Come fare un decreto ingiuntivo telematico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A partire dal 30 giugno 2014 (come stabilito dall'art.16 bis del ddl 179/2012) in tema di decreto ingiuntivo si è deciso di ricorrere all'invio telematico. Sono interessati da tale modifica i provvedimenti, gli atti di parte e altri documenti. Tale soluzione ha permesso di snellire le procedure, diminuire il lavoro amministrativo, ridurre anche gli oneri di accesso ai diversi uffici competenti in materia. Ha abbassato le tempistiche di emissione dei decreti che sono passate dalle precedenti 6 settimane a 6 giorni lavorativi. Nella presente guida verrà illustrato come fare un decreto ingiuntivo telematico.

25

Occorrente

  • editor di testo
35

procedure iniziali

Il primo aspetto del quale tenere conto quando si decide di fare ricorso ad un decreto ingiuntivo telematico è come redarlo. Utilizzate un qualsiasi redattore di testi. Convertite il testo in Pdf. Attenzione: non ricorrete alla scansione. Usate il comando: Salva in formato PDF o simili presente in ogni software di scrittura. Inviate il file all'avvocato di riferimento che lo sottoscriverà con firma digitale. Quest'ultima potrà anche essere ottenuta in un momento successivo con un software apposito (come, ad esempio, "redattore atti").

45

Dati da inserire

Fate particolare attenzione ai dati riportati nel decreto ingiuntivo: dovranno contenerei i nomi delle parti coinvolte, il codice fiscale e l'indirizzo email dell'avvocato, e il codice fiscale (oppure la partita Iva) del cliente. Il Ministero ha messo a disposizione un software che consente di non predisporre il provvedimento di ingiunzione del giudice; grazie a tale software il provvedimento verrà redatto direttamente dal magistrato. Inserite l' indicazione "immediatamente esecutivo" se questa è la vostra intenzione nel documento stesso. Riportate chiaramente la somma ingiunta in modo che sia facilmente distinguibile dal corpo dell'atto (proprio per tale motivo, utilizzate lo stampatello oppure il grassetto).

Continua la lettura
55

Procura alle liti e altri allegati

Redigete la" procura alle liti" su di un foglio a parte, allegandola alla busta telematica nell'apposita sezione (che porta lo stesso nome). In questo modo, verrà considerata come "apposta in calce" all'atto. Per eventuali altri allegati, scegliete uno dei formati ammessi nelle specifiche tecniche del processo civile telematico. Per tali documenti non è richiesta la firma (potrebbe appesantire inutilmente l'atto. Considerate che la dimensione massima non dovrà superare i 30 Mb). Indicate nel testo del ricorso la richiesta di liquidazione delle spese, non è necessario allegare la nota.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Richieste e Moduli

5 cose da sapere se ricevi un decreto ingiuntivo

È meglio che nessuno nella vita riceva un decreto ingiuntivo. Per chi non lo sapesse infatti è un ordine dato da un giudice su base di un creditore. Questo consiste nell'obbligare il debitore ad adempiere all'obbligazione assunta entro 40 giorni solitamente....
Richieste e Moduli

Come ottenere una sentenza contro un debitore

Spesso ci si ritrova in situazioni paradossali dove l'elargitore di una somma di denaro o di un bene materiale veda sfumare la sua fonte di guadagno o l possibilità di avere indietro il suo denaro. In questi casi come muoversi? L'unica soluzione che...
Aziende e Imprese

Come Recuperare Un Credito Su Fattura

Per chi ha un'attività in proprio è necessario tutelarsi e riscuotere i propri crediti. A volte infatti capita che, dopo aver emesso una fattura di vendita ad un cliente, e purtroppo quest'ultimo sia diventato un cattivo pagatore, ed il credito rimanga...
Finanza Personale

Come riscuotere i propri crediti

Pressione fiscale, carenza di lavoro, stretta del credito e lunghi tempi di pagamento, sono solo alcuni dei tanti fattori che influiscono sulla crescita esponenziale del fenomeno dell'insolvenza. Per tutelare i propri diritti è fondamentale che ognuno...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Finanza Personale

Pignoramento presso terzi: come funziona

Il pignoramento fa parte della sfera del diritto privato e, nello specifico, rientra nel gruppo dei diritti di garanzia, ovvero i privilegi, il pegno, le ipoteche. Semplicemente, il pignoramento è, secondo il nostro codice civile che regolamenta i rapporti...
Case e Mutui

Come salvare la casa dal pignoramento

Attualmente si parla spesso di pignoramento di beni; infatti, anche in tv si vedono servizi che parlano di chi ha perso la propria casa. La causa principale è senza dubbio il mancato pagamento del debito; ciò succede per la crisi e la disoccupazione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.