Come fare la detrazione mensa scuola materna

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

In questa guida, vogliamo proporvi il modo più semplice e comodo, per imparare come poter fare la detrazione, sulla mensa della scuola materna. Sono veramente in tanti, i genitori, che a causa del loro lavoro o delle possibilità, fanno mangiare i propri figli a scuola. Occorre essere a conoscenza, che questa spesa, che viene sostenuta da molte famiglie, può essere detratta e quindi può essere inserita nella dichiarazione dei redditi ed avere appunto una detrazione, a nostro vantaggio, da parte dello Stato.  Per capire bene, come e cosa occorre fare, seguiamo la seguente guida, che ci aiuterà nel mettere in pratica tutto ciò.

29

Occorrente

  • Documento che attesti il pagamento
  • ricevuta di pagamento
  • modello 730
  • modello Unico
39

La prima cosa che vogliamo dire è che la detrazione per la mensa scolastica, è riconosciuta per la misura del 19%, e potrà la stessa, essere applicata su un importo annuo, che non dovrà essere superiore alle 400 €, per alunno e quindi per figlio. Di questa detrazione si potrà usufruire per ogni tipo di scuola, dalla materna fino alla scuola di secondo grado. Quindi, da quest’anno, anche le spese della mensa scolastica, possono godere della detrazione fiscale, in particolar modo dopo l’introduzione della lettera e-bis all’articolo 15 comma 1 del TUIR.

49

Una volta che avremo effettuato il pagamento di questa spesa annuale, si dovrà conservare la ricevuta, che dovrà essere presentata al proprio commercialista, l’anno successivo, al godimento del servizio, nella dichiarazione dei redditi, quindi mediante compilazione del 730 o del Modello Unico.

Continua la lettura
59

Occorre ricordare che prima di presentare i documenti al proprio commercialista o Caff, è necessario verificare che nei documenti che andremo a dare, siano presenti tutti i dati anagrafici del proprio figlio o figlia, quindi il nome, il cognome, il codice fiscale ed anche la scuola che frequenta. E’ indispensabile la data e l’anno in cui è stato effettuato il pagamento, l’importo che si è pagato ed anche il servizio, appunto la mensa scolastica, di cui si è usufruito.
Il pagamento potrà essere eseguito tramite bonifico bancario, postale o anche su conto corrente o in qualsiasi altro modo, purché sia verificato e registrato.

69

Per verificare il pagamento, occorre presentare non solo il documento, ma occorre anche una certificazione, da parte della scuola competente, che attesti che l’importo dei pagamenti sia stato effettuato per la mensa scolastica e non per altre diverse attività.
Detto ciò, una volta portati tutti i documenti necessari al proprio commercialista, lo stesso, inserirà l’importo che è stato pagato nell’apposita sezione del modello 730 o Unico, che ha davanti e che compilerà.

79

Nello specifico le spese sostenute per la mensa della scuola materna, dovranno essere inserite nel quadro E del 730 anno 2016, e di preciso al rigo E13, quindi come spese di istruzione, che non dovranno essere confuse con le erogazioni liberali, che invece devono essere inserite sempre nel quadro E, ma al rigo E17, del modello 730.  

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Detrazione 65% infissi: ecco come richiederla

Come vedremo nel corso di questa guida, la normativa fiscale attualmente vigente, prevede la possibilità per i soggetti di ottenere una detrazione del 65% per la sostituzione di infissi e/o portoni di ingresso. Se pertanto siete interessati a scoprire...
Richieste e Moduli

Come richiedere il rimborso del bonifico errato per detrazione fiscale

Come specificato nel decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013, sono stati decisi interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia, per l'acquisto sia di elettrodomestici che di arredamenti. Per usufruire di tale vantaggio, è necessario...
Richieste e Moduli

Come beneficiare delle detrazioni scolastiche

Chi ha dei figli in età scolastica sa benissimo quale sia la spesa da sostenere annualmente per la loro istruzione e quanto questa gravi sull'economia generale della famiglia. Fortunatamente lo Stato Italiano va incontro alle famiglie, consentendo di...
Richieste e Moduli

Come diventare personale ATA nella scuola

Il personale ATA designa una specifica categoria, ovvero quella degli addetti al settore amministrativo, tecnico e ausiliario. Le mansioni professionali in questione riguardano la pubblica amministrazione. I lavoratori ATA sono anche le figure professionali...
Richieste e Moduli

Come detrarre le spese dell'affitto

Quando si avvicina il periodo della dichiarazione dei redditi, la grande preoccupazione è quella di racimolare tutte le ricevute delle spese sostenute durante l'anno precedente, per poi metterle in detrazione. Tra queste spese possono essere messe anche...
Richieste e Moduli

Come richiedere l'ecobonus per gli impianti domotici

Dal 1° gennaio 2016, per i contribuenti, è stato è stata estesa la detrazione al 65% IRPEF anche alle spese domotica. Il tutto è stato chiamato "Ecobonus spese domotica 2016".In pratica comprende tutte le spese per gli impianti domotici e i dispositivi...
Richieste e Moduli

Come detrarre l’acquisto di una stufa a pellets

Con la legge n. 208 del 28/12/2015, ovvero la nuova Legge di Stabilità 2016, le agevolazioni per l'acquisto di caminetti e stufe sono state confermate ed è stato contestualmente protratto il termine del loro acquisto fino al 31/12/2016. La detrazione...
Richieste e Moduli

730: tutte le detrazioni

Cominciamo col dire che, il 730 è il modulo attraverso il quale viene effettuata la denuncia dei redditi e viene stabilito l'importo di tasse da pagare allo Stato. Tuttavia, dai redditi, devono essere sottratte alcune somme che fungono da "rimborso"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.