Come farsi rimborsare le banconote troppo logore

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le banconote costituiscono, inevitabilmente, il mezzo maggiormente utilizzato per le transazioni quotidiane, e questo comporta, per chi si trova ad effettuare così come a ricevere un pagamento, la preoccupazione che le banconote stesse siano da considerarsi validamente accettabili. Sorgono, a tale proposito, due ordini di questioni: la prima è quella della falsificazione, per la quale bisogna adoperare i dovuti accorgimenti, come osservare attentamente, in posizione controluce, il registro recto-verso (quindi attenzione alla placchetta olografica presente sul fronte che mostra i simboli in alternanza al muoversi della banconota, e la cifra del valore nominale stampata con il particolare inchiostro variabile, sul retro), la filigrana, il filo di sicurezza microscritto, come indicato, tra l’altro, dalle forze dell’ordine. Oltretutto, si è cercato anche di arginare tale fenomeno ricorrendo a mezzi alternativi di pagamento: un valido esempio è dato dalla diffusione progressiva di bancomat e carte di credito, e ultimamente, in particolare parlando di transazioni online, il sistema Paypal, il quale ha ormai raggiunto un bacino di svariati milioni di utenti in tutto il mondo. Il secondo ordine di questioni da tenere sotto controllo è dato dal logorio al quale le banconote sono esposte per cause dovute all'utilizzo continuo o altre cause accidentali: si tratta di denaro ancora valido? Può essere adoperato tranquillamente per pagare? È possibile chiedere un rimborso? Attraverso i passi seguenti cercheremo proprio di rispondere a quest'ultima domanda, ovvero ci occuperemo di capire come bisogna procedere per farsi rimborsare le banconote troppo logore o quelle eccessivamente danneggiate.

27

Occorrente

  • Banconote usurate
  • Filiale della Banca d'Italia
37

Cominciamo col precisare che la Banca d’Italia annovera tra i propri obiettivi proprio quello della sostituzione delle banconote logore, in maniera tale da riuscire ad assicurare la costante qualità del circolante: pertanto non vale neppure la pena intentare l’azione scorretta di rifilare la nostra banconota usurata a qualcun altro. La Banca d’Italia, infatti, provvede con la sostituzione ogni qualvolta la banconota risulti, nello specifico, danneggiata o mutilata, intendendosi, secondo le prescrizioni del medesimo ente istituzionale, per danneggiata la banconota apparente sporca, macchiata o scolorita per eventi accidentali, mentre mutilata quella che, chiaramente, riporta una parte mancante, più o meno ampia.

47

In particolare, sull'ultimo punto, è importante prestare una particolare attenzione: la parte presentata al cambio deve costituire più della metà (50%) dell’intera banconota, o in alternativa, se tale criterio non viene soddisfatto, occorre dimostrare come la rimanente parte sia andata distrutta accidentalmente. Se la banconota è stata lacerata o triturata per sbaglio, bisognerà quindi portare con sé non solo la parte rimasta integra, ma anche gli altri frammenti, nel maggior numero possibile che si riesca a recuperare. Sempre in tale circostanza, è raccomandato racchiudere quello che resta della banconota tra fogli di carta trasparente o plastificata, ed evitare assolutamente l’utilizzo di colla o di nastro adesivo per ricongiungere le parti, pena il rischio di farsi annullare l’intero biglietto di valuta.

Continua la lettura
57

A questo punto, sarà necessario recarsi presso uno degli sportelli della Banca d’Italia per richiedere il cambio del titolo: è agli stessi sportelli che le banconote vengono esaminate, per eventualmente essere ritirate e rimborsate. Dovrete prestare molta attenzione anche su questo aspetto, poiché per principio, con le banconote distrutte o danneggiate intenzionalmente, anziché accidentalmente, si procede soltanto al ritiro da parte dello sportello interessato, e non anche al rimborso (fatte salve sempre le condizioni di buona fede dell’esibitore, oltre al caso di danneggiamento modesto quale la leggibilità di numeri di serie o piccole scritte). Solamente se sussistono degli oggettivi dubbi sulla rimborsabilità di esse in base alle condizioni presentate, verranno spedite per prassi in Amministrazione centrale affinché possa essere eseguito un riesame. Se in sede di riesame se ne riconosce la rimborsabilità, verrà corrisposto all'esibitore il controvalore (una o più banconote di pari valore rispetto a quella presentata), tramite la Filiale in cui la richiesta è stata effettuata. Se, al contrario, l’esito del riesame per la rimborsabilità risulta negativo, la parte o le parti consegnate saranno restituite a chi le ha presentate, affinché questi abbia la possibilità di richiedere il cambio, sempre entrando in possesso di altre parti rimanenti della stessa banconota (a sufficienza da rientrare nelle condizioni richieste).

