Come fare una contestazione disciplinare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In un ambiente di lavoro, può capitare che il titolare, possa fare una contestazione disciplinare nei confronti di un dipendente a seguito di motivi validi e ben documentabili; infatti, la nota deve seguire particolari disposizioni legali e ad un iter burocratico ben definito. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque nel dettaglio come fare una contestazione disciplinare.

25

Il codice disciplinare

Per contestare un dipendente è obbligatorio affiggere il codice disciplinare nelle varie aree produttive dell'azienda o dell'ufficio, poiché serve a fare in modo che ciascun lavoratore sia sempre aggiornato e informato sul comportamento da tenere. È importante inoltre che tali regolamentazioni vengano realmente esposte in bacheca e nei luoghi produttivi, e consegnate anche ai dipendenti stessi.

35

Diversi gradi di sanzione e contestazione

Esistono inoltre diversi gradi di sanzione e contestazione; si va infatti dal semplice monito verbale con relativa difesa, fino al licenziamento seguito da una vera e propria causa giudiziaria presso gli organi preposti. Un'alternativa al licenziamento potrebbe tuttavia essere la sospensione dall'impiego per un determinato periodo di tempo. In questo caso però lo stipendio deve essere regolarmente corrisposto al lavoratore in attesa della definizione della questione, che potrebbe risolversi con una riappacificazione e il rientro effettivo nell'organico aziendale oppure con un licenziamento definitivo, compreso il trattamento di fine rapporto lavorativo.

Continua la lettura
45

La tempistica

Fondamentale è che anche la tempistica con cui si produce una nota di demerito; se questa infatti, si riferisce a tempi non recenti (anche più di una settimana), può essere annullata secondo le modalità stabilite dallo statuto dei lavoratori a cui il ricevente si può rivolgere. Fanno però eccezione le sanzioni emesse dopo verifica di un sospetto. Per appurare ad esempio che un commesso rubi del denaro dalla cassa è necessario effettuare delle operazioni di contabilità che, ovviamente, non sono immediate. La contestazione disciplinare deve essere effettuata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno e dovrà contenere riferimenti precisi all'azione da punire e ai tempi in cui questa è stata svolta. Inoltre sarà possibile allegare eventuali testimonianze firmate circa il cattivo operato del lavoratore. La persona sanzionata potrà tentare di difendersi entro e non oltre i 5 giorni dalla data di ricezione della raccomandata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come chiedere la cancellazione da un albo professionale

I professionisti per esercitare la propria professione una volta laureati devono essere iscritti all'albo professionale. L'iscrizione avviene dopo essersi laureati al seguito del sostenimento di un ulteriore apposito esame, noto come esame di stato. Questo...
Lavoro e Carriera

Le regole sul licenziamento introdotte con il Jobs Act

Con il Jobs Act, il governo Renzi ha messo a punto una profonda riforma dei contratti di lavoro per favorire un rilancio dell’occupazione. Il Jobs Act non modifica i diritti acquisiti, cioè quelli dei lavoratori già assunti a tempo indeterminato,...
Lavoro e Carriera

Licenziamento senza preavviso

Gli articoli 337 e 337d della Costituzione, regolano il licenziamento senza preavviso, possibile solo nel caso di provvedimenti disciplinari per giusta motivazione. Assolutamente non può esistere il licenziamento senza preavviso per il dipendente in...
Lavoro e Carriera

Come essere tutelati da un licenziamento

La fonte fondamentale per il mantenimento di una famiglia è il lavoro. Coloro che sono supervisionati da un datore di lavoro sono soggetti ad un possibile licenziamento. Infatti, in Italia la percentuale di disoccupati è in aumento, ma non preoccupatevi....
Lavoro e Carriera

Trasformazione e diritto al part-time: quali sono i casi previsti

La crisi degli ultimi anni ha colpito numerosissime aziende e piccole e medie imprese a livello nazionale. In alcuni casi, per evitare il licenziamento o la cassa integrazione di un numero imprecisato di lavoratori, si è preferito ricorrere allo strumento...
Lavoro e Carriera

Motivi per impugnare un licenziamento

I motivi per i quali è possibile impugnare un licenziamento sono diversi. Ogni caso va valutato nei dettagli, esaminando l'esatta responsabilità del datore. Tuttavia ci sono alcuni motivi validi per legge che permettono di impugnare un licenziamento....
Lavoro e Carriera

Come e quando consegnare una lettera di dimissioni

Di questi tempi è difficile trovare il coraggio di presentare una lettera di dimissioni, eppure quando si presentano alcune circostanze particolari, diventa purtroppo inevitabile. In questi casi, la legge italiana, riconosce al lavoratore il diritto...
Lavoro e Carriera

Come diventare Assessore

La figura dell'assessore non è di recente creazione, ma bisogna sapere che esisteva già in epoca romana, indicando colui che affiancava un superiore per coadiuvarlo nelle sue funzioni. Anche in campo giuridico era presente tale figura e stava a indicare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.