Come E Quali Adempimenti Osservare Per Fruire Delle Nuove Agevolazione Per Ristrutturazioni Immobiliari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete intenzione di ristrutturate una proprietà immobiliare, potete richiedere nuove agevolazioni fiscali. Con il Dpr 917/96, si stabilisce il nuovo meccanismo di incentivazione alle ristrutturazioni immobiliari. Si prevede un aumento del 50% per le ristrutturazioni, con un importo massimo detraibile pari a 96.000 euro.
Se non sapete quali adempimenti bisogna osservare per fruire della nuova agevolazione, non preoccupatevi. In questo tutorial, vi indicheremo dettagliatamente come fare e quali passi seguire.

26

Occorrente

  • Autorizzazione del proprietario (se siete affittuari)
  • Specifica dei dati catastali
  • Estremi di registrazione dell’atto (per lavori autonomi)
  • Compilazione della sezione IIIB di Unico o 730
  • Dichiarazione di responsabilità per applicazione IVA agevolata
  • Pagamento con bonifico bancario o postale
36

AGEVOLAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI: REQUISITI.
Per fruire delle agevolazioni, la ristrutturazione deve riguardare una manutenzione ordinaria e/o straordinaria dell'immobile. Potete anche optare per un restauro o un risanamento.
Se siete affittuari, potete richiedere le agevolazioni solo tramite autorizzazione del proprietario.
Per usufruire della detrazione fiscale, con IRPEF del 50%, indicate i dati catastali.
Se eseguite autonomamente i lavori, specificate anche gli estremi di registrazione dell'atto.
Conservate una copia della documentazione, perché l’Agenzia delle Entrate potrebbe effettuare dei controlli.
Se la ristrutturazione riguarda parti comuni, ogni condomino avrà diritto a detrarre la sua parte. Basterà una certificazione, in cui l'amministratore attesta di avere rispettato tutti gli obblighi previsti.

46

DICHIARAZIONE DEI REDDITI PER FRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI.
La compilazione della Dichiarazione dei Redditi richiede particolari accortezze.
Che si tratti di Unico o 730, dovete compilare la sezione III B.
Indicate correttamente in dati catastali dell’immobile e gli estremi di registrazione dell’atto.
Allegate anche copia dell’autorizzazione ai lavori ed eventuale duplicato di domanda di accatastamento.
Sono necessarie anche copia della ricevuta di pagamento Imu e la delibera dell'assemblea.
In alternativa, potete optare per una autocertificazione. Naturalmente, conservate gli originali, per eventuali controlli fiscali.

Continua la lettura
56

RISTRUTTURAZIONI IMMOBILIARI: PAGAMENTO.
Per avere diritto alla aliquota, richiedete all'impresa edile una dichiarazione di responsabilità per l’applicazione dell’IVA a tariffa agevolata.
Nella dichiarazione, devono apparire i dati anagrafici del proprietario, l’ubicazione del fabbricato ed il genere di lavori effettuati.
Pagate tutte le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, specificando la causale del versamento. Inserite anche il codice fiscale e i dati anagrafici del proprietario.
Fate attenzione. Se non compilate correttamente il bonifico, specificando i riferimenti necessari, la detrazione decade.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come ottenere un'agevolazione per immobili contigui

Le agevolazioni fiscali in materia di immobili sono di vario tipo, infatti alcune riguardano l'acquisto della prima casa, altre si possono riferire ai mutui per i giovani precari, oppure a due costruzioni contigue. Per immobili contigui si intendono due...
Case e Mutui

Come decidere se avvalersi o meno dell'esclusiva con le agenzie immobiliari

Vendere e comprare casa può risultare sempre una operazione non troppo agevole, sia per capire come muoversi e come trovare acquirenti o compratori, sia come districarsi fra una marea di leggi e regolamenti. Poi viene il dubbio se dovendo vendere la...
Case e Mutui

Come detrarre le spese per la ristrutturazione della prima casa

Per chi avesse un'abitazione principale e volesse ristrutturarla può beneficiare delle agevolazioni fiscali governative e usufruire di una detrazione pari al 50% su una spesa massima consentita di 96.000,00 euro (a unità immobiliare) se la ristrutturazione...
Case e Mutui

Guida alle nuove imposte catastali

Le imposte catastali sono un tipo di tributo che è dovuto allo Stato in caso di compravendita, sia a titolo oneroso che gratuito (successione o donazione), di un immobile acquistato con o senza agevolazioni e non soggetto a IVA, salvo alcune eccezioni....
Case e Mutui

Come ottenere il bonus di ristrutturazione

Secondo le disposizioni della Legge di Stabilità 2016, l’Agenzia delle Entrate ha prorogato le agevolazioni riguardanti i costi energetici ed i costi di ristrutturazione. Si tratta di crediti o sconti di imposta denominati bonus energia e bonus ristrutturazione....
Case e Mutui

Come definire il prezzo di vendita di un immobile

Quando bisogna procedere alla vendita di un appartamento, è necessario compiere due riflessioni. Quanto potrebbe valere l'immobile e quale prezzo si dovrà richiedere all'acquirente potenziale? Rispondere alle seguenti domande risulta abbastanza complicato....
Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale

Il valore catastale di un immobile viene preso come riferimento per per determinare la consistenza di specifiche imposte sulla casa. In caso di successioni, donazioni, iscrizioni di ipoteche o imposte di registro e catastali, questo è il dato di riferimento...
Case e Mutui

Come richiedere la certificazione energetica della propria abitazione

La certificazione energetica rappresenta, secondo l'attuale normativa italiana, un elemento necessario per la compravendita delle abitazioni. Dal 2012 anche negli annunci immobiliari devono essere indicati gli indici di prestazione energetica delle abitazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.