Come diventare perito agrario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel mondo delle professioni legate alla natura, quella del perito agrario è sicuramente una delle più interessanti. Pur avendo un corso di studio specifico e una formazione univoca, gli sbocchi lavorativi che tale professione può avere sono diversi: da semplice consulente agroalimentare per aziende, sino ad arrivare alla vera e propria conduzione di aziende agricole. Per diventare perito agrario, tuttavia, la strada formativa è lunga, ed è paragonabile a quella di un avvocato, un commercialista o un medico. In questa guida forniremo agli aspiranti periti agrari dei consigli utili su come indirizzare i propri studi per svolgere questa professione.

25

Iscrizione all'istituto tecnico agrario

A dispetto di altre professioni, la strada del perito agrario si intraprende sin dalla scuola media superiore: occorre infatti iscriversi ad un istituto tecnico agrario; da questo punto è necessario superare i cinque anni di studi e conseguire il diploma di perito agrario con il massimo dei voti. Quella della votazione è una caratteristica da non sottovalutare: per poter sottoporre il proprio curriculum in futuro alle aziende, è fondamentale avere voti alti in tutti i percorsi di studi, affinché le aziende possano prendere le candidature in seria considerazione.

35

Iscrizione al corso di laurea in Biotecnologie agroalimentari o in Produzione vegetale

Una volta ottenuto il diploma, bisogna intraprendere la carriera universitaria: i corsi di laurea che possono sviluppare tali competenze sono quelli presenti nelle facoltà di Biotecnologie agroalimentari, Produzione animale o Produzione vegetale. I corsi sono tutti di laurea breve (ovvero triennale), ma vanno comunque seguiti assiduamente, facendo attenzione ai propri impegni: sarebbe importante non perdere alcuna lezione e soprattutto svolgere diversi stage in aziende agricole, per iniziare a confrontarsi con la realtà lavorativa. In alternativa si può optare per una laurea quinquennale, iscrivendosi alla facoltà di Ingegneria civile ed ambientale.

Continua la lettura
45

Iscrizione al tirocinio

Una volta terminati gli studi, si può iniziare un periodo di tirocinio presso un perito agrario. La condizione essenziale è che questo sia iscritto all'albo da almeno 5 anni.
Il tirocinio durerà 2 anni. Al termine del tirocinio, ci si deve iscrivere all'esame finale. Occorre prepararsi con attenzione ed affrontarlo con serenità. Questo esame darà l'abilitazione all'esercizio della professione di perito agrario.
Per terminare il percorso, bisogna recarsi presso l'albo dei periti agrari ed iscriversi semplicemente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare un perito calligrafo

La figura del perito calligrafo, ha da sempre ricoperto una sua rilevanza in ambito giuridico. La sua importanza infatti è riconosciuta in diversi ambiti e fasi del nostro ordinamento, sia in ambito civile che penale.Il suo compito è quello di analizzare...
Lavoro e Carriera

Come diventare perito assicurativo

In questa guida vedremo come diventare perito assicurativo. In particolar modo, ci concentreremo e analizzeremo tutti i requisiti obbligatori per poter esercitare questa professione. Va detto comunque che per intraprendere questa carriera occorre avere...
Lavoro e Carriera

Come diventare ispettore tecnico in agricoltura biologica

Il "tecnico ispettore in agricoltura biologica" è colui che si occupa di concedere le autorizzazioni alla coltivazione biologica e annualmente verifica tramite il prelevamento di campioni, che la coltura sia davvero biologica. In Italia gli Ispettori...
Lavoro e Carriera

Come diventare tecnico degli impianti eolici

La continua crescita d'attenzione e interesse verso le fonti di energie rinnovabili, ha comportato un rapido sviluppo del comparto eolico, con annessi e connessi tutta una serie di nuovi sbocchi occupazionali legati alla crescita di nuove e importanti...
Lavoro e Carriera

Come diventare termotecnico

La termotecnica si occupa dei sistemi fisico-meccanici che si utilizzano per garantire la temperatura, l'umidità ed il ricambio dell'aria all'interno di uno spazio chiuso, fabbricato oppure immobile in genere. Questa disciplina studia la progettazione...
Lavoro e Carriera

Come diventare programmatore informatico

Da qualche anno a questa parte, la società italiana ha subito degli enormi mutamenti, tra cui l'avvento del personal computer e lo sviluppo del settore dell'informatica. Le strutture pubbliche e private lavorano quotidianamente per digitalizzare l'intero...
Lavoro e Carriera

Come diventare tecnico informatico

In seguito alla grande diffusione dei computer in ogni settore sia lavorativo che scolastico, è aumentata vertiginosamente la richiesta di personale specializzato come il tecnico informatico. L'informatica è divenuta una materia indispensabile e per...
Lavoro e Carriera

Come diventare informatico forense

La figura dell'informatico forense è nata una decina di anni fa e continua ad affermarsi poiché i sistemi digitali hanno modificato moltissimo il mondo del lavoro. L'informatico forense fornisce preziose consulenze in ambito penale individuando importanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.