Come diventare programmatore informatico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Da qualche anno a questa parte, la società italiana ha subito degli enormi mutamenti, tra cui l'avvento del personal computer e lo sviluppo del settore dell'informatica. Le strutture pubbliche e private lavorano quotidianamente per digitalizzare l'intero sistema, affidandosi ad alcuni tecnici esperti in questo campo. Quest'ultimi vengono chiamati ''programmatori informatici'' e sono competenti in ogni aspetto che consente di avere il massimo. Ad esempio, essi sono esperti nel realizzare un sito web e nel perfezionare le ricerche su Internet. Nei passaggi che compongono la guida che segue, a tal proposito, vi saranno fornite delle indicazioni funzionali su come diventare programmatore informatico.

26

Occorrente

  • Diploma di perito informatico
  • Laurea nella facoltà di "Informatica" (opzionale)
  • Corsi di formazione (opzionali)
36

Diplomatevi come periti informatici

Il programmatore informatico deve saper integrare il suo prodotto con dati o componenti già esistenti. In questo caso, risulta essenziale la conoscenza della sintassi di un linguaggio di programmazione e dello schema logico di quello che si va a programmare. Queste sono le linee generali riguardo le conoscenze di un programmatore informatico. Tali capacità, però, andranno integrate con dei percorsi di formazione. Tra quest'ultimi ci sono due strade differenti da percorrere.

46

Conseguite la laurea in informatica

La prima via consiste nel conseguire un diploma di perito informatico. Generalmente, questa è la richiesta minima per farsi assumere come programmatore informatico presso un'azienda di informatica. L'altra strada, quella più lunga, consiste nell'ottenere una laurea (almeno triennale) presso la facoltà di "Informatica". Dopo essersi laureati, bisogna soltanto cercare di inserirsi all'interno di un contesto lavorativo. In effetti, non è necessario seguire per forza ulteriori corsi formativi in questo settore.

Continua la lettura
56

Prendete delle qualificazioni apposite

Ricordate sempre che il programmatore informatico, con l'avvento delle nuove tecnologie, risulta essere una figura professionale abbastanza richiesta. Questo perché conosce tecniche e metodi per risolvere ogni problema di software e hardware. Per ritenerlo competente nel suo lavoro, egli dovrà possedere un'ottima conoscenza dei linguaggi di programmazione (come "Java", "PHP" e "C++"). In funzione dell'obiettivo, quindi, bisognerà adoperare un determinato linguaggio di programmazione. Per questa ragione, è importante che un programmatore informatico si qualifichi in diversi linguaggi di programmazione (come esaminato nei passi precedenti), questo proprio per ottenere una conoscenza sempre ampia, versatile ed aggiornata.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ritenerlo competente nel suo lavoro, egli dovrà possedere un'ottima conoscenza dei linguaggi di programmazione (come "Java", "PHP" e "C++").
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare informatico forense

La figura dell'informatico forense è nata una decina di anni fa e continua ad affermarsi poiché i sistemi digitali hanno modificato moltissimo il mondo del lavoro. L'informatico forense fornisce preziose consulenze in ambito penale individuando importanti...
Lavoro e Carriera

Come diventare programmatore televisivo

Un settore in continua espansione e che offre molte opportunità di lavoro con mansioni diverse è quello televisivo. La nascita frequente di nuovi podcast fa si che la richiesta di tecnici, esperti del settore, programmatori e tante altre figure professionali...
Lavoro e Carriera

Come diventare analista informatico

L'informatica è diventata al giorno d'oggi quotidianità, infatti, affidiamo ad essa buona parte della nostra giornata, sia al lavoro, sia nel nostro tempo libero. I dispositivi telefonici moderni, non sono altro che piccoli computer che ci permettono...
Lavoro e Carriera

Come diventare istruttore informatico

Se siamo alla ricerca di una professione che possa fare al caso nostro, la prima operazione da svolgere sarà capire se il nostro percorso formativa è adeguato allo svolgimento delle mansioni previste. Per fare ciò potremo ricercare su internet delle...
Lavoro e Carriera

Come svolgere il lavoro di programmatore

Ci sono diversi corsi e modi diversi per intraprendere il lavoro del programmatore: frequentare una scuola superiore che sia specializzata in informatica (scuola di perito commerciale e programmatore o di perito industriale informatico). Un'altra soluzione...
Lavoro e Carriera

Come diventare sviluppatore di applicazioni mobile

Le nuove tecnologie hanno avuto un grande impatto sulla nostra vita di tutti i giorni. Grazie ai nuovi smartphone infatti si sono aperte moltissime nuove tipologie di lavori a cui, appassionati e specialisti del settore informatico, possono aspirare....
Lavoro e Carriera

Come diventare un consulente di sicurezza informatica

I recenti avvenimenti relativi a sabotaggi via internet hanno portato a una crescente domanda di specialisti in sicurezza informatica. Furti di identità e minacce terroristiche hanno indotto aziende e agenzie governative a richiedere una maggiore sicurezza...
Lavoro e Carriera

Come diventare data entry

Al giorno d'oggi la grande quantità di dati che ogni giorno viaggiano attraverso la rete richiede una gestione piuttosto profonda e a darti livelli, e quindi la creazione di una figura professionale in grado di organizzare e gestire tali dati. La professione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.