Come donare il 5 x1000

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ci siamo, è tempo di preparare la dichiarazione IRPEF. Ma mentre dedichiamo il nostro tempo alla compilazione dei moduli, siamo confortati dal fatto che abbiamo la possibilità di donare una seppur piccola parte delle nostre tasse, ad un'ente benefico a nostra scelta.
Introdotto per la prima volta nel 2006, l'opzione 5 x1000 consente al cittadino di dirottare la somma relativa a tale quota percentuale del proprio importo IRPEF ad enti, associazioni o istituti, come finanziamento alla specifica attività.

25

Chi sono i beneficiari

A differenza del 8 X 1000 (Legge 222 del 1985) destinato alla Chiesa che salvo nostro parere contrario, è possibile reindirizzare nelle casse erariali, il 5 X 1000 è una quota destinata comunque ad un elenco di beneficiari che si rinnova di anno in anno e che conta circa 46.000 soggetti giuridici. Le due opzioni non sono alternative. I destinatari del 5x1000 sono per lo più associazioni benefiche, Università, ONLUS, ONG, ma anche associazioni sportive o in alternativa il proprio Comune di residenza. In calce al modello 730, su apposita scheda legata al CUD per chi ne è esente, o al Modello Unico PF, vi sono cinque riquadri che identificano le seguenti categorie:

. Sostegno al volontariato e ONLUS;
. Finanziamento della ricerca in ambito sanitario;
. Finanziamento della ricerca scientifica Universitaria;
. Sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente;
. Sostegno ad attività sportive dilettantistiche ove queste svolgano attività sociali e comunque riconosciute dal CONI.
.

.

35

Una sola scelta

Si può scegliere semplicemente una categoria alla quale destinare la quota o specificare un singolo beneficiario all'interno della sezione di competenza. Ad esempio si può scegliere di devolvere la cifra relativa al proprio 5x1000 semplicemente alla "Ricerca scientifica Universitaria" o specificare l'Istituto "Pinco Pallino", evidenziandone le coordinate fiscali. Si può indicare una sola categoria e eventualmente optare solamente per un beneficiario. La somma relativa all'opzione 5x1000 di tutti coloro che invece per superficialità, per mancanza di indicazioni o per qualunque altro motivo, intendano non avvalersi di tale facoltà, viene comunque devoluta in suddivisione tra tutti i soggetti giuridici richiedenti il sussidio e presenti in elenco.

Continua la lettura
45

Non è una donazione personale

È bene sottolineare ancora una volta che la quota del 5x1000 è interamente a carico dello Stato, che decide di accantonarla a favore di organizzazioni a scopo umanitario o per finanziare la ricerca. È una quota proveniente dal gettito fiscale e dunque già proprietà dell'Agenzia delle Entrate, anche se destinandoli alla fonte, cioè segnalando l'operazione direttamente dalla distinta del proprio modello di pagamento, il contribuente può essere indotto erroneamente a pensare che sta incrementando ulteriormente l'ammontare della quota IRPEF.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come e perchè fare testamento da giovane

La parola "testamento" istintivamente mette tutti un po' a disagio. Viverlo come una pratica burocratica tipica degli anni del tramonto è una pura formalità di pensiero. Infatti, nessuno sa a priori quando, come e perché morirà. Pertanto, si può...
Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale degli immobili

Il Catasto stabilisce la rendita degli immobili che possiede un proprietario. Per sapere a quanto ammonta la rendita catastale, basterà ottenere i documenti necessari e consegnarli agli uffici del Catasto. Ciò è utile per calcolare l'IMU di un immobile,...
Finanza Personale

Carta di credito e carta di debito: differenze

Le carte di credito e quelle di debito ci permettono di avere accesso ai nostri risparmi, senza dover portare in giro soldi contanti. Questa grande innovazione ci aiuta a gestire al meglio le nostre risorse economiche e si possono utilizzare praticamente...
Finanza Personale

Come calcolare il valore attuale commerciale

Innanzitutto è bene chiarire il concetto di valore attuale commerciale e, possiamo dire che, per valore attuale commerciale si intende la differenza tra il valore nominale che, non è altro che il capitale che il presunto debitore dovrà pagare alla...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso di interesse

Se avete depositato una somma di denaro (capitale) in banca oppure alla posta, dopo un anno noterete che questa somma vi avrà fruttato degli interessi che si saranno aggiunti al capitale. Se volete sapere che tasso di interesse vi ha fornito la banca...
Finanza Personale

Come calcolare l'interesse semplice

Il momento in cui si ha in mente di fare un investimento, può essere utile saper calcolare da soli l'interesse semplice. Questo ad esempio quando si tratta di decidere se tenere i propri soldi sul proprio conto corrente oppure aprire un conto deposito...
Finanza Personale

Come cancellarsi dalla CRIF come cattivi pagatori

Tante persone ultimamente fanno affidamento alla richiesta di prestiti in modo da poter risolvere i loro problemi economici della vita. Non tutte le banche sono però disponibili a finanziare una persona risultante un candidato cattivo, al quale donare...
Finanza Personale

Come calcolare gli interessi di un prestito

Gli interessi di un prestito includono la quantità di erogazione di controllo più le eventuali spese applicabili non appena il prestito viene erogato. Questa regola vale per prestiti sovvenzionati, diretti e prestiti privati ​​diretti. In generale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.