Come diventare un ottimo animatore per bambini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per i più piccoli, il gioco è una fase importante della crescita. Permette loro non solo di divertirsi, ma anche di socializzare e relazionarsi col mondo. Da qualche anno anche in Italia sono presenti le feste per bambini. Spesso è possibile organizzarle sotto l'egida di grandi marchi di fast food e gastronomia. Per rendere la giornata ancora più divertente non manca quasi mai una figura molto importante. È quella dell'animatore per bambini. L'animatore è un uomo o una donna con spiccate capacità di relazione coi piccoli.
Vediamo dunque, con questa guida, come diventare un ottimo animatore per bambini.

26

Occorrente

  • Corso di formazione per animatore
  • Tanta fantasia e allegria
36

Per diventare un ottimo animatore per bambini bisogna avere la capacità di comunicare. Relazionarsi con i bambini non è compito facile per tutti. Per alcune persone è un'attitudine naturale, per altre è motivo di ansia o insicurezza. Tuttavia si può imparare e fare pratica. Esistono infatti molti corsi di formazione su tutto il territorio nazionale. Sono molte le agenzie e le associazioni che offrono formazione a chi vuole divertire i bambini. È chiaro che un ottimo animatore per bambini deve avere pazienza. Inoltre deve avere una personalità vivace, capace di coinvolgere gli altri. Non possono mancare l'autocontrollo e una comprensione del comportamento infantile.

46

È necessaria una predisposizione all'organizzazione di giochi. Un ottimo animatore deve capire quando è il momento di proporre un gioco nuovo. Durante una festa ci sono varie fasi in cui i bambini amano scorrazzare insieme, così come ci sono quelle in cui preferiscono dedicarsi allo spuntino. È compito dell'animatore capire quando è il momento giusto per ogni cosa. I corsi di formazione forniscono all'aspirante animatore tutti gli strumenti per svolgere la professione. È dovere dell'animatore anche decorare le sale della festa. Perciò i corsi prevedono lezioni in tal senso.

Continua la lettura
56

L'arte della comunicazione è quella più importante per l'animatore. Per questo gran parte dei corsi verte su questo fattore. Inoltre si imparano arti diverse per divertire i piccoli, come la Balloon-art. Le sculture di palloncini infatti sono tra le preferite dai più piccini. Arte che l'animatore può insegnare agli stessi bambini durante la festa. Altre forme di intrattenimento come il teatro delle marionette o i trucchi di magia fanno parte delle lezioni. Inoltre si impara a coinvolgere i bimbi con il ballo. Un ottimo mezzo per divertirli e allo stesso tempo indurli al movimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare un animatore scientifico

Un animatore scientifico è molto complicato quando parliamo del ruolo e della preparazione che c'è dietro, ma nello stesso tempo può sembrare interessante e se si può dire anche vago. Per diventare un animatore scientifico bisogna ovviamente conseguire...
Lavoro e Carriera

Come diventare animatore turistico

Fare l'animatore turistico, per alcuni, è stato un inizio di carriera, per altri un modo per guadagnare viaggiando (ma lavorando sodo). Se sei intenzionato a diventare un animatore turistico, naturalmente dovrai essere informato su come procedere: se...
Lavoro e Carriera

Come diventare animatore sociale

La professione di animatore sociale si sta attualmente facendo strada tra i mestieri più diffusi.Questo tipo di lavoro consiste nello svolgimento di attività che favoriscano l'inserimento sociale delle persone.Un animatore sociale ha come compito quello...
Lavoro e Carriera

Come diventare animatore in discoteca

Nel mondo del divertimento notturno le discoteche hanno acquisito un ruolo di primo piano per garantire la riuscita della movida soprattutto per i più giovani e nelle località marittime e di turismo. Affinché un locale notturno possa diventare di successo...
Lavoro e Carriera

Come diventare animatore di cartoni animati

Se siamo degli amanti del computer e dei cartoni animati ed in particolare ci piacerebbe riuscire a creare con le nostre mani delle bellissime animazioni per poi iniziare una carriera lavorativa in questo particolarissimo settore, allora dovremo seguire...
Lavoro e Carriera

10 idee per guadagnare d'estate

L'estate è un'occasione ghiotta per guadagnare qualcosa con dei facili lavoretti. Per arrotondare le magre finanze dello studente o del giovane disoccupato, il periodo estivo offre numerose opportunità per fare esperienza lavorativa e guadagnare un...
Lavoro e Carriera

Giovani: come cercare lavoro nei mesi estivi

Le finanze dei giovani studenti sono molto spesso in rosso, e per questa ragione, al termine dell'anno scolastico, diversi ragazzi cercano un sistema per guadagnare qualche soldino. Questo modo consiste nello svolgere alcuni lavori stagionali ed estivi...
Lavoro e Carriera

Tunisia: come cercare lavoro

Seppure con qualche lieve rallentamento dovute alle problematiche di natura geopolitica verificatesi negli ultimi anni, la Tunisia rimane metà turistica di punta nel Mediterraneo, oltre a essere un punto focale per cercare nuove idee di lavoro e di investimento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.