Come fondare un gruppo di investimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di investimenti e lo faremo, come indicato dal titolo della guida, al fine di spiegarvi Come fondare un gruppo di investimento.
Cos'è un gruppo d'investimento? Un gruppo d'investimento si definisce tale quando, un gruppo di persone si accomunano per interessi eguali e con lo stesso fine o scopo; quest'ultimo è la creazione di una società per lavorare in svariati campi tipo culturale, sportivo eccetera, il tutto senza lo scopo di lucro e quindi senza finalità di guadagno. In questa guida vediamo come fondare un gruppo d'investimento.

26

Come abbiamo appena spiegato lungo il passo che ha brevemente introdotto la nostra tematica, ora andremo a spiegarvi come creare un gruppo di investimento. Cominciamo immediatamente ad argomentare sulla tematica.
Questo particolare gruppo di collaborazione, si differenzia dagli altri gruppi di società, per lo scopo di investire tempo e denaro per attuare delle operazioni con scopo umanistico. Questo particolare gruppo societario, rientra nel settore terziario, quindi prestatore di servizi a terze persone, conosciuto in tutto il mondo come no profit, che tradotto significa proprio senza profitto. Questa associazione non ha l'obbligo di iscrizione al registro delle imprese, non svolgendo attività commerciale, comunque deve essere iscritto al momento della creazione, al repertorio economico amministrativo. Passiamo ai documenti che dovranno necessariamente essere presentati nel momento in cui il gruppo d'investimento si forma: si parte dal nome del gruppo, alla sede del gruppo d'investimento, i regolamenti e le norme varie che lo gestiscono e costituiscono, lo scopo del gruppo, il patrimonio iniziale e i diritti.

36

Se vuoi fondare un gruppo di investimento non avrai bisogno di grandi capitali, in quanto tutte le persone che aderiranno al gruppo, si impegneranno a contribuire personalmente mediante il versamento di contributi economici oppure direttamente con il proprio lavoro. Ricorda che il patrimonio di un gruppo di investimento è costituito da quote associative sottoscritte dai soci, da versamenti da parte delle persone appartenenti al gruppo oppure da contributi provenienti da persone esterne al gruppo. Il fondo comune che finanzia il gruppo viene creato attraverso l'insieme dei contributi dei soci. Una precisazione d'obbligo: il fondo non potrà essere diviso all'interno del gruppo tra i vari soci e, in caso di scioglimento del gruppo stesso, esso non potrà essere restituito ai soci, qualsiasi sia la motivazione dell'avvenuto scioglimento. Il fondo, in tal caso, dovrà essere devoluto a un altro gruppo che abbi gli stessi scopi sociali del gruppo appena sciolto.

Continua la lettura
46

Vi ricordo che per poter procedere con la fondazione di un gruppo d'investimento basta che ci sia la pluralità di soggetti, quindi almeno due persone di maggior età. Non ci sono dei limiti riguardanti il numero massimo di associati al gruppo, e qualsiasi richiesta può essere valutata per integrare un altro soggetto all'interno del gruppo d'investimento.
Il gruppo si fonda mediante la stipulazione di un contratto di associazione sottoscritto da tutti i soci. Questo contratto, ovvero l'atto costitutivo dell'associazione, dovrà essere redatto insieme allo Statuto durante l'assemblea costitutiva. L'atto costituito ha lo scopo di formalizzare la nascita dell'associazione, mentre lo statuto avrà lo scopo di indicare tutte le regole sia amministrative che gestionali.

56

Quando il contratto di associazione trai vari soggetti verrà stipulato, il gruppo d'investimento dovrà procedere con le varie nomine interne relative sia agli organi che alle cariche da ricoprire dai soggetti interni. Questi organi dovranno essere indicati all'interno dello statuto del gruppo d'investimento.
Gli organi interni che si occuperanno di queste procedure sono il presidente, il consiglio direttivo e, chiaramente, l'assemblea dei soci.
Devi sapere che l'assemblea dei soci ha poteri decisionali ed elettivi, si occuperà di approvare il bilancio, di stabilire gli scopi del gruppo ed eventualmente anche di apportare modifiche allo statuto. Il presidente, che dovrà essere nominato dall'assemblea o dal consiglio direttivo, avrà la funzione di legale rappresentante, si occuperà di controllare il buon funzionamento del gruppo e che tutte le regole, indicate nello statuto, vengano rispettate da tutti gli associati.
Per quanto riguarda il consiglio direttivo, quest'organo interno dovrà essere eletto attraverso una deliberazione assembleare, e le sue funzioni saranno di carattere esecutivo. La sua composizione sarà suddivisa in: un presidente, un vicepresidente, un segretario e un tesoriere.
Concludo questa guida offrendovi un altro link d'approfondimento sulla tematica: http://www.affaripropri.com/2014/01/creare-un-gruppo-di-investimento/.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

10 cose da fare per costituire una associazione di volontariato

Avviare un'associazione di volontariato potrebbe essere un'idea molto valida per fare qualcosa di utile per sé stessi e gli altri. Il settore del no profit rappresenta infatti una risorsa importante per svolgere tutte quelle attività di sostegno alla...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione di volontariato

In una società come quella attuale, in cui la ricerca spasmodica di una fonte di guadagno economico è all'ordine del giorno, volersi unire in un gruppo che svolga del volontariato, corrisponde a un'azione tanto encomiabile quanto "fuori moda". Fondare...
Richieste e Moduli

Come fondare un circolo sportivo

La creazione di un Circolo sportivo vuol dire formare un'associazione di persone senza nessun scopo di lucro, avendo il compito di promuovere l'attività di una, oppure più squadre. Se serve, inoltre, questa struttura potrà anche mettere a loro disposizione...
Aziende e Imprese

Come fondare un circolo di scacchi

Si tratta di un gioco che richiede pazienza, attenzione e buone abilità strategiche. Per le sue caratteristiche, gli scacchi appassionano davvero molte persone, anche se spesso sono considerati un gioco non alla portata di tutti. In realtà, come per...
Aziende e Imprese

Come amministrare una Pro Loco

Le Pro Loco nascono proprio per dare un valore al territorio e la maggior parte sono in ramo turistico. Attraverso queste associazioni si cercano di riunire territori vicini e organizzare eventi. Le Pro Loco organizzano anche manifestazioni cercando di...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione culturale senza fini lucrativi

Riunirsi all'interno di un'associazione permette di vivere un'esperienza di gruppo in cui condividere interessi e passioni cercando di raggiungere un obiettivo comune. L'appartenenza ad una comunità e la possibilità di coltivare progetti condivisi è...
Aziende e Imprese

Come aprire un'associazione

Un'associazione è un tipo di ente che viene costituito da un gruppo di persone fisiche o giuridiche allo scopo di perseguire uno scopo in comune fra tutti i partecipanti. Un'associazione può quindi essere di tipo sportivo, hobbistico, caritatevole o...
Lavoro e Carriera

Come portare avanti un'associazione

La voglia di sostenere gli altri è una delle doti innate nell'essere umano. Generalmente in una comunità ognuno desidera essere parte di un circolo, atto a creare un aiuto verso gli altri. Questo prende il nome di Associazione. Per definizione, esso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.