Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Tramite: O2O 25/05/2019
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile e che viene pagata solitamente con una cadenza prefissata mensile, bimestrale ed in casi più rari con intervalli più lunghi. A volte, si deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. L'inquilino, cioè il conduttore, può mettersi d'accordo con il padrone di casa, cioè il locatore, seguendo altre modalità. Il canone d'affitto infatti può essere libero, con durata 4+4 anni e in contratto verrà segnato l'ammontare senza limiti, ma con gli aggiornamenti che devono seguire un andamento definito dall'indice Istat. La legge consente l'aggiornamento contro l'inflazione e quindi l'aumento dell'affitto per tutto il contratto. Può succedere che in caso di imprecisioni sia possibile contestare l'aggiornamento stesso. Quindi, ecco come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione.

26

Occorrente

  • Contratto d'affitto
  • Lettera di contestazione
  • Gazzetta Ufficiale per indici Istat
36

Inserire la clausola

Se viene stabilito da ambedue le parti interessate di non attenersi ad un contratto standard, è possibile redigerne uno che si adatti alle esigenze di locatario e locatore. In caso di contratto realizzato ad hoc, però, ci sono alcuni elementi che devono essere attentamente ponderati, ed è sempre bene consultarsi con un esperto, come un geometra o almeno un immobiliarista per riuscire a capire quanto effettivamente possa risultare vantaggiosa la scelta. Le parti potrebbero accordarsi per un canone d'affitto aggiornato annualmente all'indice Istat, ma devono inserire questa precisazione nel contratto d'affitto stesso. Se questa clausola nel contratto viene a mancare il locatore non può pretendere l'adeguamento, ma deve accettare solo il canone fisso, che non potrà aumentare per tutta la durata del contratto.

46

Stabilire l'aggiornamento

Le parti inoltre si possono mettere d'accordo su un aggiornamento automatico o su domanda del locatore. Nel primo caso, nel contratto d'affitto è stata inserita la clausola di aggiornamento Istat automatico e il locatore non può presentare nessun'altra pretesa. L'inquilino però è tenuto a pagare l'aggiornamento se non vuole incappare in problemi di ordine legale che possono anche condurlo di fronte ad un giudice per una casa civile, che spesso risulta non conveniente. Se non si attiene a questa norma, il locatore allora può chiedere le somme non ricevute nell'arco dei cinque anni precedenti, sempre che rientrino nel contratto. Nel caso invece di aggiornamento Istat del canone d'affitto su richiesta del locatore, quest'ultimo può effettuarla verbalmente o per fatti concludenti. Infatti il padrone di casa ha diritto ad avere l'aggiornamento Istat dell'anno in corso.

Continua la lettura
56

Scrivere la lettera

Le parti potrebbero accordarsi sull'aggiornamento Istat del canone al 100% della variazione oppure possono accettare altri indici concordati, sempre che questi indici non provochino un aumento eccessivo dell'affitto dando origine ad uno squilibrio del contratto stesso, magari a favore del locatore. È questo il caso di una contestazione che verrà poi valutata da un giudice secondo le situazioni economiche di entrambe le parti, al fine di ritenere giuste le prestazioni e la clausola stessa, nel caso in cui si debba ricorrere ad un processo. Per fare la contestazione, bisogna scrivere in mezzo alla pagina a grandi lettere: Contestazione Adeguamento Istat. A capo e a sinistra si deve scrivere: "Raccomandata A. R." e sotto la data. Mentre a destra scrivere il nominativo e l'indirizzo del destinatario. Poi a capo si inizierà con il corpo della contestazione: "La presente per comunicarLe ad ogni effetto di legge che la richiesta da Lei formulata in data... E relativa all'aggiornamento Istat del canone nella misura di Euro... Pari all'applicazione dell'indice..., potrebbe non essere uguale all'indice reso noto dall'Istat per il mese di... Che è pari a... Come pubblicato della G. U. N... Del..." Alla fine, ci saranno i saluti e il nominativo e l'indirizzo del mittente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come ottenere il rimborso del canone d'affitto

La stipula di un contratto d’affitto, regolarmente sottoscritto e registrato, può dare origine a diverse agevolazioni. Una di queste viene concessa dall’Agenzia delle Entrate sotto forma di detrazioni d’imposta. Un'altra viene offerta dal proprio...
Richieste e Moduli

Come comunicare una rettifica di un contratto di locazione

La legge, per ogni contratto di locazione di beni immobili, prevede la registrazione obbligatoria. Questa norma, deve essere rispettata indipendentemente dell'ammontare del canone pattuito. Dal momento della stipulazione di un contratto di locazione della...
Richieste e Moduli

Come chiedere il rimborso del canone TV non dovuto

Tutti i contribuenti che possiedono, all’interno della propria abitazione, un apparecchio televisivo, sono obbligati al pagamento del canone RAI. Questa imposta, che consiste in una tassa pari a 90 euro annuali, è stata di recente inserita direttamente...
Richieste e Moduli

Come prorogare un contratto di locazione

Capita molto spesso, alla scadenza di un contratto d'affitto, di preferire un prolungamento dello stesso alla ricerca di una nuova locazione. Generalmente un contratto d'affitto viene stipulato ogni quattro anni, e la data di inizio e quella di scadenza...
Richieste e Moduli

Come disdire il canone speciale Rai

Il canone speciale Rai è diretto a tutti coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive fuori dall'ambito familiare, rivolgendosi quindi ai proprietari di esercizi pubblici o locali aperti...
Richieste e Moduli

Come annullare un contratto di locazione firmato

Un contratto di locazione firmato si può annullare per motivi di diversa natura. Ad esempio si trova un locale più confortevole, oppure ci si deve necessariamente trasferire presso una nuova abitazione. Se l'immobile si trova in affitto, si può decidere...
Richieste e Moduli

Cosa fare per non rinnovare il contratto di locazione

Il contratto di locazione consiste in una forma contrattuale vincolante, tra l'inquilino ed il padrone di casa. Pertanto, nel caso in cui si avesse la necessità di interrompere anticipatamente il contratto di affitto, occorre prendere in considerazioni...
Richieste e Moduli

Come fare una scrittura privata per risoluzione consensuale del contratto di locazione

Spesso, quando si parla di locazione, si pensa immediatamente all'affitto di un'immobile, anche se esiste la possibilità di affittare un'automobile, una barca, persino vestiti e strumenti vari. Durante il periodo di locazione previsto, può accadere...