Come esercitare il diritto di ritenzione

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Quando un debito non viene saldato entro i termini stabiliti e il creditore può dimostrare di essere stato penalizzato da questa inadempienza, ecco che vengono a verificarsi tutti gli estremi necessari per poter esercitare il cosiddetto diritto di ritenzione. Nei passaggi successivi vedremo come poter esercitare il diritto di ritenzione e di cosa si tratta nello specifico, quali sono i doveri del creditore e invece i diritti del debitore.

25

Il diritto di ritenzione

Si tratta del diritto, da parte di un creditore, di trattenere fisicamente presso di sé l'oggetto concreto del debito, o parte di esso, a seconda delle dimensioni del danno procurato dal mancato saldo del debito. Un esempio: se portassimo la nostra auto in officina perché venga effettuata una riparazione e il meccanico l'aggiustasse ma, al momento della consegna, ci rifiutassimo di pagarlo, egli potrebbe esercitare il diritto di ritenzione. L'automobile in questione non dovrà essere utilizzata, ma anzi dovrà essere custodita e protetta con molta attenzione.

35

La consulenza con un legale

Tuttavia, è da precisare che per evitare di commettere un reato di appropriazione indebita, è necessario che ci sia un collegamento tra il bene in questione e il debito. Ovvero, tornando all'esempio precedente, il meccanico non può trattenere in officina la nostra macchina se mesi fa non abbiamo pagato la riparazione di un'altra auto. Per questo motivo è sempre consigliabile consultare il proprio legale e avere più chiarimenti possibili riguardo alle leggi in vigore, per non incorrere in errori che potrebbero farci ritrovare in una situazione opposta, cioè di torto.

Continua la lettura
45

I doveri del creditore e del debitore

Un'altra delle caratteristiche fondamentali del diritto di ritenzione è quella relativa al significato dell'azione del "trattenere": in essa è incluso solo il deposito dell'oggetto presso il creditore e null'altro di più. Bisogna dire che l'oggetto non potrà né essere prestato, né tanto meno utilizzato liberamente dal creditore. Questo tipo di azione è uno strumento di autotutela, che viene consentito dalla legge per il creditore, mentre per quanto riguarda il debitore rappresenta un incentivo a velocizzare l'adempimento dei suoi doveri.

55

Il diritto del debitore

La parte più complicata è quella che viene affidata all'interpretazione dell'effettiva esistenza delle circostanze necessarie all'esercizio del diritto di ritenzione. Qualora fossero presenti, sarà necessario procedere con chiarezza alla definizione oggettiva delle dimensioni della ritenzione consentite al creditore. Infine, quando il debitore avrà saldato i suoi obblighi nei confronti del creditore, quest'ultimo sarà tenuto a riconsegnare l'oggetto trattenuto (in condizioni ottimali).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come fare un piano di ammortamento

Abbiamo bisogno di fare uno specifico piano di ammortamento? Dobbiamo quindi realizzare un determinato programma estintivo di un debito o del capitale di credito? Sappiamo che eseguire un piano di ammortamento rappresenta un'azione semplice e veloce....
Finanza Personale

Come chiedere riabilitazione e cancellazione dei protesti

Purtroppo può capitare che per un qualsiasi motivo non si riesca ad ottemperare al pagamento di una cambiale o di un assegno emesso e andato in pagamento e che si subiscano dei protesti. Se non si riesce a bloccare il pagamento prima che vada in scadenza,...
Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Richieste e Moduli

5 cose da sapere se ricevi un decreto ingiuntivo

È meglio che nessuno nella vita riceva un decreto ingiuntivo. Per chi non lo sapesse infatti è un ordine dato da un giudice su base di un creditore. Questo consiste nell'obbligare il debitore ad adempiere all'obbligazione assunta entro 40 giorni solitamente....
Case e Mutui

Come estinguere un'ipoteca giudiziale

Iniziamo subito questo articolo con il dire che un'ipoteca giudiziale è un provvedimento avviato dal Tribunale, in seguito ad una richiesta comprovata da parte di un creditore insoddisfatto, che cerca di difendere in tutti i modi possibili il suo credito...
Aziende e Imprese

Come Comunicare al creditore la revoca del RID

Con il termine RID si intende l'autorizzazione che il debitore concede alla propria banca affinché possa addebitare sul suo conto degli importi da parte di un creditore. In questo modo, le somme verranno direttamente addebitate nel conto corrente della...
Case e Mutui

Come salvare la casa dal pignoramento

Attualmente si parla spesso di pignoramento di beni; infatti, anche in tv si vedono servizi che parlano di chi ha perso la propria casa. La causa principale è senza dubbio il mancato pagamento del debito; ciò succede per la crisi e la disoccupazione....
Finanza Personale

Atto di precetto: 5 cose da sapere

La crisi economica ha spinto tante famiglie o singole persone alla richiesta di finanziamenti o mutui offerti da finanziarie o istituti di credito. Può capitare però di non riuscire ad adempiere alla rate della somma erogata. Il creditore in questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.