Come e quando fare una nuova planimetria

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La planimetria è la rappresentazione in disegno tecnico e geometrico, generalmente da fare in scala 1:500, di un qualsiasi edificio, privato o pubblico che sia. In ogni casa ci deve essere una planimetria corrispondente, prima di tutto perché questo documento è d'obbligo per il catasto, in secondo luogo perché diviene indispensabile esserne muniti qualora si decida di apportare modifiche o effettuare operazioni come la vendita dell'edificio interessato. Se non si è muniti di una planimetria, o quando quella di cui ci si trova in possesso è vecchia e non aggiornata, è necessario crearne una nuova.

27

Occorrente

  • Geometria
37

Partiamo dal "quando". La planimetria catastale è spesso richiesta per dimostrare la consistenza ed estensione in metri quadrati di un immobile visto che questo dato potrebbe, ad esempio, comportare sgravi su alcune tasse e imposte legate alla dimensione dell'immobile, come quella sui rifiuti. Il documento diventa dunque necessario quando si intende dimostrarne la superficie complessiva. La stessa rilevanza subentra in caso di vendita dell'immobile perché nella presentazione dell'atto di vendita è obbligo di legge includere la planimetria.

47

Parliamo poi del "come". Anche se teoricamente ogni edificio dovrebbe essere munito di propria planimetria originale, non sono rari quei casi in cui questa debba essere rifatta o anche modificata. La prima cosa da fare per cambiare la planimetria è una "denuncia di variazione" al Catasto. Questa denuncia è necessaria sia in caso di variazioni minori che, soprattutto, in caso di variazioni importanti e complesse.

Continua la lettura
57

La planimetria dell'immobile deve verificare i cambiamenti apportati negli anni, esplorare e stabilire la corretta redistribuzione degli spazi interni, come ad esempio quando si modifica l'utilizzo di balconi o altri spazi esterni trasformati, coperti e adibiti, ad esempio, a cucina. È necessario comunicare al Catasto la variazione anche quando ci sono delle modifiche sull'attribuzione della rendita catastale. Come ad esempio in caso di realizzazione di soppalchi o doppi servizi. Da notare bene come in caso di leggere variazioni interne di minore entità non sia necessario comunicare la modifica al catasto. Bisogna prestare anche molta attenzione ai tempi e ai procedimenti burocratici per l'adempimento delle denunce al catasto. Si parte da un minimo di quindici giorni ma i tempi sono molto variabili e possono anche allungarsi in maniera considerevole.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Comunicare al Catasto anche variazioni sull'attribuzione della rendita catastale.
  • Da non confondere la planimetria catastale con l'elaborato planimetrico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come scegliere se acquistare una casa nuova o usata

Quando ci troviamo nella condizione di andare a vivere in una casa diversa da quella dei nostri genitori, non sappiamo se scegliere una vecchia casa oppure una nuova.Generalmente, una casa nuova o di recente costruzione ci offre qualche vantaggio in più....
Case e Mutui

Come mettersi in regola con il catasto

Quando si possiede un immobile oppure si è titolari di un contratto di locazione che ha subito modifiche senza che ne siate al corrente può capitare che la planimetria dell'immobile non corrisponda esattamente a quella prevista dal catasto. In tal caso...
Case e Mutui

Come controllare che un rogito abbia la regolarità catastale

Per quanto riguarda la regolarità catastale a partire dal 1° luglio 2010 è entrata in vigore una norma ben precisa, che richiede la verifica della regolarità catastale dei fabbricati prima del rogito. Il notaio dunque dovrà verificare che l’immobile...
Case e Mutui

Come variare l'intestazione della visura catastale

In caso di trasferimento di proprietà, di donazioni, di compravendite, di successioni, ecc., è necessario eseguire un aggiornamento di intestazione degli immobili censiti presso il catasto per avere sempre l'esatta corrispondenza tra quanto presente...
Case e Mutui

Cos'è l'open house e come funziona

L’Open House è una strategia di marketing immobiliare caratteristica dei paesi anglosassoni e diventata nota anche in Italia ed in Europa, grazie soprattutto alla diffusione mediatica in campo immobiliare. Il significato letterale del termine è...
Case e Mutui

Come frazionare un terreno agricolo

Frazionare un terreno agricolo è un'operazione che potrebbe tornarvi utile in diversi casi. Un terreno agricolo potrebbe essere frazionato per ragioni di tipo economico, qualora se ne volesse vendere una parte e non tutto. Un altro motivo potrebbe essere...
Case e Mutui

Come determinare i confini di un lotto

Ogni proprietà è costruita su un preciso appezzamenti di terreno detto lotto. Soprattutto in casi di proprietà assai vicine, non sono rare le controversie generate da una determinazione approssimativa dei confini del lotto di terreno sul quale poggia...
Case e Mutui

Come richiedere il mutuo BancoPosta

Quando si sta per cambiare casa o per ristrutturare la propria, emerge la necessità di fondi economici. I risparmi non sono sempre a disposizione di ogni cliente. Di conseguenza, bisogna richiedere un mutuo. Esistono mutui di diversi generi e dalle molteplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.