Come fare una delega per un'assemblea condominiale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Soprattutto per chi vive in città, abitare in un appartamento condominiale è una realtà molto diffusa. Un edificio condominiale è suddiviso in più appartamenti, ciascuno dei quali di proprietà esclusiva di una o più persone, mentre le parti in comune sono in comproprietà. La sua disciplina è materia del codice civile e i suoi organi sono due: l'amministratore e l'assemblea. Le riunioni di assemblea condominiale sono una necessità per i proprietari degli appartamenti, i quali possono invitare a presenziare anche i locatari. Questi ultimi non possono influenzare le decisioni assembleari, pur avendo facoltà di parola. Talvolta capita di non poter essere presenti alle riunioni, e in questi casi è possibile delegare altri condòmini a prendere il nostro posto. Dunque come possiamo fare una delega?

27

Occorrente

  • Carta e penna, oppure PC e stampante.
37

Per una delega ad altro condòmino non sono richiesti particolari requisiti formali; tuttavia è fondalmentale essere chiari su chi cede la delega e chi la riceve, quali siano le sue responsabilità nel contesto dell'assemblea. È possibile scriverla a mano su un foglio di carta, ma se desiderate essere più precisi compilatela con l'aiuto del vostro PC e stampatela; non dimenticate di denominarla esplicitamente come "DELEGA". Come linee guida per un testo base potete seguire le indicazioni a questo indirizzo.

47

A seguito di una riforma del diritto condominiale atta a contenere i tassi di conflittualità tipici di queste occasioni, i quorum necessari a convalidare le delibere sono stati abbassati, semplificando così i processi decisionali. Per ritenere valida la convocazione, all'assemblea devono partecipare in prima convocazione il 50% + 1 dei condòmini e 2/3 dei millesimi, mentre in seconda convocazione 1/3 dei condòmini e 1/3 dei millesimi. Per la convalida delle delibere in seconda convocazione sono necessari il 50% + 1 dei partecipanti e 1/3 dei millesimi.

Continua la lettura
57

I quorum da raggiungere possono variare e abbassarsi in base alle tematiche discusse, come nei casi in cui si esamini la sicurezza e la condizione igienica dell'edificio e dei suoi impianti, o comunque per quelle priorità che non possono attendere la massima disponibilità delle quote millesimali. Nonostante simili riforme e semplificazioni, si è limitato l'uso dello strumento della delega. Una singola persona che partecipa all'assemblea, infatti, può rappresentare massimo 1/5 dei condòmini e 1/5 dei millesimi per evitare contestazioni, conseguenza frequente in frangenti successivi alla riunione stessa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Stringere buoni rapporti coi vicini faciliterà la discussione dei problemi collettivi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come indire un'assemblea condominiale

Le assemblee condominiali servono a deliberare, e approvare bilanci annuali. Anche eventuali opere di ristrutturazione e manutenzione degli edifici. Generalmente vengono indette dall'amministratore dello stabile in oggetto. Vediamo, quindi, attraverso...
Case e Mutui

Riunione di condominio: consigli per la convocazione

Le riunioni di condominio sono sicuramente un momento molto importante per la gestione di uno stabile e per la condivisione tra condomini di opinioni, consigli e progetti da discutere e concordare. Questo tipo di assemblea è un evento davvero essenziale...
Richieste e Moduli

Come impugnare le delibere condominiali

Almeno una volta all'anno l'amministratore di condominio ha l'obbligo di convocare un'assemblea condominiale. In caso di necessità, si possono effettuare delle assemblee straordinarie. I punti obbligatori sono le dimissioni e la nomina del nuovo amministratore....
Case e Mutui

Come annullare una delibera dell'assemblea condominiale

Molti di noi abitano in un appartamento di un condominio, con la relativa conseguenza di dover prendere delle decisioni insieme a tutti gli altri condomini. Il luogo e il contesto dove discutere e decidere dei problemi o necessità del condominio è all'assemblea...
Lavoro e Carriera

Come Nominare E Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore è la figura con funzioni esecutive all'interno del condominio in quanto si occupa di amministrare e gestire i beni comuni e di dare esecuzione alle delibere dell'assemblea condominiale. Oltre ad una specifica serie di compiti che la...
Richieste e Moduli

Amministratore di condominio: nomina revoca

L'amministratore di condominio negli ultimi tempi è diventata una figura fondamentale; questa funzione viene riconosciuta direttamente dal codice civile. L'importanza di questa figura è aumentata sempre di più in quanto è sempre maggiore la realizzazione...
Richieste e Moduli

Come dimettersi da amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è quella figura che, nominata dagli aventi diritto, in sede di assemblea condominiale, assolve a tutti i compiti che riguardano la gestione ordinaria e straordinaria di uno stabile suddiviso in più proprietà, e ne assume...
Case e Mutui

Come comportarsi ad un'Assemblea Di Condominio

Nel presente tutorial enunciato nei passaggi successivi, vorrei aiutarvi a sapere come bisogna comportarsi ad un'assemblea di condominio. In effetti, non tutti i condomini sanno il modo e le maniere che si dovranno assumere nel corso di un incontro con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.