Come emettere fattura nel regime dei minimi

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La fattura è un documento che attesta una vendita. Questa può avere varie natura e viene emessa attestando numerazione, descrizione, natura, qualità e la quantità delle merci. Per poi potere elencare nella parte tabellare il prezzo unitario, complessivo, gli eventuali sconti e l'IVA. Oltre alle fatture ordinarie, in alcuni casi esistono quelle nel regime dei minimi. Queste prevedono un'imposta versamento imposta di bollo per importi non superiori a 77,47 euro. Mentre, sono totalmente esenti dal versamento dell'IVA e comprensive, invece, di versamento contributi previdenziali (2/4 %). Nella seguente guida spiego come emettere fattura nel regime dei minimi.

28

Occorrente

  • Fattura
38

La prima cosa che si deve tenere conto è che l'imposta di bollo che si dovrà pagare per fatture in regime di minimi, è di 1,81 euro. Ovviamente, sempre se tale cifra è superiore ai 77,47 euro, Invece, per importi inferiori a tale somma non va pagata l'imposta. Allo stesso modo saranno esenti da imposta di bollo gli acquisti intercomunitari e le azioni di reverse charge. Per emettere queste fatture, bisogna iscriversi nell'elenco VIES. Sono esonerati dall'obbligo di comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati relativi a tale adempimento, gli addetti economici aventi sede o domicilio in paesi che usufruiscono di regolamentazione fiscale privilegiata.

48

Il nuovo regime di contribuzione minima è stato introdotto dal 2008 ed è tuttora presente Oltretutto, risulta utile per agevolare i soggetti contribuenti. Mentre, la compilazione della fattura in regime di minimi risulta facile da compilare. Ammettiamo un compenso di 2000 euro si dovrà calcolare una ritenuta d'acconto del 20 % ossia 400 euro, imposta di bollo 1,81 euro, ritenute previdenziali del 4 % quindi 80 euro.
Da Gennaio 2012 le normative prevedono che i nuovi minimi non debbano imputare più la ritenuta al cliente titolare di partita IVA. Il contributo del 4% previsto per i professionisti regolarmente iscritti alle casse di previdenza (L335 1995), verrà calcolato sul corrispettivo in lordo del calcolo. Il contribuente iscritto ad una cassa di previdenza sociale privata, dovrà versare un contributo (PA) ridotto al 2% anzichè il 4 %.

Continua la lettura
58

Le differenze di base fra le varie tipologie di fatture nel regime dei minimi, vengono determinate dalla R/A variabile dal 2 % al 4 %. Di conseguenza l'applicazione dell'imposta di bollo non è obbligatoria. Nel caso si dovesse inviare la fattura via e-mail, o in alternativa per mezzo fax, sarà necessario apporre la marca da bollo sull'originale. Per poi conservala e includere la seguente dicitura: imposta da bollo assolta sull'originale.

68

Per emettere le fatture nel regime dei minimi occorrono alcuni requisiti fondamentali. Pertanto queste si possono applicare sia ai privati che ai liberi professionisti. Ma soltanto se non abbiano esercitato attività precedente al dicembre 2007. L'inizio attività non deve in alcun modo sostituire attività precedenti, esclusi i periodi di pratica obbligatoria in talune attività professionali. Il campo di applicazione prevede un periodo di 5 anni. Per chi risulta in regime vecchi minimi, le disposizioni vengono elencate sopra. Mentre, per i nuovi minimi in vigore dai 1 gennaio 2012, non viene più applicata la ritenuta. Poiché, il contribuente risulterebbe costantemente a credito. Quindi verrà applicata in denuncia dei redditi l'aliquota del 5 %. Ecco come emettere la fattura nel regime dei minimi.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Compilare la fattura in tutte le sue parti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come gestire le fatture

Oggigiorno, tutte le imprese che esercitano un'attività commerciale acquistando beni o servizi primari, devono necessariamente emettere delle fatture. Alla chiusura dei conti da contabilizzare, potrebbero venire a galla della incongruenze, causate dai...
Aziende e Imprese

Partita IVA regime dei minimi: 5 cose da sapere

Il regime dei minimi è un regime fiscale agevolato. Le vigenti leggi prevedono che le aliquote progressive alla tassazione comune vengano sostituite con l'Irpef in misura del 25% e che si venga esentati dal versare l'Iva. Il regime dei minimi può essere...
Lavoro e Carriera

Come compilare e ordinare correttamente una fattura

Per il popolo della Partita Iva l'emissione della fattura si rileva un obbligo finalizzato all'ottenimento del pagamento della vendita di merci o della prestazione di servizi. Si tratta di una documentazione che deve corrispondere a precisi canoni. Non...
Aziende e Imprese

Come applicare il nuovo regime forfettario

In questa guida metteremo in evidenza come applicare il nuovo regime forfettario, quindi il passaggio dal regime dei minimi al nuovo regime forfettario dell'anno 2015. Sembra difficile da capire completamente, ma in realtà non lo è affatto. Viene subito...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Fatture Da Emettere

Com'è ben noto, in materia fiscale, ci sono tantissime variabili da valutare per poter gestire al meglio entrate, uscite e le relative dichiarazione dei debiti di un determinato esercizio. Parte integrante di questo meccanismo vede coinvolte le fatture...
Aziende e Imprese

Come emettere una fattura elettronica

La fattura elettronica è un documento che riporta dei dati ben precisi; infatti, è diventato obbligatorio nei rapporti con la Pubblica Amministrazione nell'anno 2008 su consiglio dell'Unione Europea, per la predisposizione di un quadro normativo che...
Richieste e Moduli

Come recuperare gli acconti Irpef versati in eccesso prima del taglio degli stessi

Cerchiamo di vedere insieme, in questa guida, che vi proponiamo, come recuperare gli account Irpef, che sono stati versati in eccesso, prima del taglio degli stessi. Versare l'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche - che comunemente chiamiamo con la...
Aziende e Imprese

Come aprire la partita IVA agevolata

Aprire un'attività e una Partita Iva in tempo di crisi può sembrare azzardato, ma se si possiedono capacità imprenditoriali e validi progetti su cui investire può diventare la formula di riscatto per aggirare la dilagante disoccupazione. Molte società,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.