anno ormai anche l'INPS, L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, si è messo al passo coi tempi delle nuove generazioni che svolgono gran parte delle attività burocratiche online, evitando così un rallentamento delle procedure, perdita...
Finanza Personale

Come richiedere ed attivare il codice PIN dell'INPS

Per poter accedere ai servizi telematici che vengono messi a disposizione del cittadino da parte dell'Istituto Nazionale Nazionale della Previdenza Sociale (INPS), è necessario richiedere ed attivare un codice alfanumerico di accesso. Questo codice è...
Finanza Personale

Come ricongiungere contributi Inps e Inpdap

Quando si lavora soprattutto all'inizio della carriera, lontano è il pensiero della pensione e quindi anche se cambiate spesso lavoro, non vi fermate a pensare se i contributi sono versati sempre nello stesso ente o no, poi con il passare degli anni...
Finanza Personale

Come monitorare le richieste presentate all'INPS

Attualmente quasi tutti gli enti di natura, fiscale, scolastica, sanitaria o di altro tipo, si avvalgono di siti web sui quali, dopo essersi registrati, fornendo i propri dai anagrafici, una e-mail ed una password, è possibile reperire notizie utili,...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
Finanza Personale

Come funziona la cessione del credito IVA

La cessione del credito IVA è una specifica direttiva proposta dal Ministero delle Finanze, che prevede la possibilità da parte di un soggetto lavoratore di trasferire il suo credito ad un altro individuo secondo delle modalità ben precise. In genere,...
Finanza Personale

Forex: cos'è e come funziona

Durante questo momento di grande crisi economica, molte persone cercano di guadagnare qualche soldo in più. Numerosi sono coloro che promettono denaro facile, senza poi mantenere le promesse. Altri sono invece più seri e consentono di avere un extra-guadagno....
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale a San Marino

Il sistema fiscale è l'insieme delle norme fiscali vigenti in una nazione. Le norme fiscali regolamentano tasse, versamenti e contributi e risultano, quindi, essere molto importanti per il cittadino che risiede in quel determinato Stato. Stai pensando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.