Come diventare educatore per adolescenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gli educatori per adolescenti sono molto spesso giovani che decidono di mettere a disposizione dei bambini del tempo, realizzando attività di diverso tipo per poterli intrattenere. Trattandosi di un'attività che tra le altre cose è stata riconosciuta dal ministero nel 1982 come una formazione necessaria per intraprendere questo lavoro, bisogna comunque rendersi conto che ci vuole grossa costanza e serietà. È un'attività di un certo impegno che non va presa alla leggera e bisogna considerare che vi sono spostamenti a lunga distanza da fare. Considerate che chi è all'interno di colonie e attività per bambini bisogna comunque possedere un certa preparazione di tipo psicologico. Vediamo quindi, in base alle diverse attività, come diventare educatore.

24

Essere disponibili ai vari cambiamenti

Per dedicarsi ad un tale impegno, è sicuramente necessario tenere conto di alcuni aspetti di grande importanza. È necessario e fondamentale essere sempre disponibili ai vari cambiamenti, proprio perché in un percorso educativo, non esiste assolutamente mai niente di scontato. Ci vuole una certa dose di coraggio, utile per valutare ed affrontare in qualunque momento i successi e gli insuccessi. Occorre conoscere l'umiltà ed essere quindi sempre disposti ad imparare, ma senza mai dimenticare di dimostrare una certa sicurezza nell'affrontare le domande del giovane con adeguate risposte. Coerenza, decisione, pazienza, curiosità e fantasia, sono qualità realmente essenziali, ma non deve mai mancare anche una spiccata autorevolezza, preziosa alleata quando si deve dosare con giusto equilibrio, sia la libertà, sia i doveri del gruppo. Infine, dobbiamo aggiungere che buon educatore non si improvvisa da un giorno all'altro: egli è operatore che, in base a una particolare formazione professionale, nell’ambito di determinati servizi svolti a contatto con il prossimo, ha maturato una profonda esperienza.

34

Imparare ad occuparsi di diverse responsabilità

Fare l'educatore in una qualsiasi struttura, significa prima di ogni altra cosa, occuparsi di diverse responsabilità (a livello fisico, affettivo, igienico, alimentare, ecc.): egli è la figura che intrattiene le relazioni del gruppo, organizza spazi ricreativi e di ricerca, insomma, si occupa di attività che possano concorrere a favorire e sviluppare le esperienze dei ragazzi che gli vengono in un certo senso 'affidati'.

Continua la lettura
44

Diploma universitario e corsi specifici

Vi starete probabilmente chiedendo quale formazione si deve avere per essere educatori, e se occorre un certificato che possa attestare qualche particolare attitudine. Per quanto concerne gli educatori 'professionali' essi possono conseguire un apposito diploma universitario, ma è anche possibile frequentare corsi specifici, presso strutture o presso diverse sedi parrocchiali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare educatore sociale

La professione di educatore, richiede una sensibilità e una capacità empatica che vanno oltre le sole competenze tecniche acquisibili attraverso lo studio. L'educatore sociale deve trattare casi di disabilità fisica e psichica, malattie mentali, tossicodipendenze,...
Lavoro e Carriera

Come diventare Educatore Professionale

Arrivati ad una certo periodo della nostra vita, iniziamo a chiederci qual è la professione che ci piacerebbe svolgere e una volta individuata, dovremo capire quale percorso formativo intraprendere. Su internet potremo trovare moltissime guide che, in...
Lavoro e Carriera

Lavorare come educatore nei soggiorni estivi

Chiunque ami i bambini ed è in grado di interagire con loro, magari vantando anche doti di autorevolezza e una buona padronanza delle attività d'animazione, può certamente prendere in considerazione l'idea di lavorare come educatore nei soggiorni estivi....
Lavoro e Carriera

Come prepararsi al concorso educatore di asilo nido

Quando ci si appresta a partecipare a un bando o ad un concorso, dobbiamo far fronte a molti ostacoli, che non riguardano solo l'aspetto prettamente di preparazione sulla materia, ma dobbiamo fronteggiare anche il nostro carattere e le varie ansie e preoccupazioni...
Lavoro e Carriera

Come diventare educatrice di un asilo nido

Un tempo chiunque avesse una certa predisposizione per stare con i bambini poteva diventare educatrice di un asilo nido. Con il passare degli anni il percorso si è complicato e tra graduatorie, privatizzazioni, lauree brevi, corsi privati e bandi è...
Lavoro e Carriera

Come diventare docente di diritto

Fin da piccoli, ognuno di noi aveva il suo sogno nel cassetto: diventare un astronauta, un pilota, un poliziotto oppure un avvocato erano i sogni più ambiti. Crescendo molte cose sono cambiate: i gusti, le circostanze e le ambizioni possono essere molto...
Lavoro e Carriera

Come diventare animatore sociale

La professione di animatore sociale si sta attualmente facendo strada tra i mestieri più diffusi.Questo tipo di lavoro consiste nello svolgimento di attività che favoriscano l'inserimento sociale delle persone.Un animatore sociale ha come compito quello...
Lavoro e Carriera

Come diventare docente di Pedagogia Interculturale

La presenza di minoranze etniche sul nostro territorio è di certo una realtà secolare. Non sono pochi inoltre quelli che scelgono di abbandonare il proprio Paese per trovare condizioni di vita e di lavoro più vantaggiose. Ma oggi bisogna considerare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.