67

Infine, facciamo un’ultima precisazione: la sostituzione delle banconote è una procedura del tutto gratuita, pertanto non comporta spese di alcun tipo, salvo il caso di sostituzione dietro commissione del richiedente: questa operazione si rende necessaria nella fattispecie di danneggiamento casuale ad opera del meccanismo di colorazione antirapina che avviene, per esempio, quando le banconote sono state rubate da un bancomat. In questa circostanza la procedura da seguire potrebbe essere diversa e ottenere un rimborso necessita di un tempo maggiore, in quanto sarà opportuno effettuare delle verifiche sia da parte della filiale che della sede centrale, così da assicurarsi che non si tratti di soldi provenienti da un atto criminoso. Ora che siete a conoscenza delle modalità di presentazione delle banconote danneggiate e della procedura adottata, non avrete più indecisioni o tentennamenti su come evitare che il valore della vostra valuta cartacea vada perduto definitivamente!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordarsi di non utilizzare nessuno dei vari tipi di colla o scotch al fine di ricongiungere i frammenti di una banconota stracciata, ma utilizzare un'apposita custodia, quale in seguito descritta, così da tenere congiuntamente tutto il rimanente del biglietto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come farsi rimborsare le spese mediche, per CCNL Terziario e Turismo

I lavoratori a cui viene applicato il Contratto Nazionale del Lavoro (CCNL) dei settori Terziario (ovvero Commercio e Servizi), Turismo, Ortofrutta e Farmacia, hanno il diritto all'assistenza sanitaria integrativa offerta dal Fondo Est (costituito nel...
Finanza Personale

Come riconoscere le banconote false

In questo articolo ci poniamo l'obiettivo di capire come poter riconoscere le banconote false, così da non esser presi in giro e riuscire a cavarcela in caso di dubbi. Infatti quando si tratta di soldi, bisogna di certo stare sempre molto attenti a chi...
Finanza Personale

Come farsi fare uno sconto

Sapere negoziare per ottenere il giusto prezzo è una vera è propria arte. Bisogna conoscere il prodotto che si intende acquistare per capirne il prezzo reale e fin dove è possibile spingersi per ottenere uno sconto, il più vantaggioso possibile! Bisogna...
Finanza Personale

Come farsi aiutare economicamente

Quando abbiamo dei problemi economici e non avendo la possibilità di accedere a prestiti bancari o fiduciari, è importante sapere che oltre ovviamente a parenti e amici, ci sono altre opportunità disponibili sul web. Infatti, si tratta di una vera...
Finanza Personale

Come farsi finanziare un progetto

Al giorno d'oggi sono tantissime le persone che decidono di aprire un'attività lavorativa propria. Si tratta sicuramente di un cammino molto complicato, soprattutto a causa della grave crisi economica che l'Italia sta attraversando in questo periodo....
Finanza Personale

Come farsi indennizzare dalla Telecom per errore in elenco telefonico

Telecom Italia, recentemente denominato Tim, è stato il primo gestore di telefonia fissa in Italia e tutt'oggi, nonostante la concorrenza spietata, mantiene ancora un alto numero di abbonati. Quando si sottoscrive un contratto con Telecom, è possibile...
Finanza Personale

Come evitare di farsi clonare il bancomat

In questo articolo vi spiegheremo come evitare di farsi clonare il bancomat. Esso è senza dubbio una comodità unica. Grazie al suo famoso "pezzetto di plastica", si evita di portare in giro sempre il portafoglio pieno di soldi oppure di avere una casa...
Finanza Personale

Come riconoscere una banconota falsa

Quando ci ritroviamo in mano delle banconote, la paura più grande che ci assale, soprattutto negli ultimi tempi, è quella di essere truffati, e quindi di aver ricevuto in cambio dei soldi falsi. Siamo soliti toccare e osservare per bene il biglietto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.