Come difendersi dal recupero crediti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Generalmente per il recupero crediti l'azienda titolare del credito dapprima avvia una prima fase di sollecito, attraverso il proprio ufficio legale interno e, se dopo questa prima fase di sollecito, rimane insoluto, le pratiche passano ad un'agenzia specializzata nel recupero di taluni crediti, le quali lavorano a percentuale sulle pratiche effettivamente recuperate o comunque vengono pagate in base ai risultati ottenuti. Questo viene semplificato nel caso di banche, finanziarie, assicurazioni, gestori telefonici, fornitori di servizi, cioè per quei soggetti che hanno normalmente un cospicuo numero di fatture o rate non pagate e, per le quali l'attività di recupero crediti risulterebbe più impegnativa. Purtroppo il più delle volte vengono lamentati comportamenti scorretti da parte delle società di recupero crediti, nei confronti di chi non riesce a pagare le rate. Ecco come poter difendersi dal recupero crediti.

24

Gli esattori

Gli esattori che disturbano a qualunque ora del giorno e della sera, arrivando a fare del vero stalking abusando della propria professione, spacciandosi anche per gli stessi avvocati e notai, generando timore o ansia nel cliente. Inoltre non sono rari i casi di violenza verbale ed anche gesti come aggressioni da parte di agenti che sopraggiungono in casa richiedendo i soldi. "Questi professionisti" dovrebbero prendere un appuntamento preventivo ed uscire dall'abitazione, se invitati a farlo dal padrone di casa.

34

Gli agenti

Poi esistono degli agenti che per farsi pagare la somma, arrivano a minacciare. Ma dovete sapere che non hanno nessun fondamento e, per i debiti contratti con privati quali banche, enti finanziarie non esiste la condanna penale. Solo i debiti causati da frode o insolvenza fiscale, possono passare seri guai di tipo pecuniario secondo l'importo dovuto. Essi possono essere saldati tramite altri metodi, senza ricorre a creare panico e scompiglio nelle famiglie già tanto stressate. Infatti esiste il pignoramento mobiliare, immobiliare, stipendio e conto corrente ma deve essere stabilito dal Giudice di Pace.

Continua la lettura
44

Le agenzie creditizie

Le agenzie creditizie possono esigere il pagamento solo in presenza di una cessione del credito ai sensi dell'art.1264 del Codice Civile. Comunque bisognerebbe avere maggior rispetto di noi stessi, facendo valere i nostri diritti senza paura, che è invece il loro punto di forza. Infine un vero agente creditizio dovrebbe avere a cuore il cliente, sebbene debba tenere un comportamento distaccato e formale, seguendo le regole del proprio codice deontologico UNIREC.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come gestire contabilmente il contratto di factoring

Un contratto di factoring è un'accordo che permette ad un'impresa di smobilizzare i propri crediti commerciali a favore di una società preposta alla riscossione e gestione degli stessi crediti, detta "factor". A quest'ultima, vengono corrisposte commissioni...
Lavoro e Carriera

Come recuperare i crediti scaduti

Generalmente per recupero crediti si intende l'insieme di tutte le attività che il creditore svolge nei confronti del debitore, al fine di ottenere il pagamento di quanto gli spetta. Questo perché il più delle volte, alla scadenza fissata per pagare...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare il fondo svalutazione crediti

La partita doppia e la contabilizzazione delle voci sono da sempre un elemento molto ostico. Per contabilizzare alcune movimentazioni è infatti richiesta una buona conoscenza di economia aziendale e magari anche qualche infarinatura di ragioneria. La...
Aziende e Imprese

Come Determinare Il Ccno

Come facilmente intuibile dal titolo della guida, ora ci dedicheremo a spiegarvi Come determinare il CCNO. Partiamo dal definire questo acronimo: per CCNO, intendiamo il Capitale Circolante Netto. In sostanza, esso è utilissimo per analizzare il bilancio...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'incasso delle ricevute bancarie

Con la presente guida ti presento gli aspetti contabili connessi all'operazione di incasso crediti mediante l'utilizzo delle ricevute bancarie, uno strumento molto utilizzato nella prassi commerciale. In particolare, ti spiego come contabilizzare in ciascuna...
Aziende e Imprese

Cos'è e come funziona il recupero crediti

Nella società odierna siamo abituati a mantenere un tenore di vita piuttosto alto, permettendoci lussi a volta al di fuori delle nostre reali possibilità economiche; può anche capitare di investire in beni materiali quando si gode di una buona situazione...
Aziende e Imprese

5 cose da sapere sul conto patrimoniale

Il conto patrimoniale, più comunemente chiamato stato patrimoniale, è uno dei documenti contabili che compongono il bilancio d'esercizio, insieme al conto economico ed alla nota integrativa. Il conto patrimoniale definisce la situazione patrimoniale...
Aziende e Imprese

Come compensare le cartelle esattoriali con i crediti verso la P.A.

Per compensazione delle cartelle esattoriali, si intende la possibilità di poter saldare le proprie pendenze debitorie nei confronti di una Pubblica Amministrazione, attraverso eventuali crediti commerciali vantati nei confronti di quest'ultima. Per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.