Come e per quanto tempo conservare fatture e bollette

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Bollette, fatture, ricevute bancarie e chi più ne ha più ne metta! Quanto tempo e spazio ti toglie sistemare tutte queste cose? Ma forse non sai che tutti questi documenti vanno conservati solo per un tot di tempo. Con questa piccola guida vi daremo dei consigli su come e quanto tempo conservare le bollette e le fatture. Diamo dunque inizio a questa guida.

28

Occorrente

  • qualche cartellina
  • copertine (buste) di plastica
  • etichette
38

Innanzitutto smista le carte in base alla loro categoria, creando dei sottogruppi: ad esempio metti insieme tutte le bollette di acqua, luce, gas, telefono, gli scontrini e così via. Procurati delle cartelline di plastica trasparenti, etichettale e conservale in un faldone grande ad anelli: all’interno di ogni cartellina sistema le ricevute in ordine cronologico crescente, in modo da avere a portata di mano i documenti più recenti.

48

Fai attenzione allo stato di conservazione di tutti i documenti: le cartelline di plastica vanno tenute in un ambiente fresco e asciutto, lontano da raggi solari diretti. Controlla periodicamente lo stato di conservazione degli scontrini, perché sono fatti con un tipo di carta che tende facilmente a sbiadire.

Continua la lettura
58

c'è un tempo di conservazione minimo, un periodo entro il quale l'autorità di riferimento (il fisco, la banca, l'amministrazione pubblica) può richiederle come giustificativo o l'utente può utilizzarle per contestare eventuali errori. Ogni documento ha il suo periodo di vita: Bollette domestiche 5 anni;Canone TV 10 anni; Affitti 5 anni; Estratti conto 10 anni; Mutui 10 anni; Cambiali 3 anni dalla scadenza. Poi ci sono altre spese: Multe 5 anni; Bollette del cellulare 10 anni; Scontrini d'acquisti 2 anni; Ricevute alberghi e pensioni 6 mesi; Parcelle di professionisti 3 anni; Atti notarili per sempre.

68

Anche le buste paga vanno conservate per 5 anni come pure le rate di versamento del mutuo. Le ricevute del canone Rai vanno invece conservate per ben 10 anni. Scontrini e garanzie sono relativi a specifici accordi col produttore della merce, ma di solito non superano i due anni. Polizze, affitti e contratti di mutuo vanno tenuti per un anno ancora dopo la scadenza.

78

Le ricevute degli affitti versati e delle spese condominiali, devi conservarli per cinque anni se sei in affitto, dieci se sei il proprietario dell'immobile. Anche le multe dovrai tenerle in serbo per 5 anni dalla notifica, salvo eccezione che la multa ti sia stata fatta direttamente dai Vigili Urbani: in quel caso la prescrizione è di soli 2 anni. Siamo giunti a questo quinto ed ultimo passo della guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come gestire le fatture

Oggigiorno, tutte le imprese che esercitano un'attività commerciale acquistando beni o servizi primari, devono necessariamente emettere delle fatture. Alla chiusura dei conti da contabilizzare, potrebbero venire a galla della incongruenze, causate dai...
Finanza Personale

Come pagare fatture arretrate Mediaset Premium e riattivare il servizio

Qualora fossimo titolari di un abbonamento Mediaset Premium, ogni mese ci viene inviata una regolare fattura. Se non riusciamo ad onorarla per varie motivazioni, questo servizio a pagamento ci viene sospeso. L'unica maniera per tornare a vedere i canali...
Finanza Personale

Come Reclamare una Doppia Fatturazione dell'Energia Elettrica e/o Gas

Il decreto Bersani del 1999 n. 79 ha liberalizzato il Mercato elettrico. Il settore conta una maggior competitività, ma assicura più scelta agli utenti. Per il passaggio, ci si può affidare direttamente alla nuova azienda. Tuttavia, possono sorgere...
Finanza Personale

Come riscuotere un conguaglio a nostro credito

Il conguaglio è un calcolo annuale che viene effettuato sia sui redditi che sulle bollette, per stabilire se ci sono somme in eccesso a favore di una delle due parti interessate dal documento in oggetto. Nel caso delle bollette può risultare che la...
Finanza Personale

Cos'è lo spesometro

Cos'è lo spesometro? L'ufficio delle imposte ha previsto requisiti dettagliati per la nuova dichiarazione dell'IVA italiana, lo Spesometro, che fornisce un'analisi dettagliata delle operazioni IVA di circa € 3.600. Lo Spesometro, si propone per individuare...
Finanza Personale

Come fatturare un rimborso spese

Raggiungete i vostri clienti in auto con i mezzi o con la vostra auto? Spesso pernottate e mangiate fuori casa? La cancelleria è il vostro "pane quotidiano"? Che siate dipendenti o liberi professionisti, ogni giorno, per lavoro, affrontate delle spese...
Finanza Personale

Come pagare la bolletta telecom presso ricevitorie sisal

Le modalità di pagamento delle bollette sono ormai diventate davvero tante. Infatti, soprattutto con l’avvento di Internet, si ha anche la possibilità di pagare tramite un addebito sul proprio conto corrente, oppure tramite la carta di credito. I...
Finanza Personale

Come si fa una fattura

Avere un'attività in proprio significa lavorare sodo e soprattutto sopportare il rischio d'impresa oltre che la responsabilità di ogni atto o azione compiuta. Una delle mansioni più comuni ma anche odiate spesso è quella della fatturazione. Ciò perché...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.