Come fare la dichiarazione dei redditi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida vi illustrerò come fare una dichiarazione dei redditi, spero che la mia spiegazione sia il più semplice possibile. Vi parlerò per mia esperienza, e di come ho fatto io, per dichiarare il reddito, è molto semplice, vi aiuterò passo passo, per far si che non abbiate problemi. Vi auguro una buona lettura.

25

La dichiarazione dei redditi, è il momento in cui il cittadino “fa i suoi conti” con lo Stato. Invia i propri redditi, e le imposte che ha già pagato ed eventuali spese pagate durante l’anno precedente per poter ottenere un risultato finale: potrà andare a debito, e in questo caso potrà restituire allo Stato la determinata somma; oppure andrà a credito e sarà lo Stato a dover restituire del denaro al cittadino.

35

Per fare i calcoli della dichiarazione dei redditi, si deve compilare il modulo Unico, cioè uno schema fatto dall Agenzia delle Entrate in cui sono elencati i dati anagrafici del cittadino, tutti i beni che possiede ed eventuali spese. Alla fine della compilazione si ottiene un saldo che il cittadino deve pagare o ricevere. Primo caso, la cifra che di deve pagare tramite il modello F24; e il contribuente è a credito, e quindi sarà lo Stato a restituire i soldi nel giro di alcuni anni. Tramite un modello Unico qualunque cittadino può fare la dichiarazione dei redditi, infatti prevede al suo interno tutta una serie di situazioni particolari.

Continua la lettura
45

L’agenzia delle Entrate predispone anche un altro tipo di dichiarazione, che viene fatta tramite una compilazione di un modello 730. Un modello semplificato che permette di avere il conguaglio sull'imposta velocemente, tramite un sostituto dell'imposta. Questo caso è il datore di lavoro, che si sostituisce al contribuente per chiudere i conti con lo Stato. Se il cittadino è IN debito, il datore di lavoro, preleverà dalla busta paga del lavoratore la somma dovuta, e la verserà allo Stato. Dalla dichiarazione del contribuente potrebbe emerge un credito sostituto d’imposta, potrà anticipare allo Stato la somma che si deve restituire al contribuente, versandola direttamente nella busta paga del lavoratore. Visto che è un modello semplificato, può essere utilizzato solamente da alcune categorie come ad esempio: lavoratori dipendenti, pensionati.

55

In alcuni casi il cittadino è obbligato a fare la dichiarazione, in altri casi la dichiarazione è facoltativa. Infatti situazioni lineari in cui il cittadino, alla fine dell'anno ha già pagato tutte le imposte che deve, quindi non è obbligato a fare la dichiarazione. Spesso fare una dichiarazione può risultare anche conveniente, il contribuente recupera una buona parte delle spese effettuate durante l’anno, per esempio: spese sanitarie, per i figli. Chiunque se è esperto in questa materia potrebbe decidere di fare un proprio conto la dichiarazione dei redditi, se avete dei dubbi vi consiglio rivolgervi a degli esperti, come commercialisti, operatori fiscali del CAF.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come presentare la dichiarazione cartacea dei redditi

In questa guida vedremo come presentare la dichiarazione cartacea dei redditi. Non si tratta di un'operazione difficile da eseguire, perché sostanzialmente tutte le difficoltà che riguardano la dichiarazione dei redditi sono inerenti alla sua compilazione....
Previdenza e Pensioni

Come compilare on line la dichiarazione dei redditi

Diversi sono i canali attraverso cui si può adempiere all'obbligo di compilare la Dichiarazione dei Redditi. Generalmente ci si rivolge ad un commercialista, ma ci si può anche avvalere dei Patronati o della stessa Agenzia delle Entrate che mette a...
Aziende e Imprese

Come operare come sostituto d'imposta

Il sostituto d'imposta, nell'ordinamento italiano, rappresenta quel soggetto (pubblico oppure privato) che secondo la normativa vigente sostituisce in tutto o parzialmente il contribuente nei rapporti con l’amministrazione finanziaria, trattenendo le...
Case e Mutui

Come detrarre il canone d'affitto dal 730

Chi vive in affitto ha diritto ad alcune detrazioni fiscali Irpef. Per molti è la voce più rilevante della dichiarazione dei redditi, proprio perché la spesa incide molto sul bilancio familiare. I vantaggi offerti dalle normative sono una buona occasione,...
Richieste e Moduli

I 5 errori da non fare compilando il 730

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi, dedicato ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e dall'anno 2014 anche a chi ha perso il sostituto d'imposta. Attraverso il modello 730 il contribuente riceverà il rimborso dell'imposta direttamente...
Finanza Personale

Dichiarazione dei redditi: differenze tra 730 e Unico

In una realtà, come quella del nostro Paese, in cui da ormai svariati anni si cerca in tutti i modi di contrastare la troppo diffusa evasione fiscale, è di particolare inportanza essere a conoscenza di alcuni concetti di base relativi all'ambito fiscale....
Richieste e Moduli

10 consigli per compilare il 730 da soli

Come è ben noto, il 730 è il modello di denuncia dei redditi, soprattutto per i pensionati e i dipendenti. Altre tipologie di contribuenti si annoverano in questo tipo di dichiarazione fiscale. Per esempio i lavoratori a tempo determinato, i lavoratori...
Richieste e Moduli

Come fare l'integrazione del modello 730

Il modello 730 è un documento che deve essere compilato per fare la dichiarazione dei redditi. Fino a quest'anno la compilazione del modello 730 era competenza di ragionieri e Caf, ovvero il Centro assistenza fiscale. Dal 15 aprile 2015, invece, il modello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.