Come fare richiesta apposizione sigilli su beni ereditari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I beni ereditari sono quei beni che una persona riceve, in ragione di testamento o legato, ovvero quale legittimario, a seguito della morte di chi ne è proprietario. Quando questi beni restano incustoditi dopo il decesso del loro proprietario, ovvero si trovano nel possesso di persone estranee all'asse ereditario, è necessario salvaguardarne l'integrità, nonché salvaguardare l'interesse di tutti coloro che vantano diritti su uno o più tra i beni in questione. Tale salvaguardia viene garantita dalla richiesta di apposizione dei sigilli, disciplinata dall'articolo 752 e seguenti del codice civile. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • certificato di morte in carta semplice
  • copia autentica del testamento
  • autocertificazione dell'elenco degli eredi
36

L'apposizione dei sigilli sui beni ereditari può essere richiesta dall'esecutore testamentario, da uno o più eredi, dai creditori, dal convivente, da chi al momento della morte era addetto al servizio del de cuius e, infine, d'ufficio dal Pubblico Ministero. La domanda si propone con ricorso da depositarsi presso il Tribunale del luogo dell'ultimo domicilio del defunto. Le spese della procedura consistono nell'apposizione della marca per contributo unificato (pari ad €uro 98,00) e dei diritti di cancelleria (pari ad €uro 27,00), acquistabili in tabaccheria ovvero pagabili in banca o in posta tramite modello F23. Non è necessario farsi assistere da un avvocato.

46

Il ricorso deve contenere le generalità del defunto e degli eredi, nonché l'elenco e la descrizione dei beni sui quali si desidera far apporre i sigilli. Il ricorrente deve essere residente nel Comune ove è sito il Tribunale adìto. Diversamente, il ricorso deve contenere l'elezione di domicilio in tale luogo. Il ricorso, premessi i motivi della richiesta, deve contenere l'espressa istanza di apposizione dei sigilli sui beni. Al ricorso vanno allegati il certificato di morte in carta semplice, la copia autentica del testamento (se presente) e l'autocertificazione dell'elenco degli eredi. Alla nota di iscrizione a ruolo (della quale dovrà essere previamente richiesto il modulo presso la cancelleria del Tribunale) vanno allegate le ricevute di pagamento del contributo unificato e dei diritti di cancelleria.

Continua la lettura
56

Ricevuto il ricorso (da depositarsi nella cancelleria della "volontaria giurisdizione"), il Tribunale pronuncerà un decreto che dispone l'apposizione dei sigilli sui beni. Ai fini della conservazione dei beni sigillati, il decreto conterrà la nomina di un custode. Qualora l'asse ereditario comprenda beni deteriorabili, il Tribunale può disporne immediatamente la vendita.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non è necessario rivolgersi ad un avvocato, è sufficiente seguire passo passo la guida
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere la separazione dei beni

Come vedremo successivamente, nonostante il regime patrimoniale naturale dei coniugi sia la comunione dei beni (sulla base della quale i due coniugi con il matrimonio uniscono i propri patrimoni, dando luogo ad un patrimonio comune), entrambi hanno comunque...
Richieste e Moduli

Come rinunciare alla comunione dei beni

Il matrimonio tra due persone è un momento ovviamente assai importante e delicato sia a livello spirituale che a livello materiale, il coronamento di un sogno che porterà due persone che si amano a formare una famiglia, a vincolarsi ad una promessa...
Richieste e Moduli

Come ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con beneficio di inventario

Nel caso in cui un erede abbia accettato con beneficio d'inventario un'eredità e voglia procedere alla vendita o ad atti d'amministrazione straordinaria dei beni, ha l'obbligo, entro e non oltre cinque giorni dall'accettazione della successione, di chiederne...
Richieste e Moduli

come emettere una fattura accompagnatoria dei beni in un'azienda

Le tipologie di fattura esistenti sono tre:1) FATTURA IMMEDIATA.2) FATTURA DIFFERITA.3) FATTURA ACCOMPAGNATORIA.La fattura immediata prevede una emissione ed una spedizione il giorno stesso dell’avvenuta vendita.La fattura differita funge da certificato...
Richieste e Moduli

Come scrivere una richiesta ferie al datore di lavoro

Come scrivere una richiesta ferie al datore di lavoro è una domanda che ci siamo posti un po' tutti. Il superiore non ci è sembrato così convinto della nostra richiesta verbale, dunque preferiamo formalizzare la pratica in ufficio all'attenzione della...
Richieste e Moduli

Come formulare una richiesta di accesso agli atti

Grazie all'emanazione di una nuova normativa che dizciplina la materia, è stato avviato il processo di trasparenza amministrativa, affinché la Pubblica Amministrazione possa garantire la massima circolazione dei documenti, sia all interno sia all'esterno...
Richieste e Moduli

Come fare richiesta risarcimento danni per infiltrazioni d'acqua dal vicino

Se ti stai ritrovando a leggere questo articolo, si vede che avrai sicuramente ricevuto danni per infiltrazioni d'acqua dal vicino. Ti starai sicuramente chiedendo cosa dovresti fare adesso è soprattutto come, risalire alla fonte del danno e come fare...
Richieste e Moduli

Come fare richiesta per la casa comunale

La casa è sicuramente un punto di riferimento importante per ogni persona al fine di condurre una vita serena e tranquilla. Per diversi problemi però può capitare di non riuscire a pagare l'affitto a causa delle ridotte possibilità economiche dovute,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.