Come fare un discorso di successo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Indipendentemente dal tipo di discorso da tenere ci si può sentire nervosi o ansiosi prima di affrontare questa prova, soprattutto se non si ha particolare esperienza o dimestichezza con le parole e il pubblico. Anche se non si dispone di naturale predisposizione carismatica, né di avanzate tecniche di comunicazione, è comunque possibile impostare un discorso di successo. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • Sicurezza, determinazione, carisma, gestualità, prossemica
36

Le tre parti fondamentali

Il discorso può essere suddiviso in tre parti fondamentali: l'inizio, il corpo e la fine.
L'inizio del discorso ha la funzione di catturare l'attenzione, quindi deve essere ben studiato ed esposto per fare subito una buona impressione. Il corpo serve per esporre i contenuti fondamentali, per cui si tratterà della parte più corposa del discorso. Essa però dovrà evitare troppe divagazione, per scongiurare il rischio di abbassamento del livello di interesse del pubblico. La fine è la parte più difficile da affrontare, perché la platea tenderà a ricordare soprattutto le ultime parole pronunciate ed è quindi la parte che deve essere preparata con maggiore accuratezza.

46

Un' esposizione uniforme

Evitate che il discorso cada nella noiosità a causa di un'esposizione uniforme nel tono. Quando pronunciate il discorso fate delle pause, sottolineate verbalmente e con gestualità i concetti principali, mantenete vivacità ed entusiasmo nell'esposizione, fate uso intelligente della prossemica. Ricordate che in ogni momento l'esposizione deve essere viva, naturale e che dovrete riuscire a trasmettere sicurezza e tranquillità. Parlare con autorevolezza vi aiuterà a mostrarvi come persone decise e risolute, e ad esporre il discorso con successo. Se avete paura di non riuscire ad improvvisare un discorso coinvolgente, preparatelo prima. Scrivetelo, fissatene bene a mente i punti fondamentali e ripetetelo allo specchio finché non sarete soddisfatti del risultato.

Continua la lettura
56

Un discorso efficace

Un discorso efficace deve essere strutturato con parole di uso comune, di tipo concreto e non astratto, per rimanere maggiormente impresse nella mente di chi ascolta. La semplicità e la chiarezza del discorso deve essere mantenuta anche quando si affrontano aspetti tecnici. Va assolutamente evitato l'idioma, cioè il linguaggio conosciuto ed usato da determinate categorie o gruppi e che risulta di difficile comprensione. Naturalmente, se si tratta di una conferenza specialistica, adattate il vostro linguaggio rendendolo più forbito, per non ottenere l'effetto esattamente opposto: annoiale platea con discorsi troppo semplicistici.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se avete una bella voce forte, parlate senza microfono: vi sentirete meno in soggezione e questo sarà percepito anche dalla platea

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come preparare un discorso di pensionamento

Dopo anni di duro lavoro, il sogno di ogni impegnato è quello di percepire una pensione che gli consenta di potersi ripagare del tempo dedito al lavoro per potersi riposare e godere la famiglia e gli affetti più cari. Se avete quasi raggiunto l'età...
Lavoro e Carriera

Errori da evitare durante un discorso pubblico

Nei rapporti sociali, soprattutto se rivolti ad un numero indeterminato di ascoltatori bisogna sempre seguire dei parametri generali che permettano l'ascolto e la comprensione alla maggior fascia possibile rispetto il numero totale dei potenziali ascoltatori....
Lavoro e Carriera

Come scrivere un discorso

Essere dei bravi oratori è fondamentale per attirare e mantenere su di se l'attenzione del pubblico. Questo parte principalmente dallo schema che avrai ideato e realizzato, e successivamente dal modo in cui lo andrai ad enunciare. Infatti durante l'esposizione...
Lavoro e Carriera

10 trucchi per un business plan di successo

Se vogliamo che la nostra azienda sia un' azienda vincente sul mercato, dovremo creare ogni anno un vero e proprio business plan di successo. Tuttavia, per creare un business plan di successo, dovremo adottare alcuni validi accorgimenti. In questa guida...
Lavoro e Carriera

10 caratteristiche degli e-commerce di successo

Al giorno d'oggi sono sempre di più le persone che decidono di mettersi in proprio e aprire un negozio online. Questo passo è davvero importante e cambia le sorti dell'attività. A volte può essere una scelta positiva altre invece si rivela una decisione...
Lavoro e Carriera

Le regole fondamentali per un progetto di successo

Nella vita arriva per tutti il momento in cui si sente il bisogno di cambiare, modificare qualcosa per sentirsi migliori. Tutti siamo abituati a pensare, ci frulla sempre qualcosa per la testa ma arriva il giorno in cui quell'idea appare diversa. Qualcosa...
Lavoro e Carriera

I consigli per diventare un trader di successo

La professione del trader è una delle più ambite, soprattutto in un periodo come quello attuale caratterizzato da una forte crisi del lavoro. Tuttavia, operare in modo profittevole sui mercati finanziari non è così semplice come spesso si crede. La...
Lavoro e Carriera

5 segreti per avere successo sul lavoro

Vuoi crescere professionalmente, ma non sai come far decollare la tua carriera? Niente paura, in questo articolo vedremo i 5 segreti per avere successo sul lavoro. Ovviamente, quanto starai per leggere, non sono formule magiche, ma sono 5 preziosi consigli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.