Come esercitare il diritto di usucapione

Tramite: O2O 25/10/2016
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'usucapione è un particolarissimo diritto che viene regolamentato in Italia dall'articolo 1158 del Codice Civile.
L'uscapione, in sostanza è un diritto attraverso il quale potremo acquisire la proprietà di un bene, dopo averlo posseduto per un certo periodo di tempo previsto dalla Legge in vigore.
Se ci vogliamo provare ad esercitare questo diritto, ma non conosciamo tutti i requisiti necessari per riuscirci senza problemi, potremo consultare le moltissime guide presenti su internet, che ci mostreranno tutti i passi da compiere per riusicire ad acquisire un bene sfruttando l'usucapione.
In questa guida, cercheremo quindi di capire, come fare per riuscire ad esercitare il diritto di usicapione.

27

Occorrente

  • Il terzo libro del codice civile.
37

Secondo la ratio di questo istituto si ha una tutela, ponendo rimedio a possibili vizi che si possono "affacciare" nel percorso della formazione di questo diritto. E? in questa fase che interviene l?attribuzione della proprietà del bene appartenuto per un lasso di tempo determinato, anche se si è verificato un vizio nell?acquisto, ad esclusione della violazione di legge come furto o rapina.

47

Noi ora esamineremo una situazione-tipo ipotizzata per esercitare tale diritto. Le proprietà possono essere acquistate per usucapione e la ratio di questo istituto specifica che la differenza della tipologia di esso si differenzia a seconda di un periodo di tempo più o meno lungo.

Continua la lettura
57

C?è da distinguere il bene immobile, mobile, mobile registrato e universalità di beni mobili.
Il primo elencato, quello immobile, riguarda quello cosiddetto "incorporato" su suolo, secondo l?articolo 812. Il secondo, ovvero mobile, riguarda quello non facente parte del bene immobile, tipo il televisore. Il terzo, o mobile è iscritto in apposito registro, tipo la proprietà di natante o di automobile. L?ultimo dei casi elencati, l?universalità di beni mobili, riguarda l?insieme di proprietà di uno stesso proprietario con stessa destinazione economica, come l?archivio storico di una città.

67

Queste fattispecie rendono realizzabile tale diritto, ma ora esaminiamo la parte pratica, considerando il periodo di tempo con le relative variabili. Per quanto riguarda i beni immobili devono trascorre 10 anni (usucapione abbreviato) a partire dalla trascrizione del bene per considerare valido l?atto pubblico registrato e che ci sia stata la buona fede; devono trascorrere 20 anni nel caso in cui non ci si trovi nelle condizioni di cui sopra. Per quanto riguarda i beni mobili è necessario che siano trascorsi 10 anni se il possesso è stato acquistato regolarmente e, se compreso un titolo validamente acquistato, si potrebbe venire in possesso regolarmente per
"possesso vale titolo" (secondo l?art. 1153 del codice civile), come titolo di acquisto valido; che siano trascorsi 20 anni se si è venuti in possesso e se non si è rispettata la buona fede. Per quanto riguarda l?università di beni mobili devono trascorrere 10 anni nel caso in cui non siano presenti buona fede e titolo valido; in mancanza di questi ultimi devono passare 20 anni. Per quanto riguarda i beni mobili registrati occorrono 3 anni nel caso di buona fede e titolo valido, mentre, se non sono presenti le condizioni di prima, devono passare 10 anni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ritenzione

Quando un debito non viene saldato entro i termini stabiliti e il creditore può dimostrare di essere stato penalizzato da questa inadempienza, ecco che vengono a verificarsi tutti gli estremi necessari per poter esercitare il cosiddetto diritto di ritenzione....
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ripensamento

Il diritto di ripensamento, definito anche diritto di recesso, permette ad una delle due parti di sciogliere il contratto, pur non godendo del consenso della controparte e senza dover subire delle penali, ma facendo fronte a tutte le obbligazioni che...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ripensamento su Enelenergia

Grazie alla liberalizzazione all'interno del mercato dell’energia elettrica sono giunti nuovi gestori e l’offerta si è ampliata visibilmente. Sempre più di frequente, però, le offerte presentate dai gestori non sono chiare e non sono sempre vantaggiose...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di prelazione agraria

L'articolo 47 della Costituzione Italiana prevede che l'accesso alla proprietà della terra sia favorito da parte della persona che provvede direttamente alla propria coltivazione: questa disposizione costituzionale venne introdotta a favore dell'affittuario...
Richieste e Moduli

Come esercitare diritto di recesso

Quando si acquistano dei beni o dei servizi, abbiamo il diritto di recesso, entro degli stabiliti termini e in alcune ben precise modalità, solitamente descritte sui contratti, con una opzione ben dedicata e descritta. Questa fa parte della tutela del...
Richieste e Moduli

Come acquisire possesso per usucapione

Il possesso per usucapione è un modo in cui si può acquisire il diritto di proprietà, di uso e abitazione, di usufrutto e di superficie di un bene immobile attraverso il possesso esercitato in maniera continuativa per un lungo arco di tempo previsto...
Richieste e Moduli

Come far valere l'usucapione su un terreno agricolo

L'istituto dell'usucapione è una modalità particolare di acquisto della proprietà di cose o altri diritti reali di godimento e si esplica per mezzo del possesso della cosa stessa per un periodo che è rigorosamente stabilito dalla legge. Ma come far...
Richieste e Moduli

Come funziona l'usucapione

L'usucapione è una pratica per la quale dopo alcuni anni di possesso indisturbato e continuativo di un bene, lo stesso cambia di proprietà. Generalmente l'usucapione più nota è quella relativa agli immobili e, scatta dopo vent'anni di possesso indisturbato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.