Come disdire il contratto d'affitto

Tramite: O2O 25/07/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come disdire il contratto d'affitto. Al momento di stipulare il contratto di locazione, il proprietario e l'inquilino stabiliscono di comune accordo la durata di quest'ultimo, la quale dovrà essere assolutamente rispettata da ambedue le parti. In ogni caso, durante questo periodo possono insorgere delle cause che possono indurre una delle parti a disdire questo tipo di contratto prima della scadenza, ad esempio quando l'inquilino ha la necessità di cambiare il proprio domicilio, oppure se il proprietario deve effettuare dei lavori all'interno dell'unità immobiliare o venderla. Disdire questo contratto non è complicato, ma bisogna seguire una determinata procedura come stabilito dalle normative vigenti.

26

Occorrente

  • Lettera di disdetta
36

La disdetta da parte dell'inquilino

Come stabilito dalla legge, soltanto l'inquilino ha la facoltà di recedere in qualunque momento dal contratto d'affitto. Tale possibilità viene definita recesso legale del conduttore. Il recesso può essere richiesto in merito a locazioni di tipo abitativo, locazioni di tipo commerciale ed inoltre tutte le locazioni regolate da natura transitoria. Il recesso dovrà essere chiesto dal conduttore sei mesi dalla data in cui lo stesso intende lasciare l'immobile, anche nel caso di contratti di natura transitoria. Il conduttore dovrà dunque inviare la richiesta di recesso per iscritto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Detta richiesta dovrà riportare i dati anagrafici del conduttore, la richiesta di soluzione anticipata, la motivazione della richiesta medesima ed infine le tempistiche di rilascio dell'immobile. L'inquilino sarà quindi tenuto a corrispondere i canoni di locazione sino all'effettivo rilascio dell'immobile e a tale scopo non potrà essere utilizzata la cauzione versata, la quale verrà restituita soltanto al momento della risoluzione del contratto. Quando l'affitto riguarda immobili ad uso commerciale, va detto che questi hanno una durata di 6+6 (9+9 per gli hotel), e che la lettera di disdetta deve essere inviata con 12 mesi di anticipo (18 per gli hotel), anche se non è obbligatoria la motivazione. Esistono, infine, contratti di locazione di natura transitoria, la cui durata non può mai superare i 18 mesi, che richiedono tempi, per la disdetta anticipata, di soli 3 mesi.

46

La tassa di recesso

Va detto che per recedere dal contratto di affitto anticipatamente, si dovrà anche pagare una tassa di recesso direttamente all'Agenzia delle Entrate e quest'ultima è pari a 67 euro, che dovranno essere ripartiti tra conduttore e locatore, anche se è sempre opportuno fare riferimento a ciò che stabilisce il contratto all'atto della sua sottoscrizione. È possibile pagare questo tipo di tassa attraverso l'apposito bollettino postale e nella causale si dovrà indicare la voce "tassa di recesso dalla locazione".

Continua la lettura
56

La disdetta da parte del proprietario

Per ciò che riguarda la disdetta da parte del proprietario, c'è da fare riferimento alla legge 431 del 98, la quale stabilisce che il proprietario deve comunque aspettare la prima scadenza del contratto di locazione. Ad esempio, nel caso del contratto 4 + 4, i primi quattro anni. Solo allora potrà inviare con un preavviso di sei mesi dalla scadenza una raccomandata con ricevuta di ritorno. Il proprietario è tenuto a restituire la cauzione, mentre l'affitto andrà pagato fino all'ultimo mese in cui si rimane nell'immobile. Nel caso in cui l'inquilino rimanga nell'immobile senza pagare l'affitto, la caparra verrà automaticamente scontata dal canone dovuto al proprietario. La disdetta anticipata è comunque possibile in determinati casi, come quando ad esempio l'immobile deve essere destinato ad uso privato per se stesso, il figlio o il coniuge, quando l'immobile deve essere venduto a terzi, quando deve essere ristrutturato, infine se il conduttore non utilizza l'immobile senza giustificato motivo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come fare la disdetta di un contratto di affitto

Fare la disdetta di un contratto di affitto può essere un'operazione piuttosto farraginosa perché richiede la conoscenza di numerose leggi: per questo motivo è di fondamentale importanza informarsi correttamente e soprattutto rivolgersi alle persone...
Case e Mutui

Come disdire un contratto di locazione

Conoscere tutti i dettagli del proprio contratto di locazione, evita possibili sorprese legali che preferiremmo non avere. Alla fine del contratto, questi generalmente viene rinnovato, sia dal locatore che dal conduttore, basandosi sulle condizioni precedentemente...
Case e Mutui

Come recedere dal contratto di affitto

Può capitare a chiunque prenda in affitto un immobile di voler recedere anticipatamente dal contratto. Il consiglio è sempre quello prima di firmare qualsiasi documento importante, di accertarci che poi saremo in grado di adempiere alle clausole stabilite...
Case e Mutui

Come recedere da un contratto di affitto

Nel momento in cui si stipula un contratto d’affitto tra il proprietario dell’immobile, cioè il locatore, e l’inquilino, cioè il conduttore, si fissa la durata del contratto.Essa è stabilita per legge e varia in relazione al tipo di contratto,...
Case e Mutui

Come rinnovare un contratto di affitto

Al giorno d'oggi sono davvero tantissime le persone che non hanno una casa di proprietà e decidono di prendere una casa in affitto. Questa soluzione infatti risulta essere di gran lunga più comoda ed economica per coloro i quali non possono permettersi...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

Come registrare un contratto d'affitto

Se possedete una casa o un locale e ad un certo punto decidete di affittarla ad una famiglia, ad un gruppo di studenti universitari oppure ad alcuni turisti in vacanza, dovrete prima regolarizzare il tutto facendo registrare il contratto presso un qualsiasi...
Case e Mutui

7 domande da farsi prima di sottoscrivere un contratto d'affitto

Quando si cerca urgentemente un appartamento da affittare, sono molti gli errori che si possono commettere firmando troppo in fretta un contratto che include delle clausole particolari. Per questo motivo, anche se il tempo stringe, è sempre bene chiedere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.