Come difendersi da un vicino troppo rumoroso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Purtroppo quando si abita in un condominio, soprattutto costituito da molte famiglie, è difficile convivere con i vicini di casa. Nel caso in cui, si abita al primo piano al secondo, il rumore è molto più elevato, in quanto si sta proprio al di sotto di tutti i piani; si avvertono molto più facilmente urla di bambini che giocano, passi amplificati, liti in famiglia e molto altro. Il rumore con il passare dei giorni diventa sempre più fastidioso e insopportabile. Nel caso in cui, si abita ai piani superiori, il rumore è molto più ridotto, poiché non essendoci altri appartamenti al di sopra, non si sentono le persone che camminano, i bambini che corrono oppure le pentole e i piatti che possono cadere e rompersi accidentalmente. L'incubo più grande inoltre, è avere dei vicini che il giorno dormono e la notte sono svegli, questo comporta il rumore della lavatrice, il rumore della lavastoviglie, musica ad alto volume ecc. Abitare vicino a delle persone altamente rumorose non è molto semplice, per questo motivo sono riportati a seguire dei consigli su come potersi comportare, ecco dunque come difendersi da un vicino troppo rumoroso.

25

Qualora sorga una controversia sul superamento del limite della normale tollerabilità, il giudice affiderà a un esperto il compito di verificare se il limite sia stato superato o meno.
Le immissioni intollerabili provenienti da una privata abitazione vanno sempre impedite. Discorso diverso per le immissioni che provengano da uno stabilimento industriale. Le industrie, infatti, danno lavoro e producono ricchezza. Il giudice deve, quindi, tentare di "contemperare le esigenze della proprietà con quelle della produzione".

35

Il giudice dovrà verificare se è possibile ridurre con strumenti idonei a limitare i disturbi che lo stabilimento provoca (esempio depuratori, pannelli d'insonorizzazione, ecc...) in caso negativo potrà procedere in due modi: si consentirà la prosecuzione dell'attività inquinante dietro pagamento di un indennizzo, si inibirà la prosecuzione dell'attività in quella sede.

Continua la lettura
45

La prosecuzione dell'attività inquinante non può essere assolutamente consentita quando pregiudica il diritto alla salute previsto dall' art. 32 della Costituzione, infatti, anche se tutelare la salute è in contrasto con le esigenze della produzione industriale, non si possono autorizzare immissioni che superino i limiti.

55

L'intervento dell'autorità pubblica può richiedere anche molto tempo. Per tale motivo può essere preferibile chiedere immediata tutela del giudice.
Se il disturbo proviene da un altra abitazione si dovrà agire davanti al giudice.
Se proviene da uno stabilimento industriale si dovrà agire davanti al tribunale.
Se si tratta di tutela della salute si potrà chiedere al giudice di pronunciare un provvedimento d'urgenza ex art. 700c. P. C.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come rimproverare i dipendenti in modo efficace

Si sa che qualsiasi mestiere ha dei doveri e dei diritti per i dipendenti ed anche per il datore di lavoro. Al capo spetta però di mettere i propri lavoratori in riga, quando si verrà a verificare un problema dovuto a negligenza. Se avete attorno a...
Aziende e Imprese

Come illuminare la vetrina di un negozio

L'obiettivo che dovrete raggiungere è quello di rendere ben visibile la merce anche a determinate distanze. Generalmente vengono inseriti valori pari a 500 lux, ma occorre distinguere ciò che viene esposto per essere visto da lontano e ciò che invece,...
Aziende e Imprese

Come ospitare in bed and breakfast

Gli amanti dei viaggi sempre più spesso scelgono una formula diversa dagli alberghi, che permetta loro di vivere più da vicino la località turistica e di conoscere i suoi abitanti. Chi è dotato di una buona dose di ospitalità e gentilezza può trasformare...
Aziende e Imprese

5 motivi per cui scegliere di lavorare un anno all'estero

Con l'avvento delle crisi economica, gli italiani, più o meno giovani, si sono confrontati molto da vicino con la precarietà lavorativa o con la carenza di opportunità. Laureati o lavoratori esperti sempre più spesso scelgono allora di fuggire dall'Italia...
Aziende e Imprese

Come aprire un self service di lavaggio cani

Ecco una guida, che ci darà una mano concreta a capire meglio e memorizzare, come e cosa serve, per aprire un self service di lavaggio cani. Proprio così, tenteremo di mettere in piedi un vero lavaggio esclusivo per i nostri amici a quattro zampe, il...
Aziende e Imprese

Come installare le insegne pubblicitarie

Henry Ford, il fondatore dell'omonima casa automobilistica, diceva che chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio del tempo, per risparmiare il tempo. Questa affermazione ci fa capire, in qualche modo, come l'elemento...
Aziende e Imprese

Come denunciare un evasore fiscale

Quando si parla di evasione fiscale, il pensiero va ad un fenomeno a livello mondiale che non riguarda da vicino i cittadini normali e del quale se ne occupa la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate. I fatti hanno comunque dimostrato che a rovinare...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di ceramiche e piastrelle

Se volete mettervi in proprio una delle soluzioni è quella di aprire un negozio. Ovviamente, dovete cercare di intraprendere tale attività, in base alle vostre conoscenze. Se per esempio volete aprire un negozio di ceramiche e piastrelle occorre che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.