Come effettuare un subentro in un contratto di locazione

Tramite: O2O 16/08/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il contratto di locazione rappresenta un'ottima modalità per l'affitto, poiché le garanzie sono davvero numerose sia per il locatore, che per l'affittuario. Tuttavia, così come per gli altri contratti, bisogna conoscere alcuni particolari vincoli e condizioni. All'interno di questa guida, vi spiegherò come effettuare un subentro in un contratto di locazione in modo semplice e sicuro.

26

Occorrente

  • Carta d'identità
  • Codice fiscale
  • Modulo F23
  • Modulo di subentro
  • Fotocopie dei documenti
  • Marchi da bollo
36

Verificare che ci sia la reale possibilità di subentro

Prima di effettuare un subentro in un contratto di locazione, dovrete verificare che ci sia la reale possibilità. Solo in seguito, potrete preparare tutta la documentazione necessaria. In questo caso, dovrete scaricare il modello F23 dal sito dell'Agenzia delle Entrate o, in alternativa, richiederlo presso qualsiasi banca. Effettuerete poi una fotocopia della carta d'identità del locatore, oltre a quella appartenente all'affittuario precedente ed a quello nuovo; lo stesso varrà per il codice fiscale. Inoltre, dovrete procurarvi la modulistica specifica relativa al subentro in un contratto di locazione. Dovrete redigere il foglio in carta libera, dopodiché avrete bisogno di due marche da bollo di 16 euro.

46

Compilare il modulo F23

Successivamente, potrete procedere con la compilazione del modulo F23: qui, lascerete da parte i primi tre punti, in quanto li dovrà compilare la banca di riferimento, quindi tralascerete anche il punto 4 ed il punto 5, perché riservati all'affittuario precedente. Fatto ciò, dovrete guardare la timbratura apposta nell'ultima pagina del modulo, ricavare i dati del contratto precedente e trascriverli nell'F23. Scriverete poi il codice specifico del tributo subentri 110T. A questo punto, potrete recarvi presso un istituto bancario o alla posta ed effettuare il versamento. La somma partirà da 67 euro, mentre il totale tra i due contraenti (affittuario e locatore) sarà in forma equa. In seguito, dovrete portare il modulo all'Agenzia delle Entrate, che effettuerà la protocollazione.

Continua la lettura
56

Effettuare le fotocopie dei documenti

L'Agenzia delle Entrate vi richiederà le fotocopie della carta di identità e del codice fiscale dei contraenti. In aggiunta, vi servirà una copia dell'attuale contratto di affitto. Per una maggiore sicurezza, eseguirete la fotocopia della ricevuta dell'Agenzia delle Entrate e la allegherete alla copia del contratto di locazione. Dopo questi passaggi, sarete il subentrante effettivo. Infine, dovrete compilare in ogni parte il modulo di subentro. Anche se in forma provata, dovrà essere firmato da entrambi i contraenti e datata, ed apporrete un marchio da bollo da 16 euro per ogni copia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come subentrare nel contratto di locazione

Partendo dal presupposto che, indipendentemente dal fatto che voi siate dei locatori oppure dei veri e propri affittuari, un contratto di locazione regolarmente registrato risulta essere sempre una garanzia per entrambe le parti. Tuttavia, se avete intenzione...
Case e Mutui

Come rinnovare un contratto di locazione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come rinnovare un contratto di locazione. Il contratto di locazione è un documento molto diffuso e dalle varie tipologie, alcuni hanno durata annuale, con formula 4 x 4 e canone concordato,...
Case e Mutui

Come funziona il contratto di locazione 4+4

In questa guida vi spiegherò nel modo più semplice possibile come funziona il contratto di locazione 4+4. Partiamo dalle basi, cioè dalla definizione che il codice civile dà del contratto di locazione. L'articolo 1571 c.c. definisce la nozione di...
Case e Mutui

Locazione: tutto sulla registrazione del contratto

In questa guida parleremo di locazione: ecco tutto sulla registrazione del contratto. Cominciamo col dire che registrare un contratto di locazione è un obbligo dell'affittuario. Generalmente si deve provvedere alla registrazione solo se la locazione...
Case e Mutui

Come risolvere anticipatamente un contratto di locazione

Quando si stipula un contratto di affitto tra il locatario (proprietario dell'immobile) ed il conduttore (persona fisica che occupa il locale) vengono stabilite diverse clausole, tra cui la durata di locazione. Nel contratto vi è un intero paragrafo...
Case e Mutui

Come verificare la registrazione di un contratto di locazione

Il contratto di locazione è quel contratto con cui il proprietario di un immobile concede in locazione, o come comunemente si dice "in affitto", una casa, un appartamento o altro locale, al conduttore (cioè l'inquilino). I contratto di locazione affinché...
Case e Mutui

Contratto di locazione: come fare una disdetta

Quando abbiamo un locale od un appartamento da locare, capita a volte che si firmino i contratti di locazioni e ci troviamo in difficoltà per fare la disdetta per un cambio di programmi per diversi motivi. Con il tempo possono capitare questi cambi e...
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.