Come documentare le spese sanitarie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia per le spese sanitarie spetta una detrazione d’imposta del 19%. Perciò è importante riportarle tutte nella dichiarazione dei redditi: le spese vanno iscritte nell'apposito quadro RP della denuncia, specifico per calcolare vari oneri. Le spese per il settore sanitar io vanno sommate a quelle relative all'istruzione, allo sport per i ra gazzi, agli interessi per i mutui bancari, alle assicurazioni e altro. In questa semplice guida vedremo come fare a documentare con precisione queste spese.

26

Occorrente

  • Fatture, ricevute e scontrini fiscali
36

Agenzia delle Entrate

Le spese sanitarie riconosciute ufficialmente dall'Agenzia delle Entrate non sono tutte quelle possibili; si tratta per la precisione di quelle sostenute per l'acquisto di farmaci, sia con ricetta che farmaci da banco, rimedi omeopatici. Il campo dei parafarmaci (come gli integratori o i fitoterapici) non rientra nella copertura data dalle detrazioni. Si possono detrarre solo quelle spese che, se sommate, superano un certo livello; sulla differenza viene calcolata la percentuale del 19%. Attualmente la barriera è fissata a ben 129,11 euro, ma in futuro potrebbe addirittura aumentare ancora.

46

Detrazioni

C'è bisogno di conservare sempre la documentazione sanitaria in modo da poterla mettere a disposizione per qualunque utilità; essa non deve essere allegata alla dichiarazione dei redditi ma va tenuta a parte e mantenuta. Nella detrazione non vengono contate solo le spese relative al dichiarante, ma anche quelle di tutti i componenti a carico di quella famiglia. Per gli invalidi e i portatori di handicap esistono delle regolamentazioni più flessibili: non si deve calcolare la franchigia (la barriera minima di spesa) e sono ammissibili in questo campo anche le spese effettuate ogni quattro anni per adeguare l’autovettura, per acquistare poltrone d'aiuto alla disabilità (di quelle che si alzano ed abbassano per aiutare a salire e scendere), per i mezzi di deambulazione. Per i non vedenti si prendono in considerazione anche spese più particolari, come i cani guida che fungono da assistenza per camminare.

Continua la lettura
56

Documentazioni

Tutte le spese, comprese quelle veterinarie tenute per gli animali d’affezione che sono registrati secondo la Legge, devono essere accuratamente provate e documentate con fatture, ricevute, quietanze oppure scontrini fiscali. Al loro interno deve essere incluso il codice fiscale o la partita IVA di chi eroga il servizio o il prodotto, oltre naturalmente al codice fiscale del ricevente del servizio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tutti i documenti fiscali vanno conservati per cinque anni perché possono essere richiesti per controlli.
  • Poiché gli scontrini tendono a sbiadire, fotocopiateli per evitare rischi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come documentare i rimborsi chilometrici

I rimborsi chilometrici sono rappresentati da tutti quei costi relativi all'utilizzo delle auto private che alcuni lavoratori, in particolare i liberi professionisti, ma non solo, ricevono per recarsi presso le sedi dei committenti per prestare la propria...
Richieste e Moduli

Prestito spese mediche: come richiederlo

Molte persone che non hanno la possibilità di affrontare delle spese mediche, cercano di trovare una soluzione chiedendo il cosiddetto prestito finalizzato, con la possibilità quindi di ottenere sia liquidità sul proprio conto bancario, che l’accredito...
Richieste e Moduli

Spese mediche: come funzionano le detrazioni

Con la dichiarazione dei redditi che effettuiamo ogni anno è possibile detrarre le spese mediche. Molti sono coloro che affidano le proprie pratiche al commercialista di fiducia senza interessarsi veramente al meccanismo alla base del famoso modello...
Richieste e Moduli

Come dividere le spese condominiali

Quando si acquista una casa e sua volta si tende poi a vivere in un condominio, è importante sapere che bisogna rispettare delle regola e Come dividere le spese condominiali man mano. In una casa indipendente è molto semplice fare il resoconto delle...
Richieste e Moduli

Come contestare le spese di un condominio

L'approvazione delle spese di un condominio da parte dei singoli condomini riuniti in assemblea, è causa frequente di discussioni. Non sempre ogni spesa è chiara, spesso sembra gonfiata e soprattutto inutile. Durante un'assemblea di condominio, l'approvazione...
Richieste e Moduli

Come ottenere un rimborso di spese funerarie dall'Enasarco

Chi ha lavorato come rappresentante oppure come agente di commercio, ha diritto ad una forma di pensione che l'ente Enasarco gli concederà vita natural durante, una volta raggiunto il limite di età lavorativa. Tale ente erogherà in caso di morte dell'assistito,...
Richieste e Moduli

Come detrarre l'Irpef in assenza di spese detraibili

Le spese deducibili, sono quelle che all'interno della dichiarazione dei redditi, danno la possibilità di essere sottratte al reddito imponibile, prima di andare a calcolare l'imposta che si dovrà versare all'erario. Tra queste spese, rientrano i contributi...
Richieste e Moduli

Come Farsi Assistere Da Un Avvocato A Spese Dello Stato

L'avvocato (dal latino advocatus sostantivo derivante dal participio passato del verbo advoco = ad-vocatum = chiamato a me, vale a dire "chiamato per difendermi", cioè "difensore") è un libero professionista che svolge attività di assistenza, consulenza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.