Come esercitare il diritto di ritenzione

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Quando un debito non viene saldato entro i termini stabiliti e il creditore può dimostrare di essere stato penalizzato da questa inadempienza, ecco che vengono a verificarsi tutti gli estremi necessari per poter esercitare il cosiddetto diritto di ritenzione. Nei passaggi successivi vedremo come poter esercitare il diritto di ritenzione e di cosa si tratta nello specifico, quali sono i doveri del creditore e invece i diritti del debitore.

25

Il diritto di ritenzione

Si tratta del diritto, da parte di un creditore, di trattenere fisicamente presso di sé l'oggetto concreto del debito, o parte di esso, a seconda delle dimensioni del danno procurato dal mancato saldo del debito. Un esempio: se portassimo la nostra auto in officina perché venga effettuata una riparazione e il meccanico l'aggiustasse ma, al momento della consegna, ci rifiutassimo di pagarlo, egli potrebbe esercitare il diritto di ritenzione. L'automobile in questione non dovrà essere utilizzata, ma anzi dovrà essere custodita e protetta con molta attenzione.

35

La consulenza con un legale

Tuttavia, è da precisare che per evitare di commettere un reato di appropriazione indebita, è necessario che ci sia un collegamento tra il bene in questione e il debito. Ovvero, tornando all'esempio precedente, il meccanico non può trattenere in officina la nostra macchina se mesi fa non abbiamo pagato la riparazione di un'altra auto. Per questo motivo è sempre consigliabile consultare il proprio legale e avere più chiarimenti possibili riguardo alle leggi in vigore, per non incorrere in errori che potrebbero farci ritrovare in una situazione opposta, cioè di torto.

Continua la lettura
45

I doveri del creditore e del debitore

Un'altra delle caratteristiche fondamentali del diritto di ritenzione è quella relativa al significato dell'azione del "trattenere": in essa è incluso solo il deposito dell'oggetto presso il creditore e null'altro di più. Bisogna dire che l'oggetto non potrà né essere prestato, né tanto meno utilizzato liberamente dal creditore. Questo tipo di azione è uno strumento di autotutela, che viene consentito dalla legge per il creditore, mentre per quanto riguarda il debitore rappresenta un incentivo a velocizzare l'adempimento dei suoi doveri.

55

Il diritto del debitore

La parte più complicata è quella che viene affidata all'interpretazione dell'effettiva esistenza delle circostanze necessarie all'esercizio del diritto di ritenzione. Qualora fossero presenti, sarà necessario procedere con chiarezza alla definizione oggettiva delle dimensioni della ritenzione consentite al creditore. Infine, quando il debitore avrà saldato i suoi obblighi nei confronti del creditore, quest'ultimo sarà tenuto a riconsegnare l'oggetto trattenuto (in condizioni ottimali).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di usucapione

L'usucapione è un particolarissimo diritto che viene regolamentato in Italia dall'articolo 1158 del Codice Civile. L'uscapione, in sostanza è un diritto attraverso il quale potremo acquisire la proprietà di un bene, dopo averlo posseduto per un certo...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ripensamento

Il diritto di ripensamento, definito anche diritto di recesso, permette ad una delle due parti di sciogliere il contratto, pur non godendo del consenso della controparte e senza dover subire delle penali, ma facendo fronte a tutte le obbligazioni che...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ripensamento su Enelenergia

Grazie alla liberalizzazione all'interno del mercato dell’energia elettrica sono giunti nuovi gestori e l’offerta si è ampliata visibilmente. Sempre più di frequente, però, le offerte presentate dai gestori non sono chiare e non sono sempre vantaggiose...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di prelazione agraria

L'articolo 47 della Costituzione Italiana prevede che l'accesso alla proprietà della terra sia favorito da parte della persona che provvede direttamente alla propria coltivazione: questa disposizione costituzionale venne introdotta a favore dell'affittuario...
Richieste e Moduli

Come esercitare diritto di recesso

Quando si acquistano dei beni o dei servizi, abbiamo il diritto di recesso, entro degli stabiliti termini e in alcune ben precise modalità, solitamente descritte sui contratti, con una opzione ben dedicata e descritta. Questa fa parte della tutela del...
Richieste e Moduli

Come Esercitare Una Servitù Di Passaggio

Riuscire a esercitare una servitù di passaggio non è molto semplice per coloro che non possiedono un titolo in giurisprudenza e non conoscono le nozioni base del codice civile. Il codice civile, nato nel 1942, infatti, disciplina in materia di usucapione...
Richieste e Moduli

Come ottenere permessi per diritto allo studio

Il diritto allo studio è molto importante e soprattutto fondamentale poiché garantisce la formazione, è il diritto all'accesso al percorso formativo della persona. Il diritto allo studio non dipende dalle questioni economiche quindi anche questo tende...
Richieste e Moduli

Come rinunciare al diritto di abitazione

Il codice civile, all'articoli 1022 e seguenti, va a disciplinare il diritto all'abitazione, ponendolo come un diritto reale di godimento relativo a un bene di carattere immobile, di proprietà altrui. Il titolare, gode e dispone dell'immobile all'interno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.