Come diventare mediatore culturale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Questa figura professionale è piuttosto recente ed è stata istituita per facilitare l'integrazione degli stranieri nel nostro paese e il loro accesso ai servizi pubblici, come le istituzioni scolastiche, sanitarie, giudiziarie e amministrative.
Il suo compito non riguarda esclusivamente la mediazione linguistica, cioè l'attività di traduzione e interpretariato, ma soprattutto quella culturale, indispensabile per cittadini provenienti da paesi extra-europei.
Per diventare mediatore culturale è necessario seguire una formazione universitaria, ossia un corso di laurea presso un'università italiana. Tra i prerequisiti di accesso a tale profilo professionale, vi sono la conoscenza perfetta della lingua italiana e di una delle lingue appartenenti ai principali gruppi etnici residenti nel nostro paese, oltre ai loro usi e costumi.

26

Occorrente

  • titolo di studio
  • corso di formazione
  • lingue straniere
  • conoscenza della normativa
36

L'accesso al ruolo in una struttura pubblica avviene per superamento di un concorso, dopo aver conseguito la laurea in Mediazione Linguistica Interculturale presso uno dei tanti atenei presenti sul territorio nazionale, oppure dopo aver terminato un corso di formazione professionale organizzato da un ente regionale.
Le più famose università italiane, come quella di Bologna, di Siena, di Venezia e di altre grandi città, offrono dei corsi di laurea specifica, di durata triennale, seguita dalla specialistica.
Si potrà anche lavorare in un'ONG, dove tale figura è molto richiesta.

46

I corsi di formazione indetti dalle Regioni, invece, hanno durata diversa, solitamente calcolata in ore e con frequenza obbligatoria. Al termine del percorso formativo, verrà rilasciato un attestato valido ai sensi della normativa vigente per poter partecipare ai concorsi locali o per poter iscriversi ad associazioni di immigrati presenti sul territorio. Per avere informazioni sulle opportunità lavorative offerte dalla propria regione in questo settore, ci si dovrà rivolgere agli uffici addetti.

Continua la lettura
56

La figura del mediatore culturale è riconosciuta e prevista dalla normativa scolastica vigente, riguardante il tema dell'Educazione Interculturale, perciò, una volta ottenuta l'abilitazione all'esercizio di tale professione, si potrà svolgere un compito importantissimo all'interno delle istituzioni scolastiche, dove la presenza di alunni immigrati è altissima e sempre più progressiva. In questo contesto, l'operatore dovrà lavorare a stretto contatto con l'equipe docente per stilare progetti di inclusione, partecipare a riunioni collegiali e monitorare costantemente l'efficacia dell'azione educativa e integrativa della Scuola.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro come mediatore linguistico e culturale

Il mediatore linguistico e culturale è indispensabile nel nostro Paese. I frequenti sbarchi di stranieri, richiedono personale qualificato. Questa figura accoglie i numerosi extracomunitari. Il mediatore, in genere, ascolta le loro problematiche e fornisce...
Lavoro e Carriera

Le principali responsabilità del mediatore

Con il termine mediatore viene solitamente indicata quella particolare figura che ha il compito di mettere in relazione due o più parti, al fine di giungere alla conclusione di un affare o di un contratto. Il mediatore non ha legami di alcun tipo con...
Lavoro e Carriera

Come diventare mediatore creditizio

Il mediatore creditizio è un professionista che ha il compito di dirigere la propria clientela verso un finanziamento adeguato alle proprie esigenze (ad esempio un mutuo). Questa figura si relaziona continuamente con istituti creditizi per cercare di...
Case e Mutui

Come tutelarsi nella mediazione immobiliare

Quando si decide di acquistare un immobile, di qualsiasi tipo esso sia, ci si può interessare in prima persona. Oppure ci si può affidare ai professionisti del settore che agiranno come mediatori. Questo per tutelarci in queste operazioni che spesse...
Lavoro e Carriera

Come diventare mediatore sociale

Il mediatore sociale è una figura professionale indispensabile in Europa ed in America. Libero professionista o collaboratore in studi legali, tribunali o psicologi concilia eventuali contenziosi tra due o più parti. Con imparzialità, offre le proprie...
Lavoro e Carriera

Come diventare conciliatore professionista

Molto spesso le persone finiscono in tribunale a causa di piccoli o grandi screzi, che potrebbero essere risolti in brevissimo tempo grazie a degli accordi ben precisi e stipulati a norma di legge. Negli ultimi tempi si sta infatti inserendo una figura...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di leasing finanziario

Oggi se si vuole acquistare un'auto, una casa, un computer, ma non si hanno i soldi per pagare subito, si ha la possibilità di farlo con il leasing finanziario, corrispondendo un canone prestabilito. In concomitanza con l'aumento della domanda di questa...
Lavoro e Carriera

Come Diventare Traduttore Professionale

Il titolo di questa guida ci indica l'argomento di nostro interesse: come diventare traduttore professionale. Il traduttore, agli occhi di molte persone, sembra una professione facile da esercitare. Per fare il traduttore bisogna conoscere perfettamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.