Come esercitare il diritto di ripensamento

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il diritto di ripensamento, definito anche diritto di recesso, permette ad una delle due parti di sciogliere il contratto, pur non godendo del consenso della controparte e senza dover subire delle penali, ma facendo fronte a tutte le obbligazioni che ne conseguono dalla rescissione. Questa particolare tipologia di diritto viene utilizzata per tutelare il consumatore che acquista dei beni o dei servizi a distanza - questo vuol dire che nel caso in cui avvenisse un acquisto all'interno di un esercizio commerciale, tale diritto non potrebbe essere esercitato. Per comprendere meglio la funzione del diritto di ripensamento (e la maniera con il quale esercitarlo), basta ricercare sul web delle semplici guide che siano in grado di fornire tutte le informazioni necessarie. Nei passi successivi di questa guida si avrà modo di comprendere meglio come esercitare correttamente il diritto di ripensamento.

25

Quando può essere espresso il diritto di recesso.

Il diritto di ripensamento può essere espresso entro 10 giorni dalla data dell'acquisto, esclusivamente per le vendite o la stipula di contratti per servizi effettuati all'esterno dei locali commerciali o a distanza. Esempi a cui non è applicabile il diritto di recesso sono: vendite nei negozi, vendite tra professionisti e aziende che sono in possesso si partita IVA, alcuni tipi di vendite a distanza e i contratti che prevedono l'affitto di locali a scopi "turistici". Per avere la sicurezza che la tipologia di contratto preveda la clausola in questione sarebbe più agevole consultare questa guida.

35

Modalità con le quali è possibile esprimere il diritto di ripensamento.

Una volta assodato dal contratto che è possibile esprimere il recesso, è necessario scrivere una lettera con la quale esercitare il diritto di ripensamento. Il modello precompilato situato qui di seguito permette un minor dispendio di energie nel caso in cui lo si dovesse redigere ex novo. Una volta compilato il modulo, prestando la massima cura nel riempire tutti gli spazi, sarà possibile inviarlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo del venditore. Nel caso in cui il recesso fosse di un bene materiale è doveroso riconsegnarlo a proprie spese. Il venditore a questo punto avrà trenta giorni per restituire la somma spettante, passati i quali sarà possibile procedere per vie legali.

Continua la lettura
45

Termini entro i quali è possibile esprimere in contratto di recesso.

Se si acquistasse un bene utilizzando un contratto che presenta chiare irregolarità, il termine entro cui esprimere il recesso si estenderebbe fino a 60 giorni. Sono da considerarsi irregolarità: le clausole che parlano del diritto di recesso scritte con caratteri di più piccole dimensioni, il riferimento non chiaro alle leggi e l'omissione degli estremi della legge in questione (deve essere scritto chiaramente "ai sensi dell'art.64 D. Lgs. 206/05"). Per concludere è utile ricordare di leggere sempre e attentamente i contratti che si firmano o le condizioni di vendita dei beni che si ha intenzione di acquistare. Per essere consapevoli dei propri diritti, nel qual caso lo si ritenesse opportuno sarebbe consono chiedere delucidazioni ad un esperto legale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di prelazione

Si chiama diritto di prelazione quel diritto di esercitare comprando o affittando un immobile prima di chiunque altro. La prelazione è concessa per legge a chi è già inquilino in forza di un contratto di locazione: se l'immobile venisse posto in vendita,...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di ritenzione

Quando un debito non viene saldato entro i termini stabiliti e il creditore può dimostrare di essere stato penalizzato da questa inadempienza, ecco che vengono a verificarsi tutti gli estremi necessari per poter esercitare il cosiddetto diritto di ritenzione....
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di usucapione

L'usucapione è un particolarissimo diritto che viene regolamentato in Italia dall'articolo 1158 del Codice Civile. L'uscapione, in sostanza è un diritto attraverso il quale potremo acquisire la proprietà di un bene, dopo averlo posseduto per un certo...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di prelazione agraria

L'articolo 47 della Costituzione Italiana prevede che l'accesso alla proprietà della terra sia favorito da parte della persona che provvede direttamente alla propria coltivazione: questa disposizione costituzionale venne introdotta a favore dell'affittuario...
Richieste e Moduli

Come esercitare diritto di recesso

Quando si acquistano dei beni o dei servizi, abbiamo il diritto di recesso, entro degli stabiliti termini e in alcune ben precise modalità, solitamente descritte sui contratti, con una opzione ben dedicata e descritta. Questa fa parte della tutela del...
Richieste e Moduli

Come Esercitare Una Servitù Di Passaggio

Riuscire a esercitare una servitù di passaggio non è molto semplice per coloro che non possiedono un titolo in giurisprudenza e non conoscono le nozioni base del codice civile. Il codice civile, nato nel 1942, infatti, disciplina in materia di usucapione...
Richieste e Moduli

Come ottenere permessi per diritto allo studio

Il diritto allo studio è molto importante e soprattutto fondamentale poiché garantisce la formazione, è il diritto all'accesso al percorso formativo della persona. Il diritto allo studio non dipende dalle questioni economiche quindi anche questo tende...
Richieste e Moduli

Come recedere da un contratto per la fornitura di energia elettrica

Da qualche anno, i consumatori possono decidere presso quale società e a quali condizioni acquistare energia elettrica per la propria abitazione. Se il consumatore ha un contratto in atto e nel caso trovasse un’ offerta più vantaggiosa, può cambiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.