Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile. A volte, deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. Ma l'inquilino, cioè il conduttore, può mettersi d'accordo con il padrone di casa, cioè il locatore, seguendo altri modi. Il canone d'affitto infatti può essere libero, con durata 4+4 anni e in contratto verrà segnato l'ammontare senza limiti, ma con gli aggiornamenti secondo l'indice Istat. La legge consente l'aggiornamento contro l'inflazione e quindi l'aumento dell'affitto per tutto il contratto. Ma può succedere che in caso di imprecisione sia possibile contestare l'aggiornamento stesso. Quindi, ecco come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione.

26

Occorrente

  • Contratto d'affitto, lettera di contestazione, Gazzetta Ufficiale per indici Istat
36

Le parti potrebbero accordarsi per un canone d'affitto aggiornato annualmente all'indice Istat, ma devono inserire questa precisazione nel contratto d'affitto stesso. Se questa clausola nel contratto viene a mancare il locatore non può pretendere l'adeguamento, ma deve accettare solo il canone fisso, che non potrà aumentare per tutta la durata del contratto.

46

Le parti inoltre si possono mettere d'accordo su un aggiornamento automatico o su domanda del locatore. Nel primo caso, nel contratto d'affitto è stata inserita la clausola di aggiornamento Istat automatico e il locatore non può presentare nessun'altra pretesa. L'inquilino però è tenuto a pagare l'aggiornamento. Se non lo esegue, il locatore allora può chiedere le somme non ricevute dei cinque anni precedenti. Nel caso invece di aggiornamento Istat del canone d'affitto su richiesta del locatore, quest'ultimo può effettuarla verbalmente o per fatti concludenti. Infatti il padrone di casa ha diritto all'aggiornamento Istat dell'anno in corso.

Continua la lettura
56

Le parti potrebbero accordarsi sull'aggiornamento Istat del canone al 100% della variazione oppure possono accettare altri indici concordati. Sempre che questi indici non provochino un aumento eccessivo dell'affitto dando origine ad uno squilibrio del contratto stesso, magari a favore del locatore. È questo il caso di una contestazione che verrà poi valutata dal giudice secondo le situazioni economiche di entrambe le parti, al fine di ritenere giuste le prestazioni e la clausola stessa. Per fare la contestazione, scrivere in mezzo alla pagina a grandi lettere: Contestazione adeguamento Istat. A capo e a sinistra scrivere: Raccomandata A. R. E sotto la data. Mentre a destra scrivere il nominativo e l'indirizzo del destinatario. Poi a capo si inizierà con il corpo della contestazione: La presente per comunicarLe ad ogni effetto di legge che la richiesta da Lei formulata in data... E relativa all'aggiornamento Istat del canone nella misura di Euro... Pari all'applicazione dell'indice..., potrebbe non essere uguale all'indice reso noto dall'Istat per il mese di... Che è pari a... Come pubblicato della G. U. N... Del..... Alla fine, ci saranno i saluti e il nominativo e l'indirizzo del mittente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' bene informarsi sempre sugli adeguamenti Istat
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come ottenere il rimborso del canone d'affitto

La stipula di un contratto d’affitto, regolarmente sottoscritto e registrato, può dare origine a diverse agevolazioni. Una di queste viene concessa dall’Agenzia delle Entrate sotto forma di detrazioni d’imposta. Un'altra viene offerta dal proprio...
Richieste e Moduli

Come comunicare una rettifica di un contratto di locazione

La legge, per ogni contratto di locazione di beni immobili, prevede la registrazione obbligatoria. Questa norma, deve essere rispettata indipendentemente dell'ammontare del canone pattuito. Dal momento della stipulazione di un contratto di locazione della...
Richieste e Moduli

Come compilare la fideiussione per locazione

La crisi economica ha coinvolto molti paesi, inclusa l'Italia, questo fenomeno ha modificato l'atteggiamento di molti istituti di credito, sia nei confronti dell'erogazione di mutui, (attualmente applicabili anche ai giovani ed ai precari), che nei confronti...
Richieste e Moduli

Come dilazionare il canone RAI

Essendo davvero tante, e spesso piuttosto care, le tasse che abbiamo da pagare, è sempre bene ricordare quando sono le scadenze e quali sono gli importi da versare, in maniera tale da non incorrere in sanzioni per il mancato o il ritardato pagamento...
Richieste e Moduli

Come prorogare un contratto di locazione

Capita molto spesso, alla scadenza di un contratto d'affitto, di preferire un prolungamento dello stesso alla ricerca di una nuova locazione. Generalmente un contratto d'affitto viene stipulato ogni quattro anni, e la data di inizio e quella di scadenza...
Richieste e Moduli

Come cambiare l'intestazione del canone Rai

Il canone RAI è una tassa che è stata introdotta negli anni '50 quando in Italia nacque la prima televisione. L'unica cosa buona è che è possibile chiedere l'esonero di questa inutile spesa, dichiarando di non essere in possesso di alcun apparecchio...
Richieste e Moduli

Le caratteristiche del contratto di affitto a canone concordato

La legge italiana prevede una serie di tipologie contrattuali relative all'affitto di locali ad uso abitativo. Ciascuna di queste corrisponde ad un'esigenza specifica a tutela del locatore e dell'affittuario, con precise disposizioni e conseguenti agevolazioni....
Richieste e Moduli

Come annullare un contratto di locazione firmato

Un contratto di locazione firmato si può annullare per motivi di diversa natura. Ad esempio si trova un locale più confortevole, oppure ci si deve necessariamente trasferire presso una nuova abitazione. Se l'immobile si trova in affitto, si può decidere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.