Come documentare i rimborsi chilometrici

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I rimborsi chilometrici sono rappresentati da tutti quei costi relativi all'utilizzo delle auto private che alcuni lavoratori, in particolare i liberi professionisti, ma non solo, ricevono per recarsi presso le sedi dei committenti per prestare la propria attività lavorativa. Il datore di lavoro committente è tenuto a calcolare tutte le spese relative all'utilizzo dell'auto privata da parte di questi lavoratori. Per rimborso chilometrico non dobbiamo solamente intendere il prezzo della benzina: infatti è importante essere a conoscenza del fatto che nel rimborso vengono calcolate anche altre spese, come l'usura dei pneumatici, i costi di assicurazione, di bollo e molti altri. Questi rimborsi sono oggetto di controllo fiscale, pertanto è indispensabile documentare dettagliatamente questi importi. Andiamo quindi a vedere, passo per passo, come procedere.

27

Occorrente

  • Marca, modello e chilometri percorsi
37

Come prima cosa, bisogna sapere che i rimborsi chilometrici per i professionisti sono deducibili dalla denuncia dei redditi, mentre per i dipendenti sono esenti dalla tassazione IRPEF. Per calcolare tutti i costi relativi ai rimborsi chilometrici generalmente si utilizzano dei siti internet dedicati a questo argomento. Il più utilizzato e adeguato e sicuramente il sito dell'ACI (Automobile Club Italia). Attraverso il sito ACI, infatti, sarà possibile calcolare gli importi inserendo diversi parametri di calcolo, come per esempio la marca dell'auto, il modello, l'alimentazione ecc... Gli importi sono comprensivi di IVA e vengono aggiornati ogni mese. I prezzi dei carburanti vengono comunicati dal Ministero dello Sviluppo Economico (benzina, gasolio e GPL) e da Metanoauto (metano, a partire dal 2008).

47

Ma entriamo più nel dettaglio, andando ad analizzare tutte le fasi necessarie per un corretto calcolo dei rimborsi chilometrici. Abbiamo già detto che si possono utilizzare diversi siti, ma il più consigliato è sicuramente quello dell'ACI. Quindi il primo passo sarà quello di collegarsi al sito dell'ACI nella sezione dedicata al calcolo degli importi. Andando ad inserire tutti i parametri dell'auto, verrà fuori un determinato importo in euro per ogni singolo chilometro, quindi alla fine sarà necessario moltiplicare l'importo del singolo chilometro per tutti i chilometri percorsi dal lavoratore per ottenere l'importo finale.

Continua la lettura
57

Successivamente all'accesso al sito, si presenterà una pagina web nella quale sarà necessario inserire la data del calcolo, la categoria (autovettura, ciclomotore....), la marca e l'alimentazione. Una volta inseriti questi parametri, cliccando su "calcola", comparirà una pagina in cui sarà presente una tabella con i relativi importi per ogni singolo chilometro. A questo punto, non rimane altro da fare che moltiplicare il costo del singolo chilometro per tutti i chilometri percorsi dai lavoratori. Inoltre, è possibile stampare la pagina di calcolo, in maniera tale da poterla utilizzare come documentazione attestante il rimborso. Come avrete capito, l'esecuzione dei calcoli è davvero semplice, in quanto è un software che si occupa di svolgere il lavoro per noi: sarà solo necessario inserire correttamente tutti i dati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Inserite con attenzione i dati nei sito, così che possa effettuare il calcolo nel modo corretto.
  • Stampate la pagina con i calcoli, in quanto rappresenta il documento che occorre per chiedere i rimborsi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fornire l'iban per i rimborsi fiscali su conto corrente

Tutte le persone fisiche e i soggetti diversi da esse possono ottenere dei rimborsi fiscali. Può accadere, infatti, che l'Agenzia delle Entrate debba accreditarci dei soldi. Esiste la possibilità di calcoli errati sui versamenti per semplici sbagli,...
Richieste e Moduli

Come documentare le spese sanitarie

In Italia per le spese sanitarie spetta una detrazione d’imposta del 19%. Perciò è importante riportarle tutte nella dichiarazione dei redditi: le spese vanno iscritte nell'apposito quadro RP della denuncia, specifico per calcolare vari oneri. Le...
Richieste e Moduli

Come chiedere un rimborso ad Amazon

Da alcuni decenni sempre più persone acquistano online. I negozi virtuali offrono, infatti, una vasta gamma di prodotti a prezzi molto competitivi. Oltre ad ottimi affari, si usufruisce della comoda consegna a casa, in breve tempo. Amazon è senza dubbio...
Richieste e Moduli

Come fare una richiesta indennità per ritardo del treno

Sarà sicuramente capitato anche a voi di avere, vostro malgrado, dei contrattempi durante l'arco della giornata, magari causati da un ritardo imprevisto del treno. Per nostra fortuna, da qualche anno è possibile inoltrare direttamente a Trenitalia una...
Richieste e Moduli

Come trasferire la residenza fiscale all'estero

Se stai pensando di lasciare l'Italia, ti sei mai chiesto quali rischi corri se l’Amministrazione Finanziaria ritenesse che tua residenza fiscale, ovvero il baricentro dei tuoi affari, si trovi ancora ubicata dove domiciliavi un tempo? Se hai deciso...
Richieste e Moduli

Come versare i contributi Enasarco

Gli agenti di commercio, così come i rappresentati, sono tenuti a versare i contributi previdenziali alla fondazione Enasarco (Ente Nazionale di Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio), quale ente previdenziale della categoria, che eroga una...
Richieste e Moduli

Come ottenere il rimborso di un biglietto Trenitalia

Il treno è uno dei mezzi più comodi che molti di noi utilizzano per spostarsi quotidianamente da casa al posto di lavoro e viceversa. A differenza dell'automobile, esso ci porta a destinazione senza farci perdere tempo nel traffico o ala ricerca di...
Richieste e Moduli

Come richiedere la carta BancoPosta Più

Poste Italiane è la società che gestisce in Italia le nostre lettere che spediamo ai nostri cari o per affari. In questi decenni Poste Italiane hanno attivato numerosi servizi per stare al passo con il mercato sempre più aggressivo quando si tratta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.