Come fare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà valida davanti ad un giudice

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà sono dichiarazioni rese e sottoscritte dall'interessato, sotto la propria responsabilità, ai sensi dell'art.47 del DPR 445/2000. Esse possono riguardare: situazioni, fatti, a diretta conoscenza del cittadino e, che non sono comprese nell'elenco delle autocertificazioni. Per esempio, in caso di successione a seguito di decesso, un erede può dichiarare gli eredi legittimi (anche in caso di testamento), con dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Atti di delega, al compimento di un'attività materiale, quali il ritiro o consegna di documenti, tra organi della pubblica amministrazione: riscossione pensione o compensi economici. Dichiarazione di impegno previste da bandi per la partecipazione di concorsi (dichiarazione di conoscenza delle disposizioni che regolano lo specifico procedimento). La conformità di una copia all'originale. Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà rivolte alle Pubbliche Amministrazioni devono essere firmate davanti all'impiegato addetto a ricevere la documentazione, oppure, essere spediti con fotocopia di un documento d'identità, valido, del dichiarante. Vediamo adesso nei passi della seguente guida come fare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà valida davanti ad un giudice.

26

Occorrente

  • Modulo per la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, marca da bollo di 14,62 euro, documento di identità in corso di validità
36

Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà rivolte ai soggetti privati che le accettano, devono avere la firma autenticata. Pertanto, è necessario rivolgersi agli Uffici Comunali con il documento d'identità valido e apporre la firma davanti all'incaricato comunale. Innanzitutto, acquistate una marca da bollo di 14,62 euro, che potrete facilmente acquistare in una qualsiasi tabaccheria.

46

Successivamente recatevi all'ufficio certificazioni del vostro comune di residenza, qui chiedete all'impiegato l'apposito modulo per la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà valido ai fini legali. La compilazione della prima parte del modulo è molto semplice, infatti dovrete scrivere le vostre generalità, nome, cognome, luogo e data di nascita e luogo di residenza. Nella parte successiva del modulo c'è uno spazio in bianco dove dovrete scrivere la vostra dichiarazione in merito a ciò che volete certificare.

Continua la lettura
56

Compilata questa parte, chiamerete l'impiegato dell'ufficio comunale e dopo avergli mostrato un vostro documento di identità in corso di validità, in modo che possa accertare la vostra identità, apporrete dinnanzi a lui la firma sul modulo, e gli darete la marca da bollo, l'impiegato provvederà ad apporre la marca da bollo sul modulo, apporrà la sua firma per dichiarare l'autenticità della vostra firma e timbrerà il modulo con il timbro comunale. Solo seguendo questa procedura la vostra dichiarazione avrà valore legale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Errori da evitare in una dichiarazione sostitutiva di atto notorio

L'atto di notorietà, anche detto atto notorio, costituisce quel documento mediante il quale un "deponente" rilascia una dichiarazione, sotto giuramento e alla presenza di due testimoni, per certificare stati, qualità personali o fatti di cui è a conoscenza...
Richieste e Moduli

Come compilare un atto di notorietà

Ogni giorno abbiamo a che fare con la legge e con i sui rappresentanti, che per un motivo o per l'altro sono chiamati in causa per risolvere questioni spinose e delicate, che altrimenti da soli non sapremmo come risolvere. Tra le varie pratiche che potremmo...
Richieste e Moduli

Quando usare la dichiarazione sostitutiva di certificazioni

La dichiarazione sostitutiva di certificazioni è un'autocertificazione che sostituisce i certificati rilasciati dalla pubblica amministrazione. Con il DPR 455/2000 questa dichiarazione è stata introdotta. Trattasi di un documento redatto in carta semplice,...
Richieste e Moduli

Dichiarazione sostitutiva del Cud, facile da compilare

All'interno della presente guida, andremo a parlare di Dichiarazione sostitutiva. Nello specifico, come avrete già potuto notare tramite la lettura del titolo della guida stessa, ora andremo a parlarvi della Dichiarazione sostitutiva del Cud, facile...
Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera a un giudice

Oggigiorno è sempre più facile finire in tribunale per risolvere delle controversie. Dal delicato argomento dell'affidamento dei minori a seguito di un divorzio, a problemi economici ed aziendali, ci si rivolge ai giudici persino per risolvere delle...
Richieste e Moduli

Come ricorrere al giudice del lavoro

Il giudice del lavoro è una particolare figura cui si può adire, ogni volta siamo in presenza di violazione dei diritti inerenti al contratto di lavoro, in base al quale, siamo stati assunti. Il contratto che ci viene fatto firmare al momento del nostro...
Richieste e Moduli

Atto di precetto: come fare opposizione

L'atto di precetto è un atto con cui si intima al debitore di effettuare il pagamento delle somme dovute, in forza di un titolo esecutivo, che può essere: un assegno, una cambiale, un decreto ingiuntivo o una sentenza. Una volta che l'atto di precetto...
Richieste e Moduli

10 consigli per redigere una lettera per un giudice

Scrivere una lettera indirizzata ad un giudice non sempre è cosa facile. Si tratta infatti di un compito che reca ansia e pressione, dal momento che è necessario utilizzare una terminologia ben precisa, chiara e formale. Nella seguente guida, a tal...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.