Come funziona il bonus mamma domani

Tramite: O2O 07/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Prima di decidere di avere un figlio si dovrebbe tener conto di tante variabili. Una gravidanza, al giorno d?oggi, rappresenta un impegno, anche dal punto di vista economico. Fortunatamente lo Stato ha adottato una serie di misure per venire incontro ai cittadini e rilanciare la natalità nel nostro paese. Tra questi interventi troviamo la domanda del premio alla nascita di 800 euro, conosciuto anche con il nome di bonus mamma domani. Tale bonus, viene considerato come una prestazione a sostegno al reddito, pagata dall?Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per la nascita o adozione di un minore. Questo bonus è stato introdotto a partire dal 1 gennaio 2017, per aiutare le madri nel percorso che le porterà ad affrontare le spese relative agli ultimi mesi di gravidanza come ecografie o visite mediche specialistiche, per quelle dei mesi immediatamente successivi al parto, come beni per il neonato per la prima infanzia. L?INPS provvede ad erogare l?importo di 800 euro tramite il pagamento in un'unica soluzione. Ma vediamo nel dettaglio, come funziona il bonus mamma domani.

27

Occorrente

  • Pin INPS dispositivo;
  • Computer;
  • Modello SR163;
  • Certificato telematico di gravidanza;
37

Verificare i requisiti

Possono effettuare la richiesta del bonus mamma domani tutte le donne in stato di gravidanza o le madri (anche in caso di parto anticipato). Il bonus è riconosciuto qualora la gestante abbia già compiuto il settimo mese di gravidanza, e si trovi, quindi, a meno di sessanta giorni dalla data del parto presunto, oppure qualora abbia già partorito o sia presente un provvedimento di adozione del minore. Il pagamento di solito avviene in tempi rapidi, e prevede un importo complessivo di 800 euro, da pagare esclusivamente alla madre del minore. Il padre, infatti, non può presentare la richiesta, ma potrebbe farlo solo nel caso in cui ricorra l?abbandono del figlio minore o quest?ultimo venisse affidato al padre dal Giudice in forma esclusiva. Il diritto alla domanda si matura al compimento del settimo mese di gravidanza, e quindi, anche nel caso in cui la mamma non riesca a portare a termine le gravidanza, il pagamento verrà effettuato comunque da parte dell?Istituto di Previdenza.

47

Compilare la domanda

La domanda del bonus mamma domani può essere inoltrata all?Istituto Previdenziale esclusivamente attraverso una procedura telematica. Questo significa che presso le sedi dell?Istituto non dovrà essere consegnata nessuna domanda cartacea. La trasmissione della domanda potrà essere effettuata a partire dal compimento del settimo mese di gravidanza (meno di sessanta giorni dalla data del parto presunto), ed in ogni caso entro un anno dalla nascita o dall?adozione del bambino. Per la compilazione della domanda si potranno scegliere 2 canali: attraverso una prima procedura, l?invio avviene tramite l?assistenza di un Ente di Patronato, il quale, dopo aver verificato i documenti necessari, ci assisterà gratuitamente durante tutto il procedimento; nel secondo caso, invece, l?invio viene effettuato autonomamente, attraverso il sito www.inps.it, dopo aver completato l?accesso con il pin dispositivo. Se scegliamo quest?ultimo percorso, dopo l?accesso all?area riservata dell?INPS, dovrete raggiungere la pagina relativa alle prestazioni a sostegno del reddito o seguire il seguente link https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50895.

Continua la lettura
57

Inviare la domanda

Una volta raggiunta la pagina relativa al ?Premio alla nascita - 800 euro?, sul sito dell?INPS, è possibile procedere con la compilazione della domanda telematica. Dovrete, innanzitutto, indicare i vostri dati personali, tra cui almeno un numero di telefono tra fisso e cellulare, un indirizzo e-mail che l?Istituto Previdenziale utilizzerà per inviare eventuali comunicazioni inerenti allo stato di lavorazione della vostra domanda. Il sistema vi chiederà, successivamente, di indicare la data del parto presunto, o di inserire la data di nascita del bambino, per verificare la correttezza dei termini di presentazione. In caso di una domanda tra il settimo e il nono mese di gravidanza, vi chiederà di inserire il numero del certificato medico di gravidanza, mentre per gli inserimenti effettuati dopo il parto, dovrete indicare anche il codice fiscale del minore. Se la domanda viene trasmessa da un cittadino extracomunitario, vi richiederà anche i dati del permesso di soggiorno in possesso della madre. L?ultimo dato da inserire è il vostro codice IBAN completo, relativo al conto o libretto dove verrà effettuato l?accredito del Bonus. Alla domanda telematica dovrà essere obbligatoriamente allegato anche il modello SR163, che potete scaricare dal seguente link.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Compilate il modello SR163 in tutte le sue parti e con il timbro dell'ufficio pagatore. In caso di anomalie l'INPS potrebbe non procedere al pagamento della prestazione;
  • Recatevi da un Patronato che vi assisterà gratuitamente nella verifica dei requisiti e nella compilazione delle domande;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come funziona il bonus gas e luce

La crisi economica dell’ultimo decennio e i costanti aumenti in bolletta delle tariffe di luce e gas hanno ridotto notevolmente il reddito disponibile delle famiglie italiane. Fortunatamente, a sostegno delle famiglie che versano in condizione di disagio...
Previdenza e Pensioni

Come funziona il bonus ristrutturazioni

I soldi che tante famiglie italiane possono destinare all'aggiornamento dei loro immobili di proprietà stanno diminuendo notevolmente. Molti tirano alle lunghe per risparmiare il piú possibile, facendo qualche rinuncia nella vita quotidiana. Prima o...
Previdenza e Pensioni

Come funziona il bonus verde

La legge di Bilancio 2018 ha introdotto il bonus verde, un'agevolazione fiscale sui giardini, terrazzi e balconi. Quest'agevolazione, anche se viene catalogata come riguardante il domicilio, in realtà serve ad aiutare chi deve incorrere in grandi spese...
Previdenza e Pensioni

Come usufruire del bonus asilo nido

La domanda del bonus asilo nido è una forma di sostegno al reddito erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza in favore di quelle famiglie che effettuano i pagamenti delle rette per la frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati. La domanda...
Previdenza e Pensioni

Come funziona una pensione

La pensione è uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: pensioni che sono slittate più avanti nel tempo, pensioni che alcuni non riescono ad ottenere... Ma che cos'è di preciso una pensione? Essa consiste in una quantità di denaro (una sorta...
Previdenza e Pensioni

Come funziona l'isopensione

Se nel corso della vostra vita lavorativa avete versato abbastanza contributi, una volta raggiunta l’età prevista dalla legge potrete accedere alla pensione di vecchiaia. In tal modo otterrete un trattamento pensionistico proporzionato ai contributi...
Previdenza e Pensioni

Come funziona il riscatto della laurea

Per sapere come funziona il riscatto della laurea, per inglobare gli anni universitari nella somma degli anni utili ai fini pensionistici, si può facilmente consultare il sito dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (l'INPS) dove si possono reperire...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la Quota 100

Nella proposta di riforma pensionistica siglata dalle due forze di maggioranza dell'attuale governo M5S e Lega si legge un passo che chiarisce ed esplicita come funziona la Quota 100: "Daremo fin da subito la possibilità di uscire dal lavoro quando la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.