Come dimettersi dalla carica di amministratore di condominio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un edificio a più unità immobiliari. Necessita di una figura professionale per mettere tutti coloro che posseggono un appartamento nello stesso ugual piano. Seguendo, naturalmente le quote delle loro relative proprietà e le conosciute tabelle millesimali. Senza creare conflitti e problemi durante le varie decisioni che riguardano l'area di competenza. Quest’immagine importante si instaura grazie un mandato. Conseguenzialmente crea un rapporto giuridico non con il fabbricato, ma tra la stessa e i singoli condomini. La durata dell’incarico è di un anno. Quando si supera si può rinnovare o perdere, tramite una delibera effettuata dall’assemblea. Con questa guida vedremo come dimettersi dalla carica di amministratore di condominio.
Come dimettersi dalla carica di amministratore di condominio:.

27

Occorrente

  • Riunione condominiale
37

La nomina viene vincolata alla legge. Infatti è indispensabile la presenza scritta di almeno la metà del valore della costruzione, vale a dire 500 millesimi su 1.000. Come stabilisce il secondo comma dell’art.1136 del codice civile. Della maggioranza degli intervenuti all’adunanza e questi stessi dati servono per confermala per un altra annata.

47

Il soggetto argomentato ha la piena facoltà di decidere di andar via quando ritiene opportuno. Perché la relazione pattuita non scaturisce obblighi a tal proposito. Deve, solo indire una riunione per presentare, all’altra parte costituente, le sue intenzioni. Deve, dunque inviare a tutti i condomini l’avviso di convocazione in maniera ordinaria o straordinaria. Mettendo come primo punto, di quel che si andrà a discutere. Le proprie conclusive dimissioni, con relativo compenso e nomina di chi dovrà prendere il suo posto.

Continua la lettura
57

Non deve dare esatte spiegazioni per quel che ha deciso. Può semplicemente evidenziare che i motivi sono personali. Insieme a questa discussione può introdurre nell’argomentazione dell’assemblea, altre problematiche e provvedimenti condominiali. Quest’amministratore può promettere di trovare il suo sostituto. Consegnando in ambedue i modi, alla nuova figura in entrata tutta la documentazione in suo possesso. Poi stilare un attinente verbale. Per ogni decisione occorre sempre riunirsi per decidere il da farsi. Le riunioni devono comprendere condomini e amministratore per confrontarsi.
http://www.megafincas.it/primo-piano/oggi-l-amministratore-di-condominio-pu-dimettersi-e-ricorrere-in-tribunale-per-il-successore.html
.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non prendete decisioni singole, serve sempre una riunione per decidere cosa fare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come sollecitare l'intervento dell'amministratore di condominio

A partire dal 18 giugno 2013, avere un amministratore di condominio è diventato obbligatorio per tutti gli stabili in cui vi alloggiano più di otto nuclei familiari. Questo perché, maggiore è il numero di abitanti in un palazzo, maggiore è il rischio...
Richieste e Moduli

Come gestire un condominio senza amministratore

Nella guida, andremo a spiegarvi come gestire un condominio senza amministratore.Ci sono tantissimi condomini che, per scelta, vengono fatti gestire appositamente da un soggetto che l'amministra. Inoltre, tramite una legge approvata nel 2015, è stata...
Richieste e Moduli

Amministratore di condominio: nomina revoca

L'amministratore di condominio negli ultimi tempi è diventata una figura fondamentale; questa funzione viene riconosciuta direttamente dal codice civile. L'importanza di questa figura è aumentata sempre di più in quanto è sempre maggiore la realizzazione...
Richieste e Moduli

Come dare le dimissioni da amministratore di una società

È necessario essere al corrente che l'amministratore delegato di una società rientra nel consiglio di amministrazione di una società. All'amministratore stesso, nello specifico, vengono delegati alcuni importanti poteri. Si tratta di un ruolo abbastanza...
Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale

Può capitare di dover scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale per questioni inerenti al condominio che siano state considerate o valutate diversamente. Magari per provvedimenti, riparazioni o altro che non abbracciano tutti gli...
Richieste e Moduli

Come fare una diffida stragiudiziale ad amministratore e condomini

Questa guida, che stiamo per proporre ai nostri lettori, darà una mano concreta, alla vita condominiale, che non sempre risulta essere una delle più semplici e felici. Si sa che la vita in condominio, riserva veramente tante sorprese ed anche svariate...
Richieste e Moduli

Come mettere in mora un condominio

Nella guida che prenderemo ora in esame andremo ad occuparci di un condominio. Lo faremo, nello specifico, cercando di comprendere le modalità che possano permetterci comprendere come riuscire a mettere in mora un condominio. Argomenteremo su questo...
Richieste e Moduli

Fotovoltaico in condominio: come richiederlo

Il condominio è caratterizzato da una serie di titolari di immobili che hanno un diritto di proprietà proporzionale al valore dell'appartamento. Le innovazioni per il miglioramento delle cose comuni possono essere disposte da una maggioranza qualificata,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.