Come fare l'autocertificazione per il rilascio contrassegno invalidi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le persone invalide possono godere di alcune particolari agevolazioni ma per riuscire ad ottenerle bisognerà eseguire un particolare iter burocratico che varia in base al tipo di agevolazione che si ha intenzione di richiedere. Se non abbiamo mai eseguito prima d'ora queste procedure, potremo incontrare alcune difficoltà nell'esecuzione di tutto l'iter burocratico previsto dalla normativa italiana, ma grazie ad internet potremo riuscire a superare queste difficoltà. Sul web, infatti, sono presenti tantissime guide, che in base alla procedura di nostro interesse, ci mostreranno tutti i passaggi da eseguire per riuscire ad ottenere molto facilmente l'agevolazione di nostro interesse. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare l'autocertificazione per il rilascio del contrassegno invalidi.

25

Occorrente

  • Seguire i consigli riportati nella guida.
35

Informazioni generali

Prima di descrivere come avviene la presentazione della domanda, continuiamo a dare alcuni accenni in merito all'argomento. Innanzitutto è importante sapere che il contrassegno è strettamente personale, e quindi va esclusivamente utilizzato quando sull'auto effettivamente c’è alla guida l’intestatario invalido, ed inoltre deve essere esposto ben visibile sul parabrezza. Se si utilizza un posto dedicato ai disabile ma nell'auto non è presente la persona titolare del contrassegno, si può incorrere in sanzioni.

45

Richiesta del contrassegno

Per ottenere il contrassegno, occorre dunque seguire un piccolo ma importante iter burocratico; infatti, per prima cosa è necessario richiedere la certificazione medica all'ASL (previo prenotazione al Cup), a meno che non si possieda già un certificato d'invalidità con tanto di barra sulla casella che ne attesta il 100%, ed ottenuto per decreto dalla commissione invalidi. In questo caso se il richiedente non può guidare l’auto perché cieco, il rilascio del contrassegno lo si ottiene comunque, ma va esposto su un’auto opportunamente segnalata con tanto di numero di targa, e alla guida un conducente abile. A questo punto, con il certificato medico alla mano, si può presentare la richiesta del contrassegno, il cui rilascio è immediato e vale 5 anni.

Continua la lettura
55

Rinnovo del contrassegno

Trascorso tale termine, per rinnovarlo basterà recarsi nel comune di appartenenza e presentare il contrassegno scaduto, per ottenerne immediatamente uno nuovo, con un altro certificato medico. In entrambi i casi, per fare l’autocertificazione, è sufficiente compilare un modulo, in cui sotto la propria responsabilità si dichiara la situazione fisica, il tipo di auto su cui andrà esposto il contrassegno ed il nome dell'eventuale persona alla guida. Il tutto con la consapevolezza che in caso di dichiarazione mendace, si andrà incontro a dure sanzioni amministrative.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Contrassegno invalidi: cos'è e come richiederlo

Chi possiede un invalidità sa bene come spesso la vita nelle nostre città possa rappresentare un vero e proprio problema quotidiano. Fortunatamente negli ultimi anni viene sempre più presa in considerazione l'idea di abbattere le barriere architettoniche,...
Richieste e Moduli

Come richiedere il contrassegno arancione per disabili

Le condizioni di una persona disabile possono spesso precludere le autonomie e la capacità di rendersi indipendenti negli spostamenti. Il contrassegno arancione per invalidi consiste una misura tesa a garantire loro una migliore qualità della vita,...
Richieste e Moduli

Come ottenere il contrassegno di sosta per residenti a Torino

Quando sentiamo parlare di contrassegno di sosta ci riferiamo a uno speciale permesso che viene rilasciato dal Comune in cui si risiede e consente ai residenti di sostare nei parcheggi a loro riservati (quelli contrassegnati da strisce blu) nella propria...
Richieste e Moduli

Come ottenere il contrassegno di sosta per residenti a Roma

Roma è una delle città più visitate d'Italia. Ad ammirare il suo bagaglio storico e culturale non sono soltanto i visitatori stranieri, ma anche quelli italiani, affascinati dalla bellezza della Capitale. Questo immenso flusso di turisti crea inevitabilmente...
Richieste e Moduli

Come ottenere il contrassegno di sosta per residenti a Napoli

Napoli è una città tanto bella quanto caotica, ed è difficile trovarvi parcheggio a qualsiasi ora del giorno. Tanti turisti hanno difficoltà a trovare un posto per la propria auto, figurarsi i residenti che ogni giorno devono lottare per parcheggiare...
Richieste e Moduli

Come fare l'autocertificazione dei dati anagrafici

Come abbiamo indicato nel titolo della guida, ora ci concentreremo su come fare l'autocertificazione dei dati anagrafici. Al giorno d'oggi, è di fondamentale importanza riuscire a conoscere nel miglior modo possibile tutte le situazioni che ci circondano,...
Richieste e Moduli

Autocertificazione di residenza: cos'è e come funziona

L'autocertificazione è uno strumento che permette di presentare una dichiarazione con cui, sotto la propria responsabilità, si attesta la propria condizione. Quando dobbiamo presentare una serie di documenti e tra le richieste c'è anche un' autocertificazione...
Richieste e Moduli

Come fare un'autocertificazione

Quando dobbiamo dichiarare il nostro stato lavorativo o civile, possiamo presentare un documento chiamato autocertificazione, meglio conosciuto come legge Bassanini. Si tratta in sostanza della sostituzione del vecchio atto notorio, ed è possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.