Come dividere un immobile in comproprietà

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Suddividere un immobile, non frazionato in diversi locali autonomi, tra i suoi comproprietari può avere un iter molto complesso. Questo problema si presenta frequentemente quando si è in successione ereditaria. Soprattutto quando ci si trova difronte a beni immobili non facilmente divisibili in locali distinti ed indipendenti. In questo caso è bene che vengano seguite tutte le regole di legge, affinché non ci si trovi difronte allo spiacevole caso in cui uno dei comproprietari impugni la divisione, chiedendone la nullità. È importante sapere, infatti, che è sufficiente che uno dei proprietari non sia d'accordo per rendere l'atto nullo. Alla stessa maniera, una divisione che assegna una parte di valore inferiore al dovuto comporta la rescissione della divisione stessa, qualora l'assegnatario dimostri che ci sia stata una sproporzione nel valore assegnato di più di un quarto. Vi sono anche casi in cui è impossibile operare un frazionamento del bene immobile. Secondo la sentenza della Cassazione 14577 del 21/08/2012, infatti, non è possibile procedere alla divisione di un bene immobile qualora questa dovesse comportare un deprezzamento delle parti rispetto al valore dell'intero immobile o qualora non fosse possibile ricavarne porzioni autonome e indipendenti. La complessità della materia rende necessario l'intervento di professionisti che sappiano valutare l'immobile e di professionisti che sappiano come dividere un immobile in comproprietà, rispettando il valore di ciascuna quota.

24

Procedura da seguire per la divisione del bene immobile.
L'iter secondo legge è il seguente: si può assegnare l'intero immobile al condividente che abbia la maggiore quota, il quale, ovviamente, sarà obbligato a rilevare le quote degli altri comproprietari.

34

Condividente con quota maggiore non disponibile.
Nel caso in cui il condividente con quota maggiore non sia disponibile a rilevare le quote degli altri, tutti i comproprietari rimanenti possono chiedere l'assegnazione del bene in comunione.

Continua la lettura
44

Nel caso in cui tutti i comproprietari chiedano l'assegnazione totale del bene, la legge predilige, come assegnatario, colui che ha la quota maggiore. Nel caso in cui nessuno dei comproprietari è interessato all'assegnazione dell'intero bene immobile, la legge indica la vendita all'asta. In mancanza di accordo tra le parti, la procedura sarà giudiziale e seguita dal giudice o da un professionista delegato. In presenza di accordo tra le parti, si procederà con trattativa privata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come riscattare l'immobile con diritto di superficie

Investire in un immobile è sempre la soluzione migliore per poter spendere i propri soldi, ma non sempre però è così, per colpa della crisi. Fra le problematiche nate, quella dell'immobile con diritto di riscatto è una questione davvero di importanza...
Case e Mutui

Come ristrutturare un immobile destinato all'affitto

Chi possiede più di un immobile si trova davanti ad alcune scelte importanti riguardo il loro utilizzo e la loro gestione. Tra tutte le azioni possibili troviamo l'affitto e la vendita dell'immobile. In alcuni casi potrebbe essere necessaria la ristrutturazione...
Case e Mutui

Come controllare il documento della titolarità dell'immobile

Il mercato immobiliare è un mercato molto vasto e anche abbastanza impegnativo, soprattutto per chi svolge questo genere di lavoro; purtroppo negli ultimi periodi ha subito un forte declino, in quanto per la crisi lavorativa che ha investito l'Italia...
Case e Mutui

Quali sono le agevolazioni prima casa

Nel caso in cui ci trovassimo nella situazione di dover comprare casa, sono molte le cose da sapere e tenere in considerazione.L'acquisto della propria abitazione è un passo che va pianificato nei dettagli senza tralasciare nulla.Una cosa di cui dobbiamo...
Case e Mutui

Come verificare la divisione delle spese condominiali

In ogni stabile occorre avere sempre un amministratore. Questo renderà più semplice la vita condominiale. Occupandosi di gestire i conti e dividere le spese condominiali. Queste una volta ripartite vengono presentate ogni mese agli abitanti del condominio....
Case e Mutui

Come funziona l'affitto con riscatto

L'affitto con riscatto è una valida alternativa all'acquisto di un immobile attraverso il ricorso all'accensione di un mutuo bancario. Chi non riesce ad ottenere un mutuo per i più svariati motivi (reddito non sufficiente, inidonee condizioni di età,...
Finanza Personale

Come calcolare l' ICI

Come voi lettori e lettrici probabilmente saprete già, tre anni fa circa (nell'anno 2012) l'ICI (acronimo di "imposta Comunale sugli Immobili") è stata sostituita da una nuova tassa che è stata denominata IMU, la quale (a differenza della prima imposta...
Case e Mutui

Come calcolare le provvigioni dell'agenzia immobiliare

In questo articolo di oggi vi spieghiamo come calcolare le provvigioni dell'agenzia immobiliare. Gli agenti immobiliari sono delle figure professionali dove i loro guadagni derivano dalle provvigioni. Queste ultime, che sono relative all'agenzia immobiliare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.