Come dividere le spese con un coinquilino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Oggigiorno convivere in una casa o un appartamento con altre persone, anche al di fuori della propria famiglia, rappresenta una necessitá oltre che una scelta. Condividere affitto e relative spese permette a giovani e meno giovani (separati o occupati con contratti atipici, ad esempio) di abitare in una grande città, frequentare l'universitá, arrivare a fine mese. Vediamo insieme di affrontare in concreto questa situazione, analizzando come si possono dividere le spese con un coinquilino.

24

Condividere gli spazi comuni

Vivere insieme ad un coinquilino significa condividere gli spazi comuni e nello stesso tempo, dividere tutte le spese relative alla gestione e manutenzione della casa o appartamento. Il primo fondamentale passo da fare, quando si avvia una convivenza, consiste nel mettere per iscritto e sottoscrivere quante piú possibili regole di buona convivenza, già nel momento in cui si redige e si firma il contratto di affitto. Ciò consente di evitare, almeno nel limite del prevedibile, che sorgano in seguito dei problemi in merito a spese, pagamenti e mansioni da affrontare. Instaurare una comunicazione onesta ed un rapporto chiaro fin dal principio, consente di semplificare il rapporto con il coinquilino, perlomeno sulle questioni più importanti.

34

Condividere equamente il canone d'affitto

Innanzitutto occorre condividere equamente il canone d'affitto: potrebbe essere pagato al 50% da ciascuno ma anche, qualora uno dei due godesse di maggiori spazi o agi, secondo proporzioni differenti, ad esempio in base ai metri quadri delle rispettive stanze. Ogni mese, preferibilmente il giorno anteriore alla scadenza, ciascun inquilino deve contribuire con la propria parte, al fine di rispettare la data di pagamento senza sorprese e ritardi. In caso l'affittuario richiedesse un deposito di garanzia, bisognerá contemplarlo alla stessa stregua nella condivisione iniziale.

Continua la lettura
44

Pagare le bollette equamente

Per quanto attiene alle bollette di luce, gas, energia elettrica, riscaldamento, telefono ed internet, le spese andrebbero ripartite in base all'uso che ne viene fatto: qualora ad esempio solo uno degli inquilini usufruisse del collegamento ad internet, questi dovrebbe accollarsene il costo. In taluni casi anche le spese per alimenti, bevande e generi di prima necessitá vengono affrontate congiuntamente, ricorrendo ad una cassa comune. È sempre e comunque buona norma stabilire la regola che ogni acquisto o spesa venga annotata in un apposito quaderno, sempre consultabile da entrambe, in modo da mantenere in ordine i conti, garantirne una gestione trasparente e tenere sotto controllo la situazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Consigli utili per trovare una stanza in affitto a Roma

Per vari motivi vuoi lavorativi o di studio si è costretti a dover cercare un posto dove risiedere in un'altra città che sia temporaneo o fisso la ricerca è al quanto complicata, vuoi perché siamo fuori sede e non conosciamo le modalità della città...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

Come dare la propria casa in affitto se si è in vacanza

Al giorno d'oggi, affittare la propria casa, sia che si tratti della prima casa di proprietà che di una casa di vacanze, può diventare una vera e propria fonte di investimento o anche, un modo semplice per coprire la manutenzione ordinaria dell'immobile...
Lavoro e Carriera

Coworking: le principali regole di convivenza

Se siete al passo con i tempi e vi piace documentarvi ed essere sempre aggiornati, sicuramente avrete sentito parlare di coworking: il coworking è una modalità lavorativa in cui un unico ambiente di lavoro viene suddiviso ed utilizzato da più professionisti,...
Richieste e Moduli

Come ottenere il rimborso del canone d'affitto

La stipula di un contratto d’affitto, regolarmente sottoscritto e registrato, può dare origine a diverse agevolazioni. Una di queste viene concessa dall’Agenzia delle Entrate sotto forma di detrazioni d’imposta. Un'altra viene offerta dal proprio...
Finanza Personale

Come scrivere una lettera di recesso anticipato di affitto

In tutti i contratti ci sono alcune norme da osservare. Molte di queste riguardano il termine del rapporto contrattuale. Questo vale anche per il contratto di affitto. Può però succedere che abbiate bisogno di rescinderlo con anticipo. Per fare tutto...
Case e Mutui

10 cose da fare prima di lasciare un appartamento in affitto

Quando prendiamo un appartamento in affitto ci affrettiamo, almeno così dovrebbe essere, a controllare che tutto sia in ordine e che i servizi di cui è dotata l'abitazione siano perfettamente funzionanti. Spesso, però, non siamo altrettanto attenti...
Case e Mutui

5 buoni motivi per scegliere un affitto transitorio

Quando si cambia casa o si decide di andare a vivere per conto proprio, uno dei problemi principali che possono incorrere è quello di scegliere il tipo di affitto. Bisogna capire infatti quanto tempo si decide di rimanere in un determinato posto, o anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.