Come Farsi Assistere Da Un Avvocato A Spese Dello Stato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'avvocato (dal latino advocatus sostantivo derivante dal participio passato del verbo advoco = ad-vocatum = chiamato a me, vale a dire "chiamato per difendermi", cioè "difensore") è un libero professionista che svolge attività di assistenza, consulenza giuridica e di rappresentanza legale a favore di una parte. In quasi tutti i paesi del mondo per poter esercitare la professione è necessario essere in possesso di un idoneo titolo di studio nonché l'appartenenza obbligatoria ad un dato ordine professionale, con obbligo di relativa iscrizione ad un albo professionale: tuttavia la regolamentazione dell'iscrizione all'albo è diversa da Stato a Stato. L'avvocato quindi in possesso di requisiti richiesti dalla legge, svolge la funzione rappresentare, assistere e difendere una parte in un processo in un tribunale, ma in generale è competente a fornire assistenza e consulenza legale anche al di fuori di un procedimento giudiziario, ed esercitano la loro attività dietro pagamento di un compenso (la cosiddetta parcella). L'ordine professionale di cui fa parte è generalmente definito "Ordine degli avvocati", comunemente anche ordine forense, in quanto ai tempi della Roma antica l'avvocatura era collocata nel Foro Romano. Nei passi della guida a seguire sarà spiegato dettagliatamente come farsi assistere da un avvocato a spese dello Stato.

24

Anche se siete cittadini stranieri regolarmente soggiornati in Italia, potete procedere a richiedere un legale che vi difenda in caso di bisogno. È bene tener presente però che per usufruire di questo patrocinio, dovete anche dimostrare di non essere in buone condizioni economiche infatti, il vostro reddito, non deve superare i 10.628, 16 euro all'anno dimostrabile naturalmente con il modello ISEE che vi rilascia un patronato su vostra richiesta o di un vostro stretto congiunto.

34

Tale reddito però è costituito dalla somma dei redditi se vivete con un coniuge o con della prole che lavora ed è calcolabile sui precedenti due anni lavorativi rispetto all'anno in cui si fa domanda. Sappiate che non potrete nominare un avvocato a vostro piacimento ma dovrete sceglierlo dall'albo degli avocati che sono iscritti nell'elenco e che sono stati nominati dallo stato per la difesa. Tali elenchi sono affissi nella sede del consiglio dell'ordine dove si trova il magistrato competente.

Continua la lettura
44

La domanda per ottenere questa difesa gratuita, la dovete inoltrare voi stessi se siete la persona che ne ha bisogno e la spedirete prima del giudizio a vostre spese perché le spese non sono comprese nel beneficio. La domanda va spedita alla cancelleria del giudice oppure al giudice dell'udienza o ancora se si è detenuti, si fa domanda al direttore del carcere. Oltre alle generalità dovrete specificare come sono avvenuti i fatti in modo dettagliato e dove si terrà il processo. Fate attenzione a compilare correttamente i campi altrimenti la domanda non verrà accolta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come Denunciare Un Avvocato In Caso Di Inadempienza

E’ possibile dimostrare l’inadempienza di un avvocato? Esiste, per questi professionisti, sia un codice deontologico che un codice penale da seguire, con valenza giuridica. Quindi, pur essendo uomini di legge, non sono assolutamente esenti dal seguire...
Richieste e Moduli

Come revocare il mandato all'avvocato

L' avvocato è una figura professionale importante per risolvere le cause che sono la conseguenza di liti tra più parti. Il cliente prima di rivolgersi ad esso deve valutare l' esperienza sul campo e la sua specializzazione, poiché non tutti sanno affrontare...
Richieste e Moduli

Come scegliere un avvocato fallimentare

In quest'ultimo periodo di crisi si verificano spesso parecchi casi di fallimento aziendale. Per fortuna ci sono tantissimi avvocati del settore che sono disponibili ad offrire il loro aiuto, a seconda delle singole circostanze. Bisogna, però, avere...
Richieste e Moduli

Separazione consensuale senza avvocato: come fare

La separazione è sempre un momento molto difficile da affrontare per una coppia sopratutto se ci sono anche dei figli. Generalmente il primo passo che si fa in questi casi è quello di rivolgersi ad un avvocato per scegliere quale strada seguire per...
Richieste e Moduli

Come calcolare il rimborso Irpef sulle spese sanitarie e assicurative

L'aggravio fiscale che le famiglie italiane sono costrette a pagare sotto forma di tasse è davvero elevato, ragion per cui è sempre bene poter detrarre dalle tasse delle spese. Ci sono diversi servizi che si possono detrarre, ma le spese che occupano...
Richieste e Moduli

Come ottenere un rimborso di spese funerarie dall'Enasarco

Chi ha lavorato come rappresentante oppure come agente di commercio, ha diritto ad una forma di pensione che l'ente Enasarco gli concederà vita natural durante, una volta raggiunto il limite di età lavorativa. Tale ente erogherà in caso di morte dell'assistito,...
Richieste e Moduli

Spese mediche: come funzionano le detrazioni

Con la dichiarazione dei redditi che effettuiamo ogni anno è possibile detrarre le spese mediche. Molti sono coloro che affidano le proprie pratiche al commercialista di fiducia senza interessarsi veramente al meccanismo alla base del famoso modello...
Richieste e Moduli

Come documentare le spese sanitarie

In Italia per le spese sanitarie spetta una detrazione d’imposta del 19%. Perciò è importante riportarle tutte nella dichiarazione dei redditi: le spese vanno iscritte nell'apposito quadro RP della denuncia, specifico per calcolare vari oneri. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.