Come diventare Crisis Manager

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il Crisis Manager è la figura professionale che si occupa di gestire le situazioni delicate e complicate che si possono venire a creare nelle aziende. Questa figura può operare come free lance oppure lavorare per un'agenzia. Deve garantire la massima flessibilità d'orario e costante professionalità nell'esecuzione del progetto. La crescita lavorativa è fortemente legata ai tipi di crisi che il manager si troverà a gestire e la remunerazione è piuttosto elevata. Ecco una guida su come diventare Crisis Manager.

27

Occorrente

  • Una buona formazione
  • Esperienza sul campo
  • Capacità decisionale
  • Capacità di adattamento
  • Forte personalità
  • Lavoro in gruppo
37

Stato di crisi

Il Crisis Manager può operare in un due tipologie di stato di crisi. La prima tipologia prevede che il manager prepari in modo ottimale l'azienda ad una possibile crisi. Per far ciò egli deve analizzare le possibile cause scatenanti istruendo il personale ad avere una reazione immediata nelle varie fasi della crisi. La seconda modalità consiste nella gestione della crisi nel momento in cui questa si verifica. Il Crisis Manager deve pianificare una strategia, gestire il flusso delle informazioni mantenendo sempre un rapporto aggiornato con il personale, le istituzioni e i media.

47

Diversi step

Per poter gestire al meglio questa situazione la figura professionale deve occuparsi di diversi step. Come prima cosa deve informarsi su tutto, incontrare gli attori della crisi, valutare pericoli e opportunità. Deve esser in grado di stabilire con certezza chi sono gli alleati e i nemici nonché capire le dinamiche di gruppo. Deve inoltre assicurasi che i portavoce siano pronti ad intervenire e nei casi più estremi prendere in mano la crisi ed esporsi ai media e tramite il team di lavoro fare il punto della situazione e cercare la soluzione migliore. Il Crisis Manager deve tenere sotto controllo l'evolversi della situazione pianificando possibile scenari e definendo quali misure adottare. Una volta terminata la crisi il manager deve valutare i risultati ottenuti e pianificare le fasi che l'azienda dovrà seguire per un ritorno alla normalità.

Continua la lettura
57

Formazione

È bene sapere che per prepararsi a svolgere questa professione non esiste un percorso formativo unico. Il Crisis Manager può avere una formazione di base di management, di ingegneria o di comunicazione ma ciò che lo rende esperto è senza dubbio l'esperienza sul campo. Se volete occupare questo ruolo sappiate che dovete avere delle doti a livello personale. Oltre ad avere una buona capacità decisionale sono infatti richieste una forte personalità, capacità di adattamento, capacità di sintesi e di adattamento alle varie situazioni. Inoltre un bravo Crisis Manager deve saper ottimizzare le capacità del team che lavora a suo stretto contatto.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare advertising manager

La pubblicità è l'anima del commercio. È per questo motivo che un numero sempre maggiore di aziende assume professionisti e crea interi settori specifici dedicati alla promozione dei prodotti. I nuovi media hanno cambiato il nostro stile di vita e...
Lavoro e Carriera

Come diventare un buon manager

Molti si chiederanno come si può arrivare a fare il manager, ma sono pochi coloro che si pongono la domanda su come è possibile diventare un buon manager. Oltre a possedere i titoli di studio adeguati, dato che la materia manageriale è molto vasta...
Lavoro e Carriera

Come diventare web marketing manager

Il Web Marketing Manager si occupa di definire e applicare i piani relativi alla comunicazione e interazione, via internet, tra l'azienda e gli utenti. La sua figura, all'interno di un'azienda, è molto importante, visto che grazie al marketing digitale...
Lavoro e Carriera

Come diventare manager

Il manager è un professionista che ha tantissime responsabilità. Egli deve saper portare avanti molti incarichi impegnativi con grande diligenza. Un manager è responsabile sia della definizione degli obiettivi che della gestione aziendale attraverso...
Lavoro e Carriera

Come diventare manager calcistico

Diventare manager di una squadra di calcio professionista comporta molte responsabilità. Queste includono l'assunzione, la riassegnazione e il licenziamento di giocatori, assicurarsi tetti salariali che vengano rispettati ed il trasferimento di giocatori...
Lavoro e Carriera

Come diventare Social Media Manager

Grazie all'era informatica anche il mondo del lavoro è cambiato. Si è infatti passati da lavori prettamente caratterizzati dalla presenza fisica sul posto del lavoro (che sia una fabbrica, un ufficio, un'azienda) a lavori che possono essere svolti comodamente...
Lavoro e Carriera

Come diventare manager del rischio

Il risk manager è una figura professionale sempre più ricercata nel mercato del lavoro. Come suggerisce il nome, il suo ruolo è quello di prevenire e gestire i rischi di ogni attività che potrebbe avere ripercussioni sui bilanci dell'azienda. È,...
Lavoro e Carriera

Come diventare store manager

Lo store manager è una nuova figura professionale molto in voga negli ultimi anni. Il ruolo è lo stesso del responsabile di negozio, ma con un netto orientamento manageriale che lascia maggiori spazi alle capacità ed iniziative personali. Questa figura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.