Come diventare amministratore di condominio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'amministratore di condominio è una persona che gestisce le spese. Egli si fa carico dei lavori da effettuare nel condominio e successivamente della supervisione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che sono stati eseguiti. Generalmente è presente nei condomini abbastanza grandi e lavora autonomamente. Questo tutorial ha l'obiettivo di aiutare tutte le persone interessate alla procedura su come diventare amministratore di un condominio.

25

Per poter esplicare questa attività non bisogna necessariamente possedere una laurea. Basta anche un diploma di scuola media superiore ed avere partecipato ad un corso di formazione. Inoltre, è indispensabile avere: capacita' di analisi, autonomia decisionale, capacita' organizzative e gestionali, facilita' nei rapportarsi con le persone e delle ottime capacita' di ragionamento matematico.

35

Le funzioni di un amministratore di condominio comprendono diversi campi. La più importante è quella di redigere bilanci di previsione e consuntivo, cioè prima della spesa e dopo di essa. Inoltre, deve suddividere le spese che sono state sostenute dal condominio fra tutte le famiglie. La suddivisione va fatta sulla base dei metri quadri abitati e del numero dei componenti. Per poter fare ciò è indispensabile riunire i condomini per l'approvazione dei bilanci sia di previsione che consuntivi e per esaminare le diverse problematiche esistenti. Per poter tener testa a tante persone con idee discordanti bisogna avere capacita' di leader, ma comunque è fondamentale essere motivati e non lasciarsi intimorire.

Continua la lettura
45

Il lavoro meno gratificante è quello di riscuotere le quote condominiali ed intervenire in modo opportuno sulle segnalazioni dei condomini per il malfunzionamento degli impianti di uso comune quali: ascensore, impianti di condizionamento oppure riscaldamento centralizzato. Non è necessario un investimento iniziale prima di intraprendere questo lavoro. Infatti, non si ha bisogno di un ufficio privato, bastano i locali comuni del condominio che si deve amministrare.

55

Attualmente con la riforma del 2013 viene sollecitato l'aggiornamento professionale dell'amministratore di condominio. Questa riforma ritiene essenziale tutelare l'interesse e le esigenze di migliaia di condomini. Infatti, dal 2013 la nomina dell'amministratore diventa obbligatoria quando in uno stabile ci sono più di otto condomini; inoltre, il suo incarico dura un anno e può essere rinnovato dall'assemblea condominiale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Richieste e Moduli

Come gestire un condominio senza amministratore

Nella guida, andremo a spiegarvi come gestire un condominio senza amministratore.Ci sono tantissimi condomini che, per scelta, vengono fatti gestire appositamente da un soggetto che l'amministra. Inoltre, tramite una legge approvata nel 2015, è stata...
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Aziende e Imprese

Come amministrare un condominio

Convivere con altre persone è difficile, possiamo immaginarci amministrare un gruppo di persone mettendo d'accordo tutti. Chi abita in condominio sa le difficoltà del convivere con i propri vicini, avere a che fare con le riunioni amministrative, prendere...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Lavoro e Carriera

Come essere un amministratore di condominio onesto

Essere un amministrare onesto di condominio è una vera e propria professione da svolgere a tempo pieno dopo aver seguito un'opportuna formazione. I doveri sono molteplici e complessi. Per diventare amministratori è necessario il pieno godimento dei...
Case e Mutui

Amministratore di condominio: come sceglierlo

Quando la propria abitazione si trova all'interno di una palazzina, è necessario avere un buon amministratore di condominio. In questo modo si cerca di gestire al meglio la convivenza civile tra i condòmini. Le decisioni riguardanti gli aspetti comuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.