Come funziona il bonus verde

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La legge di Bilancio 2018 ha introdotto il bonus verde, un'agevolazione fiscale sui giardini, terrazzi e balconi. Quest'agevolazione, anche se viene catalogata come riguardante il domicilio, in realtà serve ad aiutare chi deve incorrere in grandi spese per curare il verde, comprendendo qualsiasi tipo di costo per strumenti come gli impianti per l'irrigazione, i pozzi, i balconi, i giardini e tutto quello che può servire per la manutenzione giornaliera delle aree fiorite. La detrazione Irpef è del 36% e spetta a tutti i cittadini che si occupano di questo tipo di interventi. Il bonus verde è sempre rivolto alla casa ( o giardino) e per questo motivo, in caso di interventi di manutenzione del verde eseguiti su due diversi immobili si possono ottenere due detrazioni singole che verranno poi sommate. Se anche voi siete interessati al bonus verde e volete sapere come funziona, a chi è rivolto e con quali modalità e limitazioni, leggete questa utilissima guida ricca d'informazioni. Alla fine della lettura sicuramente saprete come usufruire di questa importante agevolazione secondo le disposizioni del Ministro delle politiche agricole.

25

A chi spetta

Il bonus verde spetta a tutti i cittadini che devono sostenere spese continuative per la riqualificazione di prati, giardini, terrazzi ed aiuole, e per la loro manutenzione. Questa regola vale sia per i condomini che per i cittadini privati. Il bonus verde vi spetta anche se effettuate degli interventi sulle parti comuni dei condomini, se esse sono rivolte esclusivamente all'esterno. Nel caso di una fornitura di piante o fiori, la regola non cambia, anche se si tratta di giardini di interesse storico. L'agevolazione è concessa per una spesa massima di cinquemila euro per ogni unità immobiliare. L'unica limitazione per quanto riguarda i lavori eseguiti si ha soltanto nel caso di giardini ex novo.

35

Quando spetta

La detrazione sul verde spetta soltanto quando la persona richiedente può rendere tracciabile ogni spesa sostenuta. Per questo motivo vi consiglio di utilizzare sempre strumenti idonei a fornire questa prova. In caso di condomini è importante che essi possano certificare le spese sostenute. È anche importante ricordare che il bonus verde viene elargito quando il rinnovamento dell'area in causa è stato eseguito radicalmente, invece che in modo parziale.

Continua la lettura
45

Quanto spetta

La detrazione fiscale per il bonus verde attualmente è del 36%, come stabiliscono l'articolo 1117 e 1117 bis del codice civile. Tuttavia dopo l'approvazione definitiva della legge di bilancio, questa cifra potrebbe aumentare sensibilmente. La detrazione, in ogni caso, sarà ripartita in dieci quote annuali.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le ricevute di pagamento vanno sempre allegate alla dichiarazione dei redditi
  • La detrazione non utilizzata viene trasferita all'acquirente persona fisica dell'unità immobiliare
  • Il bonus verde è cumulabile con altre agevolazioni previste sugli immobili
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come usufruire del bonus asilo nido

La domanda del bonus asilo nido è una forma di sostegno al reddito erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza in favore di quelle famiglie che effettuano i pagamenti delle rette per la frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati. La domanda...
Previdenza e Pensioni

Come funziona una pensione

La pensione è uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: pensioni che sono slittate più avanti nel tempo, pensioni che alcuni non riescono ad ottenere... Ma che cos'è di preciso una pensione? Essa consiste in una quantità di denaro (una sorta...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la deducibilità in caso di previdenza integrativa

La previdenza integrativa è l'insieme delle forme di integrazione delle pensioni pubbliche con rendite private. Le necessità previdenziali sono soddisfatte con un mix di pubblico-privato in cui lo Stato copre le necessità con un sistema pensionistico...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la Quota 100

Nella proposta di riforma pensionistica siglata dalle due forze di maggioranza dell'attuale governo M5S e Lega si legge un passo che chiarisce ed esplicita come funziona la Quota 100: "Daremo fin da subito la possibilità di uscire dal lavoro quando la...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la quattordicesima dei pensionati

La pensione rappresenta una garanzia economica pensata per avere una fonte di sostentamento quanto, giunti in età avanzata, vengono gradualmente a mancare i requisiti fisici e psicologici per riuscire a lavorare come da giovani. Esistono delle variazioni...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la pensione di accompagnamento

La pensione di accompagnamento è un particolarissimo sostegno di tipo economico che viene erogato dall'INPS alle persone con una invalidità pari al 100% che hanno difficoltà a muoversi autonomamente o che hanno bisogno di cure continue. Se ci troviamo...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno al nucleo familiare per pensionati

L’INPS ha recentemente pubblicato la nuova normativa in merito all’erogazione dell’assegno al nucleo familiare per pensionati. Il decreto prevede tuttavia che siano soddisfatti una serie di requisiti, per cui vale la pena approfondire il discorso,...
Previdenza e Pensioni

Modello Sia: cos'è e a chi è destinato

Il modello Sia (Sostegno per l’Inclusione Attiva) è una social card che mira a combattere la povertà, in quanto prevede un corrispettivo economico nei confronti delle famiglie che sono economicamente più disagiate ed in cui sia presente un minorenne,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